Noor Ahmed: americana e musulmana, gioco a golf con l’hijab

Con ogni probabilità Noor Ahmed è l’unica studentessa di college Usa a giocare a golf con l’hijab. Noor ha compiuto vent’anni lo scorso 14 aprile, è una cittadina americana nata ad Austin (Texas) da due egiziani e il suo velo islamico sta attirando parecchie attenzioni. E siccome le comari di un paesino non brillano certo in iniziativa Noor adesso è presa di mira nel modo più semplice e vigliacco, ossia sui social network.

Noor Amhed, la 20enne Usa che gioca a golf con l'hijab (foto Huskers.com).

Noor Ahmed, la 20enne Usa che gioca a golf con l’hijab ((foto di Isabel Thalken/Nebraska Communications, dal sito Huskers.com)

Continua a leggere

Il golf è senza età: Anna Maria in campo a 96 anni a Bologna

“Non ho l’età per giocare”. La prossima volta che qualcuno ironicamente ti dirà così tu non cadere nel tranello ma rispondi senza battere ciglio: “Il golf è senza età. Ricordati Anna Maria Spaolonzi Golfieri“. E chi sarà mai costei? Un’icona del green? Una speranza del panorama italiano? Una campionessa affermata? No, una donna qualsiasi che a 96 anni ha giocato nelle scorse ore in una gara al Golf Club Bologna.

Il golf è senza età: Anna Maria Spaolonzi Golfieri (foto Ansa).

Anna Maria Spaolonzi Golfieri (foto Ansa).

Continua a leggere

“Golf a scuola: a Bibbona 186 iscritti, al campo pratica ne sono arrivati 5 e poi sono spariti”

Il post sull’ingresso del golf a scuola ha suscitato parecchio interesse, segno che si tratta di un argomento molto sentito. Fra i vari riscontri mi ha colpito un commento arrivato da Bibbona dove un’esperienza del genere non ha dato purtroppo i frutti sperati. Ho chiesto a Sergio Borgioli, segretario del circolo “Le Capanne” di descrivere come sono andate le cose. Ecco il suo racconto e la sua analisi. Dopo averla letta scrivi che ne pensi?

Per provare il golf a scuola vanno bene anche questi putter...

Per provare il golf a scuola vanno bene anche questi putter…

I corsi di golf a scuola – anno scolastico 2017/18, realizzato in collaborazione col sindaco Massimo Fedeli – si sono tenuti con cadenza settimanale, coinvolgendo due classi di terza, due classi di quarta e una quinta delle primarie, due classi di prima e due classi di seconda media. In totale sono stati coinvolti 186 bambini. La durata è stata di cinque mesi. I corsi si sono tenuti nella palestra della scuola e sono stati approvati dal dirigente scolastico in carica. Continua a leggere

Golf e cronaca, “sì, ho ucciso io Celia Barquin Arozamena”

Il brutale delitto di Celia Barquin Arozamena ha scosso il mondo intero lo scorso settembre. La 22enne spagnola, brava studentessa e anche promessa del golf, fu trovata senza vita su un campo del circolo di Coldwater Links, nella cittadina di Aimes, nello Stato americano dell’Iowa. Per l’omicidio fu arrestato Colin Richards, senzatetto e sbandato.

Celia Barquin Arozamena

Celia Barquin Arozamena.

Continua a leggere

L’opinione: il futuro del golf? Fuori dal campo da golf

Molti di noi vedono nella creazione di campi da golf pubblici la via principale per dare un futuro al golf. Secondo l’amico Alessandro Dinon servono invece spazi che uniscano il campo pratica e l’intrattenimento, spazi aperti di sera dove divertirsi e sparare palline. Leggi fino in fondo e lascia il tuo commento (s.l.)

di Alessandro Dinon
“Spesso mi soffermo ad analizzare i dati sul movimento del golf al livello mondiale che mi portano a pensare al futuro del golf. Ultimamente mi sono concentrato nel “Rapporto sull’industria del golf del 2018” realizzato dalla National Golf Foundation. Quanto ho appreso dovrebbe far aprire gli occhi a molte persone che lavorano nell’industria del golf.

Il futuro del golf

Continua a leggere