Incidenti di golf: 31enne inglese colpito da una pallina al basso ventre

Una maledetta serie di coincidenze su un campo da golf ha mandato in sala operatoria un inglese di 31 anni. L’uomo, mentre passeggiava nel verde a bordo percorso, è stato colpito al basso ventre da una pallina. Uno dei peggiori incidenti di golf. Un dolore atroce. Una sofferenza che lo portato dritto sotto i ferri per un delicato intervento a un testicolo.

incidenti di golf

Immagine di repertorio – Foto di Jorge Guillen da Pixabay

Continua a leggere

Il golf cresce: negli Usa boom di vendite di attrezzature

Da un addetto ai lavori (nonché amico) arriva un bilancio preliminare degli affari legati al golf negli Stati Uniti. I dati dimostrano che nonostante tutto il golf cresce ancora.

di Alessandro Dinon

Il golf cresce. Golf Datatech, la principale società di ricerche di mercato indipendente del settore del golf per le vendite al dettaglio, le tendenze dei consumatori e del commercio, ha annunciato che le vendite di attrezzature da golf negli Stati Uniti nel dicembre 2020 sono aumentate del 58% rispetto allo stesso periodo nel 2019.Il golf cresce

Continua a leggere

Ecco i giocatori di golf dell’anno | Quale il miglior italiano nel 2020?

Si chiude un anno stravolto dalla pandemia. Dodici mesi che tutti vorrebbero lasciarsi alle spalle il prima possibile. Prima di spingerli per sempre in soffitta cerchiamo di mettere nero su bianco i giocatori di golf che si sono distinti nell’anno della pandemia.
I principali circuiti hanno scelto per tempo miglior giocatore e miglior matricola. Ai lettori chiedo di scrivere i migliori giocatori di golf italiani 2020. (sl)
Continua a leggere

World Handicap System, da oggi valgono le ultime 20 gare di golf

di Sauro Legramandi@golftgcom
Scatta una rivoluzione nel mondo del golf. Da oggi martedì 15 dicembre 2020 entra in vigore in Italia il nuovo sistema mondiale di gestione dell’handicap, ossia il World Handicap System. Cambia quasi tutto: addio alla virgola, addio all’abitudine di conoscere l’handicap un minuto dopo l’ultimo putt in gara… D’ora in poi l’handicap non coglierà più l’attimo (ossia lo stato di grazia/disgrazia di una singola giornata) ma fotograferà un periodo di forma più lungo.

Continua a leggere

DPCM di Natale e golf: gare amateur sospese, ok allenamenti

Il cosiddetto DPCM di Natale datato 3 dicembre ha portato un giro di vite nel mondo dello sport, golf compreso. Dopo l’ultimo provvedimento del governo Conte si è mosso anche il Coni che, in una circolare inviata il 4 dicembre anche a Federgolf, ha chiesto alle singole federazioni di mettere in pratica le nuove direttive.

Continua a leggere

San Siro Golf chiude. “E dire che siamo sopravvissuti al coronavirus…”

Laddove fino a lunedì scorso volavano migliaia di palline da golf un giorno (forse) verrà preso a calci un pallone. Dopo dodici anni di onorata carriera, San Siro Golf, campo pratica nel cuore di Milano, ha abbassato la saracinesca. L’immobiliare proprietaria del terreno, la società Snaitech (subentrata otto anni fa alla Snai), ha progetti diversi. L’area verrà probabilmente inserita nel più ampio progetto urbanistico legato al nuovo stadio cittadino. “Pensi che non ci aveva fermati nemmeno il coronavirus” dice a Golfando Claudia Caldesio, la presidente del San Siro Golf.

San Siro Golf

San Siro Golf (foto dal sito)

Continua a leggere

La email: il coronavirus ci stimola a preservare la salute, il golf lo fa e va aiutato

Di seguito la email di un giocatore di golf indirizzata ai vertici nazionali e lombardi del nostro sport. Dopo un anno di pandemia, è un ottimo post per guardare avanti.

di Claudio Maggioni

“Egregi Presidenti,
sono un amateur di golf, sport che pratico con passione da oltre vent’anni. Una videoconferenza sul tema della riapertura dei circoli dopo l’emergenza COVID-19 mi ha offerto interessanti spunti di riflessione.

La moderatrice ha ricordato il significato etimologico del termine crisi.  Se nel linguaggio contemporaneo la parola ha acquisito un’accezione negativa, in greco antico essa alludeva a una separazione, da intendersi anche come spazio di riflessione e pausa di discernimento tra due momenti. In sostanza la crisi è il momento della rielaborazione, il presupposto per un miglioramento.
Proprio ora intravedo per il golf una grande opportunità di rinnovamento e l’occasione di un cambiamento sostanziale. Continua a leggere

Chef in Green 2020: settanta chef in sette tappe nonostante la pandemia

Si è concluso al Golf Club Asolo il contest Chef in Green 2020, iniziativa che unisce chef, addetti alla ristorazione e golfisti. Una gara-evento un po’ fuori dagli schemi che, nel rispetto delle disposizioni anti-Covid, ha già suggerito nuovi spunti per il 2021.

Chef in Green 2020

Tolcinasco, la lezione del mattino ad un gruppo di chef.

Continua a leggere

Golf, Niemann: il mio cuginetto ha l’atrofia muscolare spinale, la cura costa 2,1 mln di dollari

Di Sauro Legramandi – @golftgcom
Quelle di Joaquin Niemann sabato non erano lacrime di gioia per aver passato il taglio al RSM Classic sul PGA Tour. Quello della promessa del golf cileno era il pianto disperato di un 22enne che ha scoperto che il suo cuginetto è nato con l’atrofia muscolare spinale di tipo 1. Il bimbo si chiama Rafita, è venuto al mondo il 21 ottobre e la sua speranza per un futuro migliore si chiama Zolgensma, terapia genica di Novartis dal costo di 2,1 milioni di dollari. In Italia la terapia è gratuita se la diagnosi avviene nei primi sei mesi di vita.

Atrofia Muscolare Spinale

Joaquin Niemann (foto Afp) e il piccolo Rafita

Continua a leggere