Golf History – Storia e collezionismo

Golf History è la rubrica di Golfando dedicata alla storia del golf.

Quello che giochiamo noi è uno sport in continua evoluzione. E’ il risultato di secoli di cambiamenti nelle regole, nei materiali e nel modo di approcciarsi. Ed è proprio di questo che Golf History vuole parlare. 

"Golf History"

Carlo Busto, l’autore della rubrica “Golf History”

L’autore, Carlo Busto, racconta di volta in volta passaggi storici, l’epopea di alcuni personaggi, le scelte dei clubmakers e tanti episodi che hanno fatto la storia del golf più o meno remoto.

Un occhio di riguardo al mondo del collezionismo che prende sempre più piede. I veri pezzi collezionabili hanno lo shaft in legno e sono stati prodotti prima del 1930: se ne possiedi uno o più di uno e ti interessa conoscerne il valore contattataci pure.


Golf History – L’indice


9. Walter Hagen e quella Rolls Royce…


8. Giocheresti mai con un Giant Niblick?


7. “Evita la pandemia e vai a giocare a golf”


6. The Great Triumvirate


5. Maria Stuarda, la regina che inventò il ‘caddie’


4. Bobby Jones, il golfista che vinse tutto senza…


3. Il driver di Tiger e Molinari inventato nel 1896?


2. Diciotto buche giocate con un ferro solo


1. Dall’Antica Roma alla Scozia passando per le Fiandre


Walter Hagen e una Rolls Royce
contro l’elite del golf

Un secolo fa i professionisti di golf non mettevano piede in clubhouse perché i soci del circoli non li ritenevano all’altezza. Le cose sono cambiate anche grazie a Walter Hagen e alla sua idea di usare una fuoriserie come spogliatoio

Clicca e leggi il resto


Giocheresti mai con un Giant Niblick?

Attorno al 1920 inizia a diffondersi un nuovo niblick, ossia quello che oggi chiameremmo wedge. Verrà identificato con il nome di Giant Niblick a causa delle dimensioni spropositate. L’ideatore del giant non è noto ma sembra che James Braid (cinque volte Open Champion).

Clicca e leggi il resto


 

“Evita la pandemia e vai a giocare a golf”

La storia a volte si ripete ma le reazioni cambiano da un’epoca all’altra.

Nel 1918 l’influenza ribattezzata “spagnola” anch’essa pandemica infettò nei soli Stati Uniti 28 milioni di persone. Circa 600.000 di loro morirono.

Fu una cosa enorme, possiamo ben capirlo anche noi oggi.

Clicca e leggi il resto.


 

The Great Triumvirate

Sul Tour oggi assistiamo ad un sostanziale livellamento al vertice. I vincitori dei principali tornei sono quasi sempre tra i primi cinquanta del ranking. Eppure c’è stato un periodo in cui non era così e, seppur non mancassero altri buoni giocatori, erano di fatto in tre a essere quasi sempre davanti a tutti.

Con particolare riferimento all’Open Championship dal 1894 al 1914, in ben quindici edizioni su ventuno furono sempre tre giocatori ad imporsi…

Clicca e leggi il resto.


 

Maria Stuarda, la regina che inventò il ‘caddie’


Maria Stuarda divenne regina di Scozia nel 1543 all’età di… nove mesi. Giovanissima, andò in sposa al re di Francia Francesco II e alla corte transalpina prese presto dimestichezza con lo sport del golf. 

Clicca e leggi il resto.


 

Bobby Jones vinse tutto senza mai diventare professionista


Robert Tyre Jones jr, detto Bobby, nasce ad Atlanta il 17 marzo del 1902. E’ un ragazzino gracile che accompagna spesso suo padre, buon golfista, in campo. Bobby partecipa al suo primo torneo all’età di 6 anni e lo vince.

Clicca e leggi il resto.


 

Il driver di Tiger e Molinari inventato nel 1896?


Siamo tutti abituati a vedere splendide pubblicità di mazze da golf che sembrano studiate nei laboratori aerospaziali della NASA. Ma non sempre le idee alla base di queste ipertecnologiche mazze sono così originali.

Clicca e leggi il resto

 

Diciotto buche giocate con un ferro solo


Nel 1890 da circa trent’anni erano state inventate le sacche per portare con sé il set di bastoni. I caddy erano la regola ma a Robert Inglis Urquhart portare questo peso appariva poco pratico. Gli venne un’idea: realizzare un solo ferro con un meccanismo a cremagliera per regolarne il loft.

Clicca e leggi il resto

 

Dall’Antica Roma alla Scozia

Golf History

Un dettaglio della mazza da “kolf”

Sappiamo tutti che le origini del golf sono ancora oggi oggetto di discussione tra gli esperti. E’ certo che il golf abbia avuto dei progenitori, a partire dalla paganica giocata con un bastone ricurvo e una palla di legno dai legionari romani. Più tardi, dalla metà del 1200 troviamo alcuni giochi chiamati a seconda delle località e del periodo cambuca, chole, crosse, kolven e kolf.

Clicca e leggi il resto


Chi è Carlo Busto

L’autore di “Golf History”, esperto di mazze da golf rare ed inusuali prodotte fino al 1930, è stato il primo italiano ammesso su presentazione nella “British Golf Collector’s Society” ed è in contatto regolarmente con collezionisti e storici in tutto il mondo.

Mosso da grande passione per l’epoca d’oro del golf Carlo Busto ha costituito la più importante collezione italiana di rare mazze “hickory”. Appassionato di golf a 360 gradi partecipa a gare di golf hickory ed ha vinto il primo Italian Hickory Open tenutosi nel 2019.

Per scrivere a Carlo Busto clicca qua

Per seguire la sua pagina Facebook clicca qua


Golfando sui social:
La pagina Facebook
– La community (iscriviti al gruppo)