Ladies Italian Open torna dopo sette anni: si gioca a Margara

Piccolo traguardo storico per il golf femminile: dopo sette anni di assenza, l’Italia tornerà ad avere il Ladies Italian Open, gara nel calendario 2021 del Ladies European Tour. Si giocherà dal 28 al 30 maggio a Margara, a Fubine Monferrato (Alessandria).

L’edizione numero 25 della kermesse azzurra, la prima in Piemonte, è un evento di grande prestigio inserito all’interno del Progetto Ryder Cup 2023. Con il patrocinio del Piemonte, la federazione punta alla valorizzazione di una Regione di tradizione golfistica e dal grande appeal turistico.

Ladies Italian Open, 126 in gara

Le regine del massimo circuito continentale del green si daranno battaglia in un torneo davvero molto atteso. Saranno 126 le giocatrici in campo e l’evento metterà in palio un montepremi complessivo di 200.000 euro.

BOCA RATON Madelene Sagstrom (Foto di Mike Ehrmann / GETTY IMAGES NORTH AMERICA / AFP).

BOCA RATON Madelene Sagstrom (Foto di Mike Ehrmann / GETTY IMAGES NORTH AMERICA / AFP).

Dalla 24esima edizione, andata in scena a Perugia nel 2014 e vinta dalla inglese (ma nata in Germania) Florentyna Parker, sono passati appunto sette anni. Il torneo torna ora agli antichi fasti: dalla prima rassegna del 1987 a Croara di Gazzola (Piacenza) a quella del 2021 in Piemonte.

 

Il Golf Club Margara

In Monferrato, patrimonio mondiale dell’umanità, il Golf Club Margara è stato costruito nel 1970 e ultimato nel 1972.

Si tratta di un’eccellenza golfistica immersa nella natura tra colline, vigneti e le Alpi sullo sfondo.

Due i campi di gara, entrambi di 18 buche. Il primo, percorso Glauco Lolli Ghetti (in memoria del fondatore, nominato Cavaliere del Lavoro nel 1973) è circondato da alberi ad alto fusto e permette di giocare tra querce, salici e aceri lungo i larghi fairway che si sviluppano tra le colline del Monferrato. Il secondo, La Guazzetta, presenta un’architettura più moderna e alterna buche più tecniche.

Il golf club Margara

Il golf club Margara

Margara è già stato il teatro di gara di ben 21 edizioni del Challenge Tour tra il 1981 e il 2008. Quest’anno accoglierà anche l’Italian Challenge Open (gara del secondo circuito continentale maschile in programma dal 22 al 25 luglio).

Nel 2019 il circolo ha ricevuto il premio Impegnati nel verde, riconoscimento ambientale promosso dalla Federazione, con il supporto dell’Istituto per il Credito Sportivo, per promuovere lo sviluppo ecosostenibile del golf.

Il Ladies Italian Open conferma infine l’impegno per l’universo femminile, come testimonia il progetto “Golf è donna”, patrocinato dal CONI e dalla R&A in partnership con l’associazione Susan G.Komen Italia.


Golfando sui social:
La pagina Facebook
– La community (iscriviti al gruppo)

Golf influencer, 40 milioni di dollari a colpi di clic (calcolati male)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *