Il Golf MarediRoma si allarga: 18 buche da footgolf e accesso al mare

Altra tappa nel panorama dei circoli di golf italiani. Ad Ardea, a pochi passi da Roma, è attivo il Golf MarediRoma, un nove buche in prima linea per far conoscere questo sport e non solo. Mentre altri circoli limitano all’essenziale la propria attività, ad Ardea si va controcorrente. Accanto a quello da golf infatti è stato realizzato un campo da footgolf. I puristi storcano pure il naso ma il footgolf attrae gli appassionati di calcio e chissà che qualcuno di loro non prenda anche un ferro in mano.

MarediRoma

Tutto pronto per il foogolf al MarediRoma

Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Irish Open: Jon Rahm più forte di tutti, telespettatori compresi

Acuto europeo per Jon Rahm, il più rampante delle nuove leve sul Tour. Lo spagnolo ha vinto con spettacolo e un pizzico di polemica il Dubai Duty Free Irish Open. Ha chiuso in 264 colpi (65 67 67 65, -24), realizzando il nuovo score record del torneo. Matteo Manassero ha chiuso al 48esimo posto con 280 colpi (72 66 73 69, -8).

Jon Rahm

Jon Rahm alza il trofeo dell’Irish Open (foto Facebook)

Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Stefano Palmieri: io cieco ho capito con il golf che nessun handicap può fermarti

Una Storia di golf con la esse maiuscola quella di Stefano Palmieri. Una Storia che se accadesse in sport come il calcio o il basket sarebbe finita dritta in prima pagina. Stefano Palmieri è un 45enne toscano cieco dopo un incidente e fresco vincitore del British Blind Golf Open e dell’Irish Blind Open. Federgolf ha diffuso il racconto della sua vita.

Stefano Palmieri

Stefano Palmieri (Foto Federgolf)

Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

GIFT 2017 a Monticello: premi per 15mila euro, il sogno Malesia e un nuovo golf online

GIFT sfiora la doppia cifra: quella in programma il prossimo weekend è la nona edizione della gara ideata (nel 2008) da Marco Foi e Aureliano Piccolo. GIFT sta per Golf International Forum Tournament: l’idea nacque a margine del forum di Nextgolf e all’epoca la gara era pensata come manifestazione aperta agli iscritti ai Forum di tutt’ Europa. A seguire GIFT è diventata una gara del calendario nazionale di Nextgolf e da tre anni fa parte del World Amateur Golfers Championship.

 

GIFT

Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Golf a Palermo: al Villa Airoldi gli ostacoli d’acqua sono… tre fontane d’epoca

Il golf non è “solo” uno sport bensì può essere un punto di incontro tra natura e storia. L’esempio è il golf a Palermo, il Villa Airoldi Golf Club, ossia nove buche in un parco del Settecento. Il percorso ha una peculiarità: gli ostacoli d’acqua sono tre …fontane d’epoca da poco tornate al loro antico splendore. Sono loro gli unici ostacoli d’acqua del campo.

Golf a Palermo

Una delle fontane del Villa Airoldi Golf Club

Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Rivoluzione Irish Open: via libera ai cellulari degli spettatori, premiata la foto migliore

Dice il saggio: se il nemico non puoi sconfiggerlo fattelo amico. Al circolo irlandese di Portstewart, dove inizia l’Irish Open, hanno seguito il consiglio del saggio. Il “nemico” in questione è il cellulare usato per scattare foto ai giocatori in campo durante le gare. Da oggi s’inverte la rotta: ogni spettatore potrà scattare tutte le fotografie che vuole. E non solo: la foto migliore sarà premiata con 500 sterline. Si tratta della prima volta in assoluto di un’apertura simile sullo European Tour.

Irish Open

AKRON (Usa) I fans fotografano Tiger Woods con i cellulari durante il giro di prova del World Golf Championships-Bridgestone Invitational 2014 (foto Afp)

Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Stefano Palmieri vince il British Blind Golf Open

Stefano Palmieri, golfista non vedente, ha vinto il British Blind Golf Open disputato al Golf Club Greenore Village, a Carlingford in Irlanda. L’atleta di Follonica, guidato sul campo da Riccardo Cheli, si è imposto nella categoria B1 con 206 colpi. Dietro di lui lo statunitense Chad Nesmith (212).

Stefano Palmieri

Stefano Palmieri e Riccardo Cheli (foto dalla pagina Facebook di Palmieri)

Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Open de France – Le Golf National, Parigi – 2017

Sul campo dove si giocherà la Ryder Cup 2018 vince l’inglese Tommy Fleetwood

 

Parla inglese l’edizione numero 101 dell’Open de France: a vincere è stato Tommy Fleetwood con 272 colpi (67 68 71 66, -5). Fleetwood ha avuto la meglio per un colpo sul Peter Uihlein (273, -11) solo all’ultima buca. Lo statunitense ha sbagliato il driver alla buca 18.

Open de France

Tommy Fleetwood con il trofeo (foto Ornella Parigi)

Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Due hole-in-one di fila sulla stessa buca da due giocatori di golf? Fatto

Hole-in-one, il sogno più o meno segreto di ogni giocatore di golf. Imbucare al volo dal tee di partenza, marcare “uno” sullo score e far firmare la pallina appena raccolta dalla buca. A futura memoria. Chi ha ha avuto la fortuna e la bravura di metterne a segno una (o più di una) non se lo scorderà mai. Quante volte accade in una stagione di imbucare al volo? Quasi mai. E quante volte accade di vedere due hole-in-one sulla stessa buca nello stesso team? La risposta esatta non è “mai”.

Hole-in-one

Mark Mcleod e la foto postata su Twitter poco dopo la doppia hole-in-one

Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page