Jacopo Vecchi Fossa, a Sutri un sabato da incorniciare

Jacopo Vecchi Fossa (Foto Alessandro Bellicini)

Jacopo Vecchi Fossa (Foto Alessandro Bellicini)

Un sabato da incorniciare quello del 9 ottobre 2021 per Jacopo Vecchi Fossa. Il 27enne di Reggio Emilia vince ancora il Golf Nazionale Alps Open, conquista il primo posto nell’Alps Tour e soprattutto la carta per il Challenge Tour 2022. E, dulcis in fundo, anche un assegno di 5.800 euro.

Jacopo Vecchi Fossa, in pratica, a Sutri si è preso tutto quello che c’era in palio a partire dalla vittoria (come l’anno scorso) arrivata con un totale di 207 colpi (71 69 67, -9). E dire che il reggiano al Golf Nazionale (par 72) aveva chiuso il primo round in undicesima posizione. Poi, è volato al secondo posto dopo 36 buche. Nell’ultimo round ha superato in volata lo svizzero Matthias Eggenberger, runner up con 208 (-8). Niente da fare per lo svizzero, che ha sprecato un vantaggio di quattro colpi (accumulato al termine del secondo giro) e, alla 54esima e ultima buca del torneo, ha sfiorato l’eagle (realizzando un birdie) che gli avrebbe permesso di portare la contesa al play-off.

Terzo posto con 210 (-6) per un altro giocatore italiano, Alessandro Tadini.

Jacopo Vecchi Fossa, tris nel 2021

Per Jacopo si tratta del terzo successo stagionale sull’Italian Pro Tour, il secondo sull’Alps Tour (dove ha collezionato anche altre cinque top 10). Ed è ora al comando della money list dell’Alps Tour con un totale di 26.744,55 punti. Il primo posto è comunque già suo. Il secondo e il terzo nell’ordine di merito sono Ryan Lumsden e Angel Hidalgo Portillo: nessuno dei due sarà però in campo a Modena nel finale di stagione e quindi nessuno, nemmeno in caso di vittoria potrà raggiungere Vecchi Fossa. L’azzurro si gode così una delle cinque carte piene in palio per il Challenge Tour 2022

La prossima settimana (14-16 ottobre) a Modena, nell’Emilia-Romagna Alps Tour Grand Final, Jacopo verrà quindi ufficialmente incoronato quale miglior giocatore del terzo circuito europeo maschile.

L’ultimo azzurro a riuscirci fu, nel 2019, Edoardo Raffaele Lipparelli.

Per Vecchi Fossa (originario di Reggio Emilia) è il sesto successo in carriera da professionista. Nel 2018 al Campionato Nazionale Open (vinto poi anche quest’anno), alla prima gara disputata dopo un intervento a cuore aperto, ha dato il via a quella che ora s’è trasformata in una importante striscia di successi.

Francesco Molinari bene a Las Vegas: da 99esimo a 17esimo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *