Lucie Malchirand prima reginetta amateur del Ladies Italian Open

Lucie Malchirand (Foto Tristan Jones/LET).

Lucie Malchirand (Foto Tristan Jones/LET).

E’ un’amateur di 18 anni la nuova reginetta d’Italia: Lucie Malchirand ha vinto il Ladies Italian Open con un birdie alla 18esima buca. Con un totale di 209 colpi (66 71 72, -7) la transalpina ha staccato proprio all’ultimo istante la finlandese Ursula Wikstrom e l’inglese Gabriela Cowley. 

La francese ha dimostrato di avere i nervi ben saldi nonostante quella di Margara fosse solo la sua seconda gara sul Ladies European Tour. La prima era stata in casa, al Lacoste Ladies Open De France 2020 dove terminò al 26esimo posto.

Lucie Malchirand è la terza giocatrice francese a vincere l’Open d’Italia femminile. Prima di lei c’erano già riuscite Ludivine Kreutz nel 2003 e Gwladys Nocera nel 2006. Il suo è anche il tredicesimo successo di una dilettante sul LET.

Una giornata di up and down per Lucie Malchirand

Ha chiuso le prime 18 buche in testa alla classifica al fianco della inglese Eleanor Givens (poi finita settima). Poi, è rimasta da sola in vetta al termine delle seconde. E nel terzo e ultimo round Malchirand ha cominciato come peggio non si poteva: due bogey alla 1 e alla 2. Quindi la reazione con il primo birdie alla 5 a cui ha fatto seguito un nuovo bogey alla 7 e un altro birdie alla 9. Up and down, i due bogey in cui è inciampata alla 13 e alla 15 sembravano spezzare definitivamente i suoi sogni di gloria.

E invece con due prodezze nel finale Lucie è riuscita a far sua la competizione. Un successo al fianco di tante big del golf continentale, che arriva due settimane dopo quello firmato nella 91esima edizione del Portuguese International Amateur Championship. Non male per una 18enne che nella sua carriera da dilettante è già stata protagonista al Masters femminile ma anche alla Junior Solheim Cup 2019 a Gleneagles, in Scozia.

Al suo arrivo in Piemonte Malchirand s’è subito innamorata dell’Italia e della sua cucina. Tra le sue passioni gli sport acquatici e il rugby, sport praticato dal papà al quale ha dedicato, oltre che alla mamma, il successo.

Le azzurre

A Margara miglior azzurra Roberta Liti, finita al settimo posto (-4). Nella top ten gran bel risultato per la giovane dilettante Carolina Melgrati, decima con 213 (-3).

Roberta Liti con il trofeo BDO (Foto Federgolf)

Roberta Liti con il trofeo BDO (Foto Federgolf)

Dopo il quinto posto nel Symetra Classic nel 2020 e il sesto quest’anno nel Casino Del Sol Golf Classic, sempre sul Symetra Tour per Liti questo è il terzo miglior risultato in carriera da professionista. E’ andato a lei, quale miglior azzurra, il trofeo BDO. Felicità ma anche qualche rimpianto per la Liti che, con tre birdie nelle prime nove, alla 12 (prima di due bogey alla 13 e alla 14) era riuscita anche a portarsi in vetta.

Carolina Melgrati (Foto Federgolf)

Carolina Melgrati (Foto Federgolf)

Ha entusiasmato Carolina Melgrati, 18enne di Monza, col suo decimo posto finale (e quinto dopo il secondo giro). Giulia Molinaro è finita in 16esima posizione . Bel finale per Alessia Nobilio, risalita dalla 42esima alla 21esima posizione grazie a un parziale finale chiuso in 69 (-3).


GOLFANDO SUI SOCIAL:
La pagina Facebook
– La community (iscriviti al gruppo)

L’Open femminile di golf: speriamo sia la regola, non l’eccezione

Una risposta a “Lucie Malchirand prima reginetta amateur del Ladies Italian Open

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *