Nino Bertasio brand ambassador di Falconeri

Un numero uno del made in Italy sempre più vicino al mondo del golf: Falconeri riconferma Nino Bertasio come brand ambassador del marchio. Il giocatore professionista, uno dei migliori del panorama azzurro, ha presentato la prima gara della Falconeri Golf Cup, il circuito che si chiuderà a Roma il 29 settembre.

Nino Bertasio, ambassador Falconeri, e Federica Fontana.

Nino Bertasio, ambassador Falconeri, e Federica Fontana.

Continua a leggere

In Malesia rimonta e vittoria per Sharma, Bertasio quinto

Vincitore a sopresa al Maybank Championship: con dieci birdie e otto par l’indiano Shubhankar Sharma ha recuperato diciotto posizioni e trionfato in Malesia. Nino Bertasio si è classificato quinto con 272 colpi (68 65 70 69, -16). Al 55esimo posto Matteo Manassero (-7).

Shubhankar Sharma

Shubhankar Sharma, vincitore del 2018 Maybank Malaysia Golf Championship (Foto Afp)

Continua a leggere

Sergio Garcia profeta in patria: vince lui a Valderrama – Ok Nino Bertasio

Sergio Garcia profeta in patria: lo spagnolo vince l’Andalucia Valderrama Masters e porta a 14 i titoli del suo palmares. Lo ha fatto dopo un lungo duello con Joos Luiten, deciso da un errore (triplo putt) dell’olandese alla buca 15. Allo spagnolo un assegno di 333.330 euro su un montepremi di due milioni di euro. Bene Bertasio, ottavo dopo il decimo posto all’Open d’Italia.

Sergio Garcia

Sergio Garcia alza il trofeo vinto (foto Ansa)

Continua a leggere

BMW PGA: vince Noren, Francesco Molinari secondo e vola al 16esimo posto nel ranking

Sempre più in alto: Francesco Molinari sfiora la vittoria nel cosiddetto quinto Major del circuito. Nel BMW PGA Championship Chicco ha inanellato un quarto giro spettacolare che gli ha fatto chiudere la gara con uno strepitoso -9. Purtroppo si è trovato davanti un Alex Noren in versione extraterrestre. Lo svedese a Wentworth è stato capace di girare domenica in 62 colpi (-10 di giornata). Il che significa un -11 finale. Benissimo Nino Bertasio (14esimo) e bene Manassero (30esimo).

Francesco Molinari Alex Noren

WENTWORTH – Alex Noren inonda di champagne il pubblico poco dopo la premiazione del BMW PGA Championship (foto Afp)

Al vincitore un assegno da 1.041.939 euro, a Molinari 694.623, a Bertasio 84.750, a Manassero 48.137. Ma non solo:  Francesco passa dal 31esimo al 16 posto nel World Ranking, due gradini sotto il suo miglior piazzamento in carriera nell’ordine di merito.

Continua a leggere

SCHEDA – Undici anni di italiani sullo European Tour

(aggiornamento: novembre 2017) Dedicato a chi vuol far tesoro del passato recente del golf italiano: a fine anno solare e alle porte di un anno lunghissimo anno di golf abbiamo voluto fermare un attimo il tempo e guardarci alle spalle, a quell’European Tour che ha visto protagonisti i nostri italiani. La domanda è sorta spontanea dopo l’ultima qualifyng school in Spagna: quanti azzurri hanno giocato sul Tour con carta più o meno piena negli ultimi anni?

Continua a leggere

Olimpiadi Rio, in classifica anche Nino Bertasio

In attesa che il sogno diventi realtà meglio parlare di “una bella soddisfazione”: nella più recente classifica dei 60 giocatori qualificati ai prossimi Giochi Olimpici non c’è più solo Francesco Molinari. Nell’ultimo aggiornamento infatti in sessantesima piazza è spuntato Nino Bertasio.

Nino Bertasio

Nino Bertasio

Continua a leggere

Marocco, chiudono bene Bertasio e Paratore Pavan e Gagli ok sul Challenge in Turchia

Trasferta da ricordare quella in Marocco per Nino Bertasio – quinto con 285 (-3) – e di Renato Paratore – decimo con 288 (par) – in occasione del Trophée Hassan II (European Tour). La vittoria è andata al coreano Jeunghun Wang (-5) al primo successo nel circuito.  L’asiatico, 20 anni, dopo aver chiuso la gara alla pari con lo spagnolo Nacho Elvira lo ha poi superato con un birdie alla seconda buca di playoff. Non sono riusciti ad entrare nello spareggio per un colpo l’inglese Robert Rock e il francese Clément Berardo (284, -4). Al settimo posto con 286 (-2) l’altro inglese David Dixon e all’ottavo con 287 (-1) il portoghese José-Filipe Lima e l’australiano Kristopher Mueck. Al coreanoun assegno di 250.000 euro su un montepremi di 1.500.000 euro.

Jeunghun Wang

RABAT – Jeunghun Wang

 

Hanno disputato un bel torneo, classificandosi in 22ª posizione con 292 colpi (+4) Matteo Manassero  e Francesco Laporta , protagonista nelle prime 36 buche, condotte al comando, e poi calato nel rendimento probabilmente per inesperienza, ma che sicuramente trarrà grande beneficio da questa prova. In 47ª con 296 colpi (+8) Edoardo Molinari risalito dalla 65ª. Continua a leggere

In Spagna vince Johnston, ok Bertasio – Dopo vent’anni nessuno finisce sotto il par

Prima vittoria per Andrew Johnston sull’European Tour e grande piazzamento per Nino Bertasio: l’Open di Spagna a Valderrama, segnato da vento e pioggia, finisce così. L’inglese Johnston ha chiuso con 285 colpi (+1) mentre l’italiano ha finito a +7. Edoardo Molinari si è piazzato al 42° posto (+15), Renato Paratore 56esimo (+18). Il tracciato ostico non ha concesso a nessun concorrente di terminare sotto par e così, dopo venti anni, si è avuto un vincitore sopra par: non accadeva dal 1996 quando il gallese Ian Woosnam si impose nello Scottish Open. Aveva comunque fatto lo stesso Justin Rose in un major (US Open, 2013).

Andrew Johnston

Andrew Johnston

Johnston ha regolato l’olandese Joost Luiten (+2) e lo spagnolo Sergio Garcia, promotore dell’evento con la sua Foundation, che dopo tre turni a basso ritmo ha avuto una impennata d’orgoglio portandosi in terza posizione (+3) grazie a un 67 (-4) score più basso di giornata.

Andrew Johnston, 27enne londinese con due titoli nel Challenge Tour, secondo dopo tre turni, ha avuto la meglio con un parziale di 70 (-1) frutto di tre birdie, l’ultimo decisivo alla buca 16, e di due bogey. Per lui un assegno di 333.330 euro su un montepremi di due milioni di euro. Continua a leggere

BMW South African Open, tutto in sospeso

Non si gioca ancora il secondo giro del BMW South African Open, torneo di European Tour e Sunshine Tour, in svolgimento sul percorso del Glendower (par 72), a Johannesburg: nella classifica provvisoria sono al comando con -8 Keith Horne e Branden Grace, che ha ancora sette buche a disposizione per migliorarsi. Segue Kruger con 137 (-7).

E’ al nono posto con – 4 dopo 13 buche Nino Bertasio e ha completato il turno Nicolò Ravano, 14° con 141 (-3). In metà percorso ha rimontato quarantun posizioni Renato Paratore, 39° con -2, e ora ha altre nove buche per salire ancora. Ha perso terreno Edoardo Molinari, da 33° a 49° con +1, ma può rimediare alla falsa partenza sulle 14 buche che gli restano da compiere. Destino deciso per Francesco Laporta, 125° con 151 (+7), che uscirà al taglio. Continua a leggere