Ryder Cup 2018 di golf

Ecco tutto quello che devi sapere sulla Ryder Cup 2018 di golf in corso a Parigi.

L’elenco delle news

1. Dove si gioca
2. Quando si gioca
3. Cos’è la Ryder Cup 
4. La formula
5. Tre italiani da Ryder 
6. Le future sedi 
7. I vice-capitani di Team Europe
8. Stephen, il dilettante che non vuole essere convocato
9. Storia, numeri e record
10. Tiger Woods torna in campo?
11. Team Usa: i primi otto convocati ufficiali
12. Celebrity Match con la Rice, Figo e Del Piero
13. Team Europe: i primi otto convocati ufficiali
14. Team Usa: wild card a Tiger, Mickelson e DeChambeau
15. Team Europe: wild card nel segno dell’esperienza
16. Team Usa: a Tony Finau l’ultima wild card
17. A Parigi scattato il piano sicurezza
18. Dall’albo d’oro alle (prime) parole dei capitani
19. Francesco Molinari: il “mio” Team Europe più forte
20. Parigi incassa 300 mln senza avere un francese in campo
21. Ryder Cup Live – La vigilia: una zolla  per Tiger e un guanto per Bubba
22. Ryder Cup Live – La cerimonia: emozioni, fischi e Molinari vs Tiger
23. Ryder Cup – Il tabellone
24. Ryder Cup Live – Day 1
25. Ryder Cup Live – Day 1, Koepka colpisce una spettatrice
26. Ryder Cup – Day 1, Molinari e Fleetwood stelle nella rimonta europea
27. Ryder Cup – Montali: quella di Roma sarà indimenticabile
28. Ryder Cup Live – Day 2
29. Ryder Cup – Day 2, i Moliwood fanno sognare l’Europa del golf
30. Ryder Cup – Day 3, L’EUROPA VINCE LA RYDER CUP 2018
31. Ryder Cup – Day 3, Francesco Molinari re d’Europa
32. Ryder Cup – Molinari grandissimo in una squadra di grandi
33. Ryder Cup – E’ qui la festa: il video amatoriale

 

 

 

Ryder Cup – Ecco il video amatoriale della festa


E’ il putting green usato da Molinari e Woods la location dove si scatena la festa Ryder Cup 2018 tra i giocatori europei reduci dalla vittoria. (1 ottobre 2018)
Per saperne di più clicca qua.

 

 

Ryder Cup – Molinari unisce l’Europa: “Una grande squadra”

Ian Poulter, conosciuto come the PostMan, ci scherza sopra. (foto Afp).

Ian Poulter, conosciuto come the PostMan, ci scherza sopra. (foto Afp).

Lo sport riesce laddove politica e moneta hanno fallito: unire l’Europa. Il golf, l’Europa del golf, ieri ha vinto la Ryder Cup 2018 sconfiggendo gli Stati Uniti del presidente golfista Trump (atteso a Parigi se le cose si fossero messe bene sabato). Se Spinelli e De Gasperi fondarono l’Europa a rifondarla, sportivamente parlando, è toccato a Francesco Molinari. (1 ottobre 2018)

Per saperne di più clicca qua.

 

Ryder Cup – Day 3, Francesco Molinari re d’Europa

Francesco Molinari bacia la moglie Valentina (foto Afp).

Francesco Molinari bacia la moglie Valentina (foto Afp).

La Ryder Cup di Parigi è finita. E’ finita nel modo migliore per l’Europa che si riporta a casa un trofeo dal significato immenso per lo sport. Chi lo vince non incassa un solo euro in premio ma vive di gloria e orgoglio per i prossimi due anni. Il capitano di Team Europe si chiama Thomas Bjorn ma il leader è Francesco Molinari, esempio in campo e fuori. (30 settembre 2018)
Per saperne di più clicca qua.

 

 

Ryder Cup – Day 3, L’EUROPA VINCE LA RYDER CUP 2018

Notizie, voci, sensazioni della giornata più lunga a bordocampo. Fino a quanto Mickelson non manda la pallina in acqua e Chicco può esultare!!! (30 settembre 2018)
Per saperne di più clicca qua.

 

 

Ryder Cup – Day 2, i Moliwood fanno sognare l’Europa del golf

Tu chiamali se vuoi Francesco e Tommy. Da ora in poi il mondo li chiamerà Moliwood, nuova coppia di fatto del golf internazionale. (29 settembre 2018)
Per saperne di più clicca qua.

 

Ryder Cup Live – Day 2

Il Team Europeo sogna. E ne ha ben ragione. Una giornata tra selfie e news a bordocampo a Le Golf National. (29 settembre 2018)

Per saperne di più clicca qua.

 

 

Ryder Cup – Montali: quella di Roma sarà indimenticabile

Rory McIlroy (foto Afp).

Rory McIlroy (foto Afp).

Parigi chiama, Roma risponde. La Ryder Cup di oggi anticipa quella di domani. Il campo, la logistica, i turisti, l’apertura: Gian Paolo Montali, direttore del progetto italiano, non fa che studiare la Ryder di Francia per migliorare la Ryder di Roma, in calendario al Marco Simone nel 2022. (29 settembre 2018)

Per saperne di più clicca qua.

 

 

Ryder Cup Live – Day 1, Molinari e Fleetwood stelle nella rimonta

E venne anche il giorno di Chicco Molinari che ha finalmente battuto Tiger Woods in Ryder Cup. Lo ha fatto al terzo tentativo, lo ha fatto in compagnia dell’amico Tommy Fleetwood.(28 settembre 2018)

Per saperne di più clicca qua.

 

Ryder Cup Live – Koepka colpisce una spettatrice

Fuori programma per il team americano durante il primo giorno di Ryder Cup 2018. (28 settembre 2018)

Per vedere le foto clicca qua.

Ryder Cup Live – Day 1


E’ un bellissimo pomeriggio azzurro qua a Le Golf National: Team Europe ha dominato i quattro match del pomeriggio, vincendoli alla grande tutti.

Per saperne di più clicca qua

Ryder Cup – Il tabellone

Ecco il programma e i risultati delle sfide della Ryder Cup 2018. (28 settembre 2018)
Per scoprirlo clicca qua

Ryder Cup – La cerimonia… e poi Molinari-Tiger

Il Team Europe al completo (Foto Afp).

Il Team Europe al completo (Foto Afp).

GUYANCOURT – Qui, in questa Ryder Cup, non c’è tempo per commuoversi che già sale l’adrenalina. In coda alla sobria ma calda cerimonia di apertura i capitani annunciano i primi otto giocatori di ogni team che scenderanno in campo venerdì mattina. (27 settembre 2018)

Per saperne di più clicca qua

 

Ryder Cup – La vigilia

Tiger Woods (foto Afp)

Direttamente dal campo della Ryder: la zolla in testa a Tiger Woods, il carattere di Dustin Johnson, la folla di Rory, i cieli in overbooking…: l’atmosfera che precede la cerimonia di apertura. (27 settembre 2018)

Per saperne di più clicca qua

 

Parigi incassa 300 mln senza un francese in campo

Sono fra 270 e 300mila gli appassionati di golf attesi nella regione di Parigi, hotel e B&B presi d’assalto, mobilitazione della Capitale (anche se Le Golf National è a Versailles) con una fan-zone in stile calcistico davanti all’Hotel de Ville e un gran numero di mostre, esposizioni ed eventi. (26 settembre 2018)

Per saperne di più clicca qua

 

Francesco Molinari: il “mio” Team Europe più forte

Francesco Molinari (foto Afp)

Francesco Molinari (foto Afp)

Chicco parla da numero uno europeo in conferenza stampa da Le Golf National. Il capitano Bjorn e tutto il team continentale indossano un nastrino giallo e rosso in memoria di Celia Barquin, la giocatrice spagnola uccisa negli scorsi giorni ad Aimes, negli Stati Uniti. (25 settembre 2018)

Per saperne di più clicca qua

 

Dall’albo d’oro alle (prime) parole dei capitani

Il team Usa arriva all'aeroporto di Roissy (foto Afp) Ryder Cup

Il team Usa arriva all’aeroporto di Roissy (foto Afp).

Per ora gli Stati Uniti hanno doppiato l’Europa. In totale le vittorie degli americani sono 26 contro le 13 del Vecchio Continente ma non sempre la gara è stata tra Team Usa e Team Europe. (25 settembre 2018)

Per saperne di più clicca qua

Parcheggi, zaini e biglietti: scatta il piano sicurezza


A Le Golf National sono attesi 270mila spettatori, appassionati da novanta Paesi al mondo con “solo” il 43% dei biglietti venduti ai francesi. Pronto il “Ryder Cup 2018 piano sicurezza”. (22 settembre 2018)

Per saperne di più clicca qua

 

Team Usa: a Tony Finau l’ultima wild card

AUGUSTA Tony Finau poco prima della sua rovinosa caduta festeggiando la sua hole-in-one al Par 3 Contest, preludio del Masters 2018 (Foto Afp).

AUGUSTA Tony Finau poco prima della rovinosa caduta dopo la sua hole-in-one al Par 3 Contest, preludio del Masters 2018 (Foto Afp).

Anche gli Stati Uniti sono finalmente al gran completo: Jim Furyk, capitano della compagine statunitense, ha assegnato a Tony Finau la quarta e ultima wild card a sua disposizione. La sua decisione dopo la disputa del BMW Championship in cui il 28enne di Salt Lake City (Utah), ottavo, ha ottenuto la terza top ten consecutiva nei tre PlayOffs salendo al terzo posto nella classifica FedEx Cup. (11 settembre 2018)

 

 

Team Europe: wild card nel segno dell’esperienza

Tanta esperienza per bilanciare le cinque matricole. E’ la linea di Thomas Bjorn nella scelta delle quattro wild card europee in vista della Ryder Cup 2018. A Parigi vanno dritti gli inglesi Paul Casey e Ian Poulter, lo spagnolo Sergio Garcia e lo svedese Henrik Stenson.
Per saperne di più clicca qua. (5 settembre 2018)

 

 

 

Team Usa: Tiger Woods sarà in campo

WEST CONSHOHOCKEN Phil Mickelson e Tiger Woods (foto Afp)

WEST CONSHOHOCKEN Phil Mickelson e Tiger Woods (foto Afp)

Quasi completata la formazione americana: a Philadelphia il capitano Jim Furyk ha anunciato tre delle quattro wild card a sua disposizione. A Parigi volano Tiger Woods, Phil Mickelson e Bryson De Chambeau.

Per saperne di più clicca qua. (5 settembre 2018)

 

 

 

Team Europe: i primi otto convocati ufficiali

Team Europe di Ryder Cup 2018;: i primi otto convocati

Team Europe di Ryder Cup 2018;: i primi otto convocati

Con la conclusione del Made in Denmark sono praticamente fatti i giochi per la squadra europea in vista della Ryder Cup 2018. Ecco i nomi degli otto convocati in base alla classifiche di merito e di Ryder: Francesco Molinari, Justin Rose, Tyrrell Hatton, Tommy Fleetwood, John Rahm, Rory McIlroy, Alex Noren e Thorbjorn Olesen. A breve i nomi delle quattro wild card.

Per saperne di più clicca qua (2 settembre 2018)

 

 

 

Celebrity Match con la Rice, Figo e Del Piero

Ci sarà anche Condoleezza Rice alla Ryder Cup 2018 a Parigi. Non sarà in tribuna a tifare per Team Usa bensì in campo: è lei infatti uno dei nomi certi per il Celebrity Match che si giocherà il 25 settembre a Le Golf National. La gara tra giocatori vip è ormai un appuntamento fisso per ogni Ryder Cup e anche quest’anno c’è molta attesa per la formazione dei due team.

Condoleezza Rice alla KPMG Women's PGA Championship nel 2017 in Illinois (foto Afp)

Condoleezza Rice alla KPMG Women’s PGA Championship nel 2017 in Illinois (foto Afp)

La Rice è stata Segretario di Stato Usa nell’era Bush. Oggi insegna alla Stanford University, gioca a golf nel tempo libero, è 14 di handicap ed è una delle due uniche donne tra i membri dell’Augusta National Golf Club. Con lei in campo ci sarà James Blake, ex professionista di tennis con dieci titoli in carriera e un quarto posto come miglior piazzamento nel ranking mondiale. Terzo nome certo del team è Kelly Slater, surfista con svariati titoli mondiali. Ha vinto con gli Usa il Celebrity Match di due anni fa e gioca tre di handicap.

Sul versante europeo due nomi noti dal calcio: a Parigi ci saranno Luis Figo e Alessandro Del Piero. Il portoghese, 11 di handicap, ha giocato anche tre delle ultime quattro pro am del Dunhill Links Championship, a St Andrews. Con lui Martin Kaymer, Ricardo Gouveia e Matt Fitzpatrick. Di Del Piero c’è ben poco da scoprire ma tanto da ammirare in campo.

Alessandro Del Piero in campo nel 2016 alla Ryder Cup Celebrity Matches all'Hazeltine National Golf Club

Alessandro Del Piero in campo nel 2016 alla Ryder Cup Celebrity Matches all’Hazeltine National Golf Club

Come per gli avversari anche gli europei schiereranno un tennista: si tratta del tennista Guy Forget, vincitore di due Davis. Gioca nove di handicap. Arriva dal mondo dello spettacolo un quarto giocatore, ossia Jamie Dornan reduce dal set di “Cinquanta sfumature di grigio”. L’attore (10 di handicap) è cresciuto a Holywood, il paese dell’Irlanda del Nord dove è nato Rory McIlroy.  (31 agosto 2018)

 

 

Team Usa: i primi otto convocati ufficiali

SHEBOYGAN Jordan Spieth e Phil Mickelson in una immagine di repertorio: li rivedremo in Ryder Cup 2018? (foto Afp)

SHEBOYGAN Jordan Spieth e Phil Mickelson in una immagine di repertorio: li rivedremo in Ryder Cup 2018? (foto Afp)

A poco più di quaranta giorni dal via della Ryder Cup 2018 prende forma la squadra del Team Usa. In base all’ordine di merito rappresenteranno gli Stati Uniti i seguenti giocatori: Brooks Koepka, Justin Thomas, Dustin Johnson, Patrick Reed, Jordan Spieth, Rickie Fowler, Bubba Watson e Webb Simpson. Per arrivare a dodici serviranno le quattro wild card a disposizione del capitano Jim Furyk. Qualcuno, dopo il PGA Championship, ha ridotto a tre le wild card, riservandone una a Tiger Woods. Fuori dalla lista e in attesa di una chiamata ci sono De Chambeuau, Mickelson, Finau, Kisner, Schaueffele, Kuchar e Zac Johnson. Degli otto convocati sette erano in campo ad Hazeltine 2016 (mancava Simpson). (13 agosto 2018)

 

 

E se giocasse davvero Tiger Woods?

PONTE VEDRA BEACH Tiger Woods impegnato nel giro finale del The Players dello scorso maggio (Foto Afp) Ryder Cup

PONTE VEDRA BEACH Tiger Woods impegnato nel giro finale del The Players dello scorso maggio (Foto Afp)

“Non è escluso che Tiger Woods a Parigi possa esercitare il doppio ruolo di vicecapitano e giocatore. E’ un leader e potrebbe darci una mano ricoprendo entrambe le vesti. Sono rimasto impressionato dal contributo che ha dato ad Hazeltine nel 2016″. Jim Furyk, capitano del Team Usa apre alla possibilità di vedere Woods in campo al Le Golf National da protagonista. “Gli ho chiesto aiuto lo scorso gennaio – ricorda Furyk – quando ho visto che si trovava ormai in via di guarigione. Ha accettato immediatamente l’incarico, senza battere ciglio”.

A 7 mesi di distanza da quella proposta, la leggenda californiana è risalita al ventesimo posto nella classifica a punti per la qualificazione alla Ryder per il Team Usa. E adesso spera in una wild-card che Furyk potrebbe decidere di assegnargli se mostrerà progressi soprattutto sul green. (12 agosto 2018)

 

Storia, numeri e record

• Il nome Ryder Cup arriva da Samuel Ryder, un mercante di semi di St Albans (Gb) che donò fisicamente la coppa messa in palio per la prima edizione, tenutasi al Worcester Country Club, nel Massachusetts(1927).

• Finora sono state giocate 41 edizioni di Ryder Cup.

• Per Team Europe complessivamente hanno giocato 82 professionisti.

• I giocatori inglesi hanno vinto 133,5 punti dal 1979 ad oggi. Nessun’altra nazione vanta un punteggio così alto.

PARIGI L'Albatros Course visto dall'alto: qui si giocherà la Ryder Cup 2018 (foto Afp)

PARIGI L’Albatros Course de Le Golf National visto dall’alto (foto Afp)

• Team Europe ha utilizzato giocatori provenienti da 12 Stati diversi

Sergio Garcia è stato il giocatore più giovane. La sua prima partecipazione risale al 1999 quando sì giocava a Brookline (vicino Boston): all’epoca el Nino aveva 19 anni e 258 giorni.

• L’americano Ray Floyd è stato il giocatore più vecchio a scendere in campo: nel 1993 a Belfry (Inghilterra) aveva ben 52 anni.

• La 42esima edizione si disputa in Francia per la prima volta: tre transalpini hanno giocato almeno una volta dal 1979.Si tratta di Jean van de Velde, Thomas Levet
e Victor Dubuisson.

AUGUSTA, Sir Nick Faldo nel Par 3 Contest che ha preceduto il Masters 2018: suoi i record di Ryder Cup (foto Afp)

AUGUSTA, Sir Nick Faldo nel Par 3 Contest che ha preceduto il Masters 2018 (foto Afp)

• Sir Nick Faldo è il giocatore con il maggior numero di punti individuali ottenuti. Il totale arriva a 25.

• Sir Nick Faldo detiene anche il record di Ryder Cup giocate con il Team Europe: 11 edizioni. In totale i suoi match sono stati 46

• L’americano Arnold Palmer ha il record di match vinti: sono ben 22

José María Olazábal e Seve Ballesteros detengono il primato di gare giocate in coppia: sono 15.

• Nessuno  viene pagato per giocare.

• Nell’ultima edizione il pubblico pagante arrivava da 96 Paesi diversi. (27 luglio 2018)

 

 

Stephen, il dilettante che non vuole essere convocato

Chi gioca a golf ha un sogno nel cassetto: una volta diventato professionista giocare una Ryder Cup. Lo si sogna per entrare nella storia e non solo. Qualcuno in Inghilterra ha messo le mani avanti, rinunciando da dilettante alla convocazione. Thomas Bjorn, tutto sommato l’ha presa bene. (3 maggio 2018)

Clicca e leggi la storia.

 

 

Ryder Cup 2018 – I vice-capitani

Alla vigilia del BMW PGA Championship, Thomas Bjorn, capitano europeo di Ryder Cup, ha annunciato i nomi dei cinque vice capitani che lo assisteranno a Parigi. Si tratta dello svedese Robert Karlsson, degli inglesi Luke Donald e Lee Westwood, dell’irlandese Padraig Harrington e del nordirlandese Graeme McDowell.

 

 

 

Ryder Cup 2018 – Dove si gioca

Ryder Cup 2022

Chi imbucherà il colpo vincente nel 2018 alla Ryder Cup? (Foto Afp).

La sede prescelta per il 2018 è Parigi. Si gioca sull’Albatros, uno dei tre percorsi de Le Golf National, a Guyancourt.  Adibito a terreno agricolo durante il regno di Luigi XIV, il campo di gara sorge su uno dei campi di grano del castello di Versailles che, solo nel 1990, fu trasformato in struttura per il golf. Il progetto fu siglato dall’architetto Hubert Chesneau.

Si compone di due percorsi da diciotto buche. Uno è, come detto sopra, l’Albatros, l’altro è l’Aigle. Il primo è un par 72 di 6300 metri ed è conosciuto come uno dei migliori campi internazionali. Il secondo è un par 72 di 5900 metri, pensato sia per dilettanti che per giocatori navigati. Non solo: il club ospita anche l’Oiselet, un nove buche specifico per gli allenamenti.

Per conoscere meglio i campi da golf francesi clicca qua.

 

 

Quando si gioca la Ryder Cup 2018

La competizione si snoda dal 25 al 30 settembre 2018.

 

 

Che cos’è la Ryder Cup

Ryder Cup

Jim Furyk (a sinistra) e Thomas Bjorn (Europe), i due capitani di Ryder Cup 2018 (foto Afp)

Per chi non lo sapesse ancora, ecco in estrema sintesi di cosa stiamo parlando.

La Ryder Cup è una sfida tra Stati Uniti e Europa che si gioca dal 1927 ogni due anni in alternanza in uno dei due continenti. Inizialmente la gara era tra Stati Uniti e Inghilterra. Poi, nel 1979, è stata allargata a giocatori del continente europeo. Il nome viene mutuato da Samuel Ryder, uomo d’affari inglese che donò il primo trofeo.

E’ uno dei principali eventi sportivi al mondo per ascolti tv e volume d’affari e in palio non c’è un solo euro o un solo dollaro. Si gioca “solo” per quella coppa e per il prestigio.

In Europa la Ryder Cup si è sempre disputata su percorsi della Gran Bretagna tranne che nel 1997 quando la sede fu Valderrama (Spagna). L’edizione 2022, quella in Italia, sarà la terza lontana dalla terra d’Albione.

 

 

 

La formula della Ryder Cup 2018

Ryder Cup

L’edizione 2018 di Ryder Cup in Francia ha il vento in poppa

Fanno parte dei rispettivi team dodici professionisti, in parte selezionati in modo automatico in base all’ordine di merito e in parte su libera scelta del capitano attraverso le wild card. Il ranking è pubblico e aggiornato gara dopo gara dell’European e del PGA Tour.

Per consultare le classifiche è sufficiente cliccare qua.

La formula si snoda su tre giorni di gara: i primi due in coppia, il terzo con i dodici singoli. In coppia si giocano otto foursomes e otto fourballs.

Nei foursomes i giocatori giocano in alternanza sempre la stessa pallina. Invece nei fourballs (ossia “quattro palle”) ogni giocatore della coppia gioca la sua pallina: a fine buca vince il punto il team del giocatore con lo score più basso. E’ possibile il pareggio.

Complessivamente in palio si sono 28 punti: vince chi ne conquista almeno 14.5. In caso di parità la Ryder Cup resta al campione uscente.

Campione uscente sono gli Stati Uniti.

 

 

 

 

Tre italiani da Ryder Cup

Senior Italian Open Ryder Cup

Costantino Rocca.

Sono tre i giocatori italiani che hanno avuto l’onore di giocare una volta la Ryder Cup. Il bergamasco Costantino Rocca c’era nel 1993, nel 1995 e nel 1997. Francesco Molinari ha giocato in coppia col fratello Edoardo nel 2010 e da solo nel 2012. Chicco è stato convocato anche per Parigi 2018.

 

 

 

Le future sedi di Ryder Cup

Ryder Cup 2018

Foto Afp

Tanto per dire la portata dell’evento in America hanno praticamente già scelto i percorsi che ospiteranno la gara fino al 2030. Ecco l’elenco.

Il sito ufficiale

Segui la pagina Facebook di GOLFANDO … e iscriviti al gruppo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.