Michael Visacki e il golf, uno su 16.496 ce la fa

PALM HARBOR, FLORIDA Michael Visacki nel secondo giorno del Valspar Championship (Foto di Mike Ehrmann / GETTY IMAGES NORTH AMERICA / Getty Images via AFP)

PALM HARBOR, FLORIDA Michael Visacki nel secondo giorno del Valspar Championship (Foto di Mike Ehrmann / GETTY IMAGES NORTH AMERICA / Getty Images via AFP)

di Sauro Legramandi@Sauro71
Siamo un po’ tutti Michael Visacki. Chi più chi meno ogni golfista sogna, ha sognato e sognerà di giocare almeno una volta nella vita sul Tour. Che sia European o PGA o Challenge cambia poco: l’importante è coronare quel maledetto sogno. Michael Visacki ne realizzati due di sogni e, in entrambi i casi, si è commosso. Continua a leggere

Come funziona il golf universitario negli Stati Uniti

Golf universitario

Chapparal Pines, Payson (Arizona)

A spiegare le dinamiche del golf universitario è Ben Deets, in qualità di University Search Director per Athletes USA. Per lui anche un passato da university golf coach.

Il golf universitario negli Stati Uniti è individuale e di squadra. Si gioca tutto l’anno tranne l’estate quando gli studenti rientrano nei loro Paesi d’origine.

Ecco come funziona per ogni stagione – Gli studenti/atleti arrivano negli Usa verso la metà o la fine di agosto. Normalmente, dopo una serie di incontri di squadra (compresi esami fisici, orientamento e presentazioni) l’allenatore inizierà la pratica di routine. Continua a leggere

La email: tesseramento libero, circoli di golf in perdita e tesserifici…

Ricevo e pubblico la seguente email di un lettore dalla provincia di Bologna che spazia dal tesseramento libero al bilancio di una singola famiglia. Il dibattito è aperto.

Buongiorno Sauro,

forse in passato ha già affrontato questo argomento nel blog, anche se io non sono riuscito a trovare nulla al riguardo. E’ comunque un argomento che, secondo me, resta sempre di moda: i tesserifici online. Continua a leggere

Portorico, “giocatore di golf” spara al cane che gli sposta la pallina

Il frontespizio del verbale della polizia di Portorico

Il frontespizio del verbale della polizia di Portorico

L’essere umano troppe volte dimentica di essere umano. Lo scopriamo ogni giorno e per fortuna ogni giorno ci indigniamo ancora. A Portorico un “giocatore di golf” ha sparato e ucciso un cane in campo. Il golf non c’entra, il golf è diverso. Follia e cattiveria sono esplose lungo un fairway (ed è per questo che ne scriviamo) ma avrebbero potuto tracimare ovunque, dalla strada al bar. Continua a leggere

Super League Golf e petrodollari insidiano PGA ed European Tour

di Sauro Legramandi
I petrodollari bussano alle porte del golf mondiale e qualcuno comincia ad aprire. La Premier Golf League adesso si chiama Super League Golf, i finanziatori sono sauditi e le prime offerte faraoniche sono state recapitate e, ad arte, fatte trapelare.

(Photo by Amer HILABI / AFP)

Al numero uno al mondo Dustin Johnson, ad esempio, sono stati offerti trenta milioni di dollari per giocare un anno sulla Super League Golf. Continua a leggere

Pine Valley Golf Club apre alle donne “socialmente compatibili”

Il Pine Valley Golf Club in New Jersey, uno tra i più rinomati negli Stati Uniti e riservato esclusivamente agli uomini dalla sua fondazione nel 1913, ha votato a favore dell’inclusione delle donne fra i suoi membri.

La notizia non è certo di poco conto: Pine Valley, come detto, non è un campo qualsiasi. La rivista Golf Digest per anni lo ha definito come il miglior campo degli Stati Uniti e tra i migliori del mondo.
Continua a leggere

Sergas-Zorzi: “Genitori, fate provare il golf negli Usa ai vostri figli”

Torniamo a parlare di golf negli Usa. Meglio: golf di college negli Usa. Tanti appassionati avranno accarezzato per i propri figli il sogno di un’esperienza di vita all’estero. Un’esperienza fatta di libri, socializzazione e sport. Due icone del golf italiano come Veronica Zorzi e Giulia Sergas hanno aperto la via a viaggi simili. Oggi raccontano di Road to USA, la loro iniziativa rivolta ai giovani golfisti che sognano di giocare e studiare negli States.

Cos’è Road to USA e come nasce questa idea?
Veronica: “Nel luglio del 2019 portai dei miei allievi a fare un viaggio golfistico negli Usa, vicino a Jacksonville, in Florida. La mattina giocavano 18 buche nel World Golf Village e il pomeriggio facevano lezione di inglese e preparazione atletica presso la Bollet School, assieme ad altri atleti. Erano tennisti e nuotatori là per un Summer Camp. La cosa piacque molto: l’idea di studiare ed allenarsi in un ambiente sicuro li ha conquistati. Così, quando tornai parlai a Giulia Sergas e Federica Piovano per provare a sviluppare questo progetto. Da lì divenne Road to USA“. Continua a leggere

La Superlega è la fotocopia della Premier Golf League, eppure…

di Sauro Legramandi
Il battesimo veloce e l’ancora più veloce elogio funebre della Superlega di calcio mi ha fatto tornare in mente un’altra rivoluzione annunciata e, per ora, rimasta sulla carta. Alzi la mano chi si ricorda la Premier Golf League, nata poco più di un anno fa e poi di fatto sparita almeno per noi comuni golfisti.

Continua a leggere