Andrea Romano al playoff vince anche l’English Boys U18 Open

Nuovo  successo italiano in campo internazionale: Andrea Romano ha vinto l’English Boys U18 Open Amateur Stroke Play Championship / The Carris Trophy. Si è giocato al West Sussex Golf Club (par 68) di Pulborough, in Inghilterra.  Dopo aver concluso il torneo con 264 (64 72 63 65, -8) colpi alla pari con il francese Jean Bekirian (65 68 65 66), Romano ha conquistato il titolo con un birdie alla prima buca di spareggio. Altri tre azzurri hanno chiuso nelle prime sette posizioni e per il primo posto nella Nations Cup.

Andrea Romano

Andrea Romano

E’ stato successo azzurro quindi anche nella Nations Cup assegnata dopo 36 buche. Si è imposta Italia 2 (Julien Paltrinieri, Giovanni Manzoni, Kevin Latchayya) con 263 (-9) colpi. Dietro Inghilterra 1 (-3), Scozia (-2), Francia (-1) e Inghilterra 2 (+4). In sesta posizione con 277 (+5) Italia 1 (Andrea Romano, Massimiliano Campigli, Jacopo Albertoni).

In un finale ricco di emozioni Romano, in ritardo di un colpo da Bekirian dopo tre turni, ha subito annullato lo svantaggio. Inizialmente si è affiancato anche Robin Williams: l’inglese però, al giro di boa, si è defilato. L’azzurro si è portato avanti, poi alla decima buca un suo bogey ha ristabilito la parità. A quel punto è andato in par fino alla 18 ed è stato il francese a menare la danza. Prima è arretrato di un colpo, poi con due birdie è andato in vantaggio alla buca 16. Alla 18 con un bogey il francese ha concesso a Romano il playoff. Il 17enne capitolino del Country Club Castelgandolfo non si è lasciato sfuggire l’occasione.

Andrea Romano (

Andrea Romano (foto Bellicini)

E’ la terza vittoria nel 2017 dei dilettanti azzurri. In precedenza vittorie italiani di Letizia Bagnoli (Portuguese International Ladies) e di Roberta Liti negli Stati Uniti (Ping/Asu Invitational). L’annata è costellata anche di tanti ottimi risultati a iniziare dallo splendido Campionato Europeo a squadre. In quell’occasione l’Italia, per la prima volta nella sua storia, ha portato tutti e quattro i team sul podio.

Rilevanti anche i riconoscimenti per la qualità degli atleti: basta citare le convocazioni di quattro azzurre per il Vagliano Trophy e il Junior Vagliano Trophy e per la presenza di tre italiane nella prossima Junior Solheim Cup.

Nel Carris Trophy di rilievo le prestazioni di Julien Paltrinieri, terzo con 269 (64 66 71 68, -3) colpi, leader e protagonista nei primi due giri e in corsa per il titolo fino a cinque buche dal termine. Bene anche Giovanni Manzoni (69 67 69 67) e Kevin Latchayya (66 68 68 70), settimi con 272 (par). Insieme a Romano hanno fatto parte tutti della compagine Boys agli Europei a squadre.

Nella classifica del torneo altri cinque italiani hanno superato il taglio: Jacopo Albertoni, 26esimo con 277 (+5), Massimiliano Campigli, 31esimo  con 278 (+6). Quindi Edoardo Schiavella, 41esimo con 281 (+9), Lorenzo Bruzzone, 46esimo con 282 (+10), e Gregorio Alibrandi, 61esimo con 289 (+17). Con la squadra l’accompagnatore Paolo Pustetto e l’allenatore Marco Soffietti.

Montali: “Complimenti ad Andrea Romano”

Gian Paolo Montali, dg del Progetto Ryder Cup 2022 e Direttore Tecnico FIG, non nasconde la sua soddisfazione. “Complimenti ad Andrea Romano, un giovane in grande crescita che si è ora confermato a livello internazionale. Dopo il brillantissimo secondo posto ai Campionati di Francia, adesso una vittoria importantissima. Un premio per le sue qualità e il lavoro di tutto lo staff tecnico di Federgolf, che lo supporta costantemente. A dimostrazione del grande momento azzurro, in una stagione di ottimi risultati, anche il terzo posto di Julien Paltrinieri, il settimo di Giovanni Manzoni e di Kevin Latchayya e il primo nella Nations Cup”.


CATERINA DON E ANDREA ROMANO, INTERVISTA DOPPIA

CLICCA E SEGUI LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

 

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *