Donald Trump guida la golf cart sul green di un suo campo da golf: è polemica

E’ sempre più tribolato il rapporto tra Donald Trump e il golf. Il presidente degli Stati Uniti è finito nell’ennesima polemica social- politica per aver guidato una golf car sul green di un campo da golf (il suo). Per chi non lo sapesse è una delle cose più brutte e vietate in questo sport. Un’eventualità che comporta richiami e/o sanzioni in qualsiasi circolo di golf del mondo. E in America episodi come questi vengono considerati indici di mancanza di rispetto non solo verso i giocatori di golfisti ma verso il cittadino qualunque. Il dubbio è legittimo: chi non rispetta le regole nel golf è propenso a non rispettarla nella vita?

Donald Trump e il golf

Alcuni scatti dal video che riprende Trump sul green a Bedminster

E’ accaduto a inizio giugno nel Trump National di Bedminster (New Jersey), uno tra i diversi resort di proprietà del tycoon. Il presidente vi stava trascorrendo uno dei tanti weekend golfistici e, incurante di regole e smartphone accesi, ha guidato la sua golf cart fino a pochi metri dalla buca. A chi lo filmava ha riservato una battuta sulla sicurezza del campo e poi via, premendo sull’acceleratore.

Donald Trump e il golf

La copertina di “Der Spiegel” all’indomani del passo indietro Usa dall’accordo sul clima

Come se nulla fosse. Come se fosse un neofita di questo sport. Come non conoscesse cosa si può fare e cosa no. Il golf si gioca senza arbitri e si basa su regole ed etichetta da seguire. Il rispetto per il compagno di gioco e per l’ambiente ne fanno giustamente parte. Passare con un automezzo sul green vuol dire fregarsene altamente del compagno di gioco e dell’ambiente.

Donald Trump e il golf: il green, zona “sacra”

Una golf cart, senza batteria, può pesare anche fino a tre quintali. Ai tre quintali aggiungete il peso di un uomo e la batteria. Fatto? Ora immaginate automezzo e conducente prima fermi sul green, poi in movimento sulla zona più delicata di un campo da golf. Risultato? Un disastro.

Per chi legge di golf per la prima volta, il green è quel manto erboso accuratamente rasato per far rotolare la pallina verso la buca. E’ un tappeto, gli ultimi metri prima di chiudere una buca. Per chi non conosce le regole di questo sport, ricordiamo che ogni giocatore è obbligato a coprire il “buco” che ogni pallina da golf fa sul green quando vi arriva di volo. Capite quindi l’assurdità del gesto di Trump? Ogni giocatore al mondo si inginocchia e ripara il pitchmark a mano, lui scorrazza in golf cart sul green. 

Donald Trump e il golf

Donald Trump

Non solo: sul green ogni giocatore può andarci solo con i ferri in mano, solitamente un putter o un pitch se la pallina è a bordo green. E’ consentito camminarci sacca in spalla ma non appoggiarla in green. Non si può attraversare il green trainando il carrello con la sacca sopra.

Se non bastasse ancora, per rendere l’idea (a chi non conosce il golf) di quanto sia delicato quel manto erboso un giocatore non può calpestare la linea immaginaria tra la buca e la pallina di un compagno di team. Passandoci sopra col piede, si modificherebbe il rotolamento della pallina. Per chi lo fa è prevista una penalità o la perdita della buca, Figuriamoci i segni lasciati da una golf cart cosa comportano al rotolamento di quella palla.

Morale della favola: il gesto di Donald Trump presuppone arroganza più che ignoranza delle regole. Un’arroganza e una maleducazione che stridono con lo sport in generale e col golf in particolare. Dall’arroganza in un campo da golf all’arroganza in politica il passo è breve.  Guai a pensare una “giustificazione” del tipo: “Il campo è suo e fa quello che vuole”. Inutile spiegare il perché una spiegazione simile sia assurda.

Donald Trump e il golf… e la campagna elettorale

La passione per questo sport rischia di diventare un boomerang per l’uomo più potente al mondo. Lui, che in campagna elettorale aveva detto che – se eletto – non avrebbe avuto tempo di giocare a golf, ha passato 29 dei suoi primi 153 da commander-in-chief nei suoi resort golfistici. Cosi appassionato da dover ammettere di aver trovato il tempo per 18 buche con Rory McIlroy dopo aver annunciato inizialmente di averne giocate solo alcune.


SEGUI LA NUOVA PAGINA FACEBOOK DI GOLFANDO

LA SCHEDA – TUTTE LE VITTORIE ITALIANE SUL TOUR

L’OPINIONE: “SPORT PER RICCHI? IO DISOCCUPATO GIOCO A GOLF”

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

59 risposte a “Donald Trump guida la golf cart sul green di un suo campo da golf: è polemica

  1. prima del scrivere del nulla sarebbe meglio parlare di quello che succede in italia dove un assessore abbandona i cani giustificando il gesto dovuto alla “confusione del non saper che fare”. Questi sono i fatti gravi, queste sono le persone che ci governano

    • Gentile “lupo”, dell’assessore che abbandona i cani ha parlato ampiamente il nostro sito Tgcom24.it. Questo il link: http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/sicilia/caltagirone-assessore-abbandona-cuccioli-di-cane-in-strada-e-si-autosospende_3077907-201702a.shtml

      Questo è un blog di golf. Io credo che tra i “fatti gravi” si possa elencare l’uomo più potente al mondo che non rispetta le regole valide in un qualsiasi campo da golf al mondo (s.l.)

    • se si parla di golf allora parliamo di golf senza per forza traslare sul campo della politica. Se si trasla sulla politica allora si ritorna al discorso dei nostri assessori sebbene ampiamente già trattato.
      Quindi cortesemente facciamone solo una questione di “bon ton” e ci sta tutto. Non capisco perchè il giornalismo ha licenza di intrecciare tutti gli argomenti mentre i lettori sono subito fuori tema.

      • Lupo, il mio ragionamento è semplice: un golfista rispetta quella regola. Trump, presidente degli USA, non l’ha fatto. O non è un vero giocatore di golf o e’ una persona non propensa alle regole. Ed essendo l’uomo più potente del mondo la seconda ipotesi mi spaventa. Sull’assessore: TGCom24 se n’è occupato, io non posso visto che non c’azzecca con il mondo del golf. Lungi da me difendere l’assessore, sia ben chiaro. Grazie del commento. (s.l.)

        • Ma sei serio? pur di parlare male di Trump ti arrampichi a certe idiozie? il nulla. Il campo è suo, puo’ permettersi di farne cio’ che vuole, mettiti l’anima in pace e pensa a tutti i veri problemi di cui magari bisognerebbe scrivere.. .Prima sbagliavo, il nulla e’ piu’ di questo articolo.

          • Gentile Aldo, si legga le altre risposte. Secondo lei, il proprietario di un bar all’interno del locale può fare quello che vuole fregandosene della legge, ‘tanto è suo’. Certo, ci sono migliaia di problemi più seri di questo ma in un blog di golf la notizia ci sta. Grazie per il commento ‘al nulla’.

          • Signor Matteo, discutiamone ma non mi dica anche lei ‘il campo è suo e fa quello che vuole’. (s.l.)

  2. E’ il SUOcampo da golf, saranno pur fatti suoi se entra con una golf car o un aratro e 4 buoi sul SUO campo da golf???

    • Gentile Raffaele, il campo è privato ma aperto al pubblico. Quindi valgono le regole che valgono in Italia o in Sudamerica. E’ come se in una piscina privata aperta il pubblico il titolare volesse entrarvi senza cuffia dicendo “la vasca è mia ed entro come voglio io”. Se quel campo fosse ad uso e consumo di Trump potrebbe farne ciò che vuole e nessuno potrebbe filmarlo. Saluti (s.l.)

  3. Ma scherziamo?! Il campo è il suo e fa quello che gli pare!! Come dire a uno che non può sdraiarsi con le scarpe sul divano a casa sua per rispetto di tutti quelli che si sdraiano togliendo le scarpe… questa è solo invidia modi per screditare quando non si hanno altri argomenti…

    • A leggere i commenti , Trump o non Trump, appassionati di Golf oppure no si capisce a prescindere l’ignoranza, la superficialità, la mancanza di rispetto per le regole fatte ad uso e consumo proprio. Trump e nu scem’ ma i commenti di chi lo giustifica sono pure peggio . Che Dio ci aiuti …siamo circondati !!!

    • In entrambi i casi sono due maleducati. Ripeto: Trump con quel campo legittimamente fa business. Chi ci gioca rispetta le regole. Lui pure. Chi ha giocato su quel green dopo la sua golf car ha trovato un green rovinato: Trump lo rimborsa? (s.l.)

      • Può darsi che trump si metta anche le dita nel naso, che non si lavi, che sbadigli senza coprire la bocca con la mano. Può darsi……ma per favore basta evidenziare tutti i suoi difetti. Gli statunitensi lo hanno eletto e, che piaccia o no, è il presidente. Punto. Gli elettori lo conoscevano bene e se lo hanno eletto vuol dire che gli andava bene. (Magari la Clinton in pubblico sarebbe stata ineccepibile, ma di porcate in segreto ne avrebbe fatte tante quanto questo Trump). Dai, ora basta con queste fesserie.Abbiamo compreso che Trump a molti non piace, ma finiamola con questo giornalismo ridicolo.

        • Ripeto: Trump è il presidente eletto e deve governare, questo è solare. Come giocatore di golf ha fatto una cosa molto grave che denota mancanza di rispetto. Sul ‘ridicolo’ non concordo. Saluti

  4. Il campo da golf è suo, e per quanto mi riguarda ci può anche defecare, se lo facesse in un campo non suo allora si potrebbe porre il problema,ma essendo suo la cosa non deve fregare a nessuno,tanto meno a voi giornalisti che dovreste occuparvi di ben altro,e non di Trump che guida sopra l erba di un suo campo da golf.

    • Gentile Fabrizio, essendo un essere umano Trump la farà in un bagno come tutti. Il campo da golf viene concimato in altro modo. Sul fatto che ‘il campo e’ mio e ci faccio quello voglio io’ ho già risposto. Grazie

  5. Suo o non suo poco conta, sono regole. O le rispetti o sei una bestia (con rispetto per le bestie). Lui non le rispetta, fate voi.

  6. Trump mostra quello che è e quello che sarà! Trovo che le sue azioni in quel campo da golf siano uno specchio dell’uomo e sportivo. Un esempio è stato quando ha spinto il ministro della macedonia x stare in prima fila. Ecco chi è trump e ogni giorno che passa lo dimostra, solo gli ignoranti e coloro assetati di odio non lo notano!

  7. Smettetela di cercare ogni sciocchezza per diffamare il migliore Presidente al mondo!! Magari vivessi ora in America!! Magari!! Siete ridicoli. Cercate ogni interpretazione possibile per dipingerlo brutto e stupido. Quando quello è un Genio. Faccia un test di intelligenza Obama e lo faccia Trump. No doubts: Trump vince e vincerá. Perché è un genio. E non ha paura di nessuno di voi sepolcri imbiancati male…

    • Fare il test di intelligenza a due presidenti mi sembra difficile. Io non discuto l’intelligenza di Trump (un impero non si costruisce se non si ha una marcia in più). A me fa senso la sua maleducazione e il mancato rispetto delle regole del golf. E, ormai, non solo di quelle. (s.l.) PS – purtroppo non ho fatto in tempo ad ‘imbiancare’…

    • Ho dei dubbi che sia il miglior presidente al mondo. Sino ad ora ho visto un bullo e chi sostiene che i giornalisti lo stanno discriminando non c’è né alcun bisogno poiché sono le sue azioni e scelte che lo portano a essere criticato!

  8. L importante è parlare ( male ) di Trump . Queste son le cose importanti ! Se fosse stato Obama al suo posto, un episodio del genere sarebbe passato ben in disparte !

    • Obama ha fatto spendere valanghe di dollari pubblici per giocare con Tiger Woods. Cerchi in archivio sul blog e troverà il post (s.l.)

  9. Sig.Sauro, concordo: arroganza dimostrata con un comportamento che comporterebbe l’allontanamento dal campo per chiunque altro.
    Ma.. è sicuro che si dica ‘la’ golf car? Io ho sempre usato il maschile..

    • Buonasera, io ho sentito pronunciarlo in entrambi i modi. Ho scelto per convenzione di scriverlo così. Nulla vieta di scriverlo in modo diverso. Anzi: se mi trova una fonte super-attendibile… La ringrazio per il commento (s.l.)

  10. Se e’ una regola vale anche se sei il propietario.
    e come se tu giochi e sei il propietario del campo piazzi la palla come vuoi o fai altre infrazioni tanto il campo e tuo.

    • Caro lettore ‘G’, i problemi nella vita fortunatamente sono altri. Questo è uno spunto per una riflessione. Grazie. (s.l.)

    • Gentile Frt, ripeto: il campo è di sua proprietà ma aperto al pubblico. Le regole che valgono per un qualsiasi giocatore valgono anche per lui. L’urina sono convinto la faccia altrove, come tutti gli esseri umani. Se il campo fosse privato e non aperto al pubblico potrebbe usare un tank sul green. Lei ha visto il proprietario di una piscina privata italiana imporre ai clienti, ad esempio, l’uso della cuffia e poi andarci lui senza? Saluti (s.l.)

  11. Sig Legramandi, si preoccupi di cose più importanti di queste fuffe, come le hanno già ribadito vari commenti, adesso mi riscriva che anche se il campo è suo non può entrarci con la macchinetta ahahahah

  12. A tutti quelli che dicono che il campo e suo … ne faccio che vuole. Questo non è vero . Si tratta di resort di proprietà di trump , dove gente normale va giocare, dormire mangiare a pagamento . Ciò significa che lui non alcun diritto di rovinare i green a proprio piacimento . O forse ha anche il diritto di entrare nelle camere del resort quando la gente dorme per fare i propri bisogni … tanto il resort e di trump … che discorsi sono . Non sta giocando dentro casa sua , e comunque per chi non conosce il gioco del golf, oltre ad essere un gesto grave dimostra che si tratta di una persona priva di rispetto per gli altri .

  13. Io mi chiedo se è mail possibile che dobbiamo sprecare il nostro tempo a discutere di cose simili!! Se ci sono regole in uno sport vanno rispettate punto e basta anche se parliamo del Presidente degli Stati Uniti. Da questa regola non si transige!! Quello che mi lascia sbalordito è che tanta gente non abbia nulla di meglio da fare che commentare notizie del genere. Ma perché non commentiamo notizie che riguardano la nostra libertà ormai venuta meno!! Cerchiamo di essere più seri e occupiamoci di cose più concrete!!

  14. Io mi chiedo se è mail possibile che dobbiamo sprecare il nostro tempo a discutere di cose simili!! Se ci sono regole in uno sport vanno rispettate punto e basta anche se parliamo del Presidente degli Stati Uniti. Da questa regola non si transige!! Quello che mi lascia sbalordito è che tanta gente non abbia nulla di meglio da fare che commentare notizie del genere. Ma perché non commentiamo notizie che riguardano la nostra libertà ormai venuta meno!! Cerchiamo di essere più seri e occupiamoci di cose più concrete!!

  15. Ho letto le varie opinioni e senza entrare nei dettagli dei relativi ragionamenti ritengo ci siano problemi purtroppo più importanti da discutere. Per quanto riguarda Trump, visto che la maggioranza del popolo lo ha eletto, bisogna accettarlo così com’è e sinceramente tra un bullo e un politico di mestiere, preferisco il primo. Saluti a tutti R.

    • Mai in discussione la sua elezione e il suo diritto a governare. Allo stesso tempo va salvaguardato il diritto di critica. Concordo sul fatto che i problemi della vita siano altri. Grazie

  16. Bah! Polemica sterile; lo hanno votato come loro Presidente e sapevano bene chi fosse, per cui inutile discutere su di lui. Sinceramente meglio un bullo di un politico di mestiere, ne è la riprova che il suo stesso partito non lo voleva. Per ora sta mantenendo le sue promesse elettorali, cosa che un politico non avrebbe mai fatto. I politici di mestiere sono il vero cancro di una democrazia. Saluti a tutti R.

  17. Il sig. Legramandi fa un ragionamento semplice e chiaro, dice:
    1)questo è un blog sul golf ed il fatto si svolge su un campo da golf, quindi così giustifica la pertinenza della notizia.
    2) La proprietà del campo è sua ma il gioco è aperto al pubblico e/o a soci del golf club, così giustifica la critica.
    Sono 2 concetti di facile comprensione, la risposta “è suo ci fa quello che vuole” è risibile, sarebbe come dire, siccome Paris Hilton è propietaria dell’albergo quindi è liberissima, per assurdo, di poter “defecare” nella piscina. Non discuto di idee politiche perchè in democrazia ognuno è libero di votare per chi desidera, tuttavia sono abbastanza convinto che gli stessi che dicono che sia libero di fare quello che vuole, siano gli stessi che si indignano perchè i nostri politici non rispettano le regole del buon vivere comune.
    Suggerirei a Tgcom di aprire un blog che si chiami “Alcuni hanno ragione indipendentemente da qualunque cosa facciano”, in modo da poter consentire a tutti di esprimere in un forum ad hoc le proprie opinioni.

    • Grazie Marcello. Al presidente Trump tutto è concesso. I nostri politici sono ladri e corrotti solo se non li abbiamo votati noi. Continui a leggerci, se Le va.

  18. Io mi tocco se ci sono: tra i tanti commenti ne ho letti pochi intelligenti e rispettosi. Ma la gente è impazzita o cosa? Grazie Sauro del tuo pezzo, molto equilibrato e corretto, sia dal punto di vista giornalistico, aver dato una notizia di interesse generale, che del commento assolutamente equilibrato. Io non ci ho visto nessuno spunto “contro” Trump che pure so tu non ami, ma ti sei astenuto dallo sparare a zero, hai messo in luce un problema di comportamenti. Ovvio che chi non rispetta le regole non le rispetta a prescindere da dove si trovi, a casa sua, in un ambiente pubblico o dovendo decidere dell’interesse della comunità. Tutti gli altri commenti sono solo fastidioso rumore che costringe te a dare risposte (perdendo tempo) ma non aggiungono nulla al confronto. Una domanda è lecita: ma questi commentatori da strapazzo, giocano a golf???

    • Grazie Antonio. Molti italiani sono allergici alle regole che vanno contro il loro interesse. Mi piace rispondere ai commenti, soprattutto se non dicono tutti ‘il campo è suo e…’ – No, non credo che tra i commentatori ci siano molti giocatori di golf.

  19. Leggendo i molteplici botta e risposta sull’argomento, credo che un buon servizio di informazione, (mi riferisco ai mass media in generale) dovrebbe riportare solo la notizia, evitando di commentarla. Ergersi da giudici, con l’influenza che tale mestiere ha sulle altrui coscienze, è come mettersi su un pulpito per divulgare il proprio pensiero, l’informazione come tale invece dovrebbe essere neutrale!

    • Grazie Andrea. L’informazione deve essere imparziale: una volta parli di Trump, una volta di Obama. Ma davanti allo stesso fatto cinque giornalisti scrivono cinque cose diverse. E per fortuna che è così. Se le va continui a leggerci e a commentare.

  20. Vorrei sapere quanti di questi signori giocano a golf o fanno qualche altro sport ,perche’ le regole sono sempre e x tutti nel rispetto.Se si e’ proprietari ma il club e’ aperto al pubblico vanno osservate le regole!
    Michele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *