Francesco Molinari: “E’ incredibile vincere sul PGA. E che belli i complimenti di Tiger Woods”

Mai day after potrebbe essere più dolce di questo. Francesco Molinari forse non avrà ancora chiuso occhio tra interviste, social e messaggi di congratulazioni. Del resto l’appuntamento con la storia vale bene qualche ora di sonno in meno. “E’ incredibile, ancora non riesco a realizzare la portata di questa impresa – ha detto l’italiano quasi a caldo – Devo ammettere che nell’ultimo giro è stato tutto piuttosto facile e non me lo aspettavo di certo. Sono venuto qui in America per ottenere una posizione migliore nella corsa alla FedEx Cup e ce l’ho fatta”.

POTOMAC Il primo successo sul PGA Tour è per sempre: Francesco Molinari si concede un sorriso e un selfie (foto Afp)

POTOMAC Il primo successo sul PGA Tour è per sempre: Francesco Molinari si concede un sorriso e un selfie (foto Afp)

Continua a leggere

Francesco Molinari vince il Quicken Loans National, è la prima volta di un italiano sul PGA Tour

Chiamatelo King. Chiamatelo Re, Chicco o Laser Frankie. Anzi: chiamatelo come volete ma da oggi Francesco Molinari è il primo italiano a vincere sul PGA Tour, il circuito pro più importante al mondo. Italians do it better: siccome vincere non bastava, Molinari entra nella storia del golf italiano stravincendo il Quicken Loans National. Per lui in totale 259 colpi (67 65 65 62, -21).

POTOMAC Francesco Molinari e un compagno di avventura speciale alla fine del Quicken Loans National (foto Afp).

POTOMAC Francesco Molinari e un compagno di avventura speciale alla fine del Quicken Loans National (foto Afp).

Continua a leggere

Tiger Woods il maratoneta: in carriera ha camminato per 9.098 km

“Oh, quanta strada nei miei sandali – Quanta ne avrà fatta Bartali…”. Parole e musica di Paolo Conte che, metrica e buon gusto permettendo, potremmo prendere in prestito per Tiger Woods. Da 23 anni l’oramai ex numero uno ha camminato in lungo e in largo sui campi da golf di Stati Uniti e non solo. Quanta strada avrà fisicamente percorso in carriera? Adesso si sa: 9.098 chilometri. Ossia andata e ritorno tre volte da Bolzano a Palermo. A piedi.

CHARLOTTE Tiger Woods cammina alla 18 del giro finale del Wells Fargo Championship lo scorso maggio (foto Afp)

CHARLOTTE Tiger Woods cammina alla 18 del giro finale del Wells Fargo Championship lo scorso maggio (foto Afp).

Continua a leggere

Justin Thomas nuovo re del golf mondiale

Dopo 15 mesi il golf mondiale ha un nuovo re: Justin Thomas ha scalzato Dustin Johnson dal trono del World Ranking. Da un americano all’altro quindi, con Thomas che massimizza l’undicesimo posto al The Players Championship, uno dei tornei più attesi della stagione del PGA Tour.

AUGUSTA Justin Thomas sorridente al  Par 3 Contest prima del Masters 2018  (Foto Afp)

AUGUSTA Justin Thomas sorridente al Par 3 Contest prima del Masters 2018  (Foto Afp)

Continua a leggere

Kelly Kraft colpisce un uccello e addio taglio. Gli animalisti: allenati di più!

Per un caso più unico che raro un professionista, Kelly Kraft, centra un uccello alzatosi in volo, marca un colpo di penalità per la pallina in acqua e non passa il taglio in un torneo sul PGA Tour. Così torna a casa senza aver guadagnato un solo dollaro. E, ora la beffa: gli animalisti di Peta lo invitano a non incolpare il volatile e, soprattutto, ad allenarsi di più.

PALM HARBOR Kelly Kraft nel 2018 Valspar Championship, nel marzo 2018 (foto Afp).

PALM HARBOR Kelly Kraft nel Valspar Championship, nel marzo 2018 (foto Afp).

Continua a leggere

Patrick Reed, storia di un campione di golf e di antipatia

Siamo golfisti e siamo sinceri: Patrick Reed non sta simpatico a nessuno. E’ una delle poche certezze del mondo del golf: il nuovo Masters champion non va giù agli appassionati di golf, ai colleghi e nemmeno a sua sorella Hannah che, due anni fa, lo definì su Facebook “orribile sconosciuto ed egoista”.

AUGUSTA Patrick Reed verso il tee della buca 14 nel terzo giro dell'Augusta Masters (foto Afp).

AUGUSTA Patrick Reed verso il tee della buca 14 nel terzo giro dell’Augusta Masters (foto Afp).

Continua a leggere

Augusta Masters 3, c’è Rory McIlroy tra Patrick Reed e la green jacket

Un Augusta Masters dal sapore di Ryder Cup: sembra ristretta a due giocatori (protagonisti ad Hazeltine due anni fa) la corsa per il titolo di Magnolia Lane. Dopo il terzo giro in vetta c’è l’americano Patrick Reed che ha chiuso a -14 colpi (69, 66, 67). Ad inseguire il nordirlandese Rory McIlroy, migliore di giornata (65) al pari di Rickie Fowler e John Rahm.

AUGUSTA Le azalee fanno da cornice a Rory McIlroy mentre cerca la sua pallina nella buca 13 durante il terzo giro all'Augusta National (foto Afp)

AUGUSTA Le azalee fanno da cornice a Rory McIlroy mentre cerca la sua pallina nella buca 13 durante il terzo giro all’Augusta National (foto Afp)

Continua a leggere