Rivoluzione Irish Open: via libera ai cellulari degli spettatori, premiata la foto migliore

Dice il saggio: se il nemico non puoi sconfiggerlo fattelo amico. Al circolo irlandese di Portstewart, dove inizia l’Irish Open, hanno seguito il consiglio del saggio. Il “nemico” in questione è il cellulare usato per scattare foto ai giocatori in campo durante le gare. Da oggi s’inverte la rotta: ogni spettatore potrà scattare tutte le fotografie che vuole. E non solo: la foto migliore sarà premiata con 500 sterline. Si tratta della prima volta in assoluto di un’apertura simile sullo European Tour.

Irish Open

AKRON (Usa) I fans fotografano Tiger Woods con i cellulari durante il giro di prova del World Golf Championships-Bridgestone Invitational 2014 (foto Afp)

Chiunque abbia seguito dal vivo una qualsiasi gara di golf professionistico conosce “quanto” sia proibito scattare foto durante il gioco. Il divieto è scritto un po’ ovunque con i volontari a bordo fairway a ricordarlo puntualmente. “No photo please” è la frase che risuona ad ogni partenza. Alla Ryder Cup  2010 un metal detector scopriva eventuali apparecchi elettronici nascosti chissàdove dagli spettatori. I furbetti venivano costretti a depositarli in appositi armadietti.

Concentrazione e diritti d’immagine

Fare foto non è un reato ma potrebbe infastidire il professionista durante la sua routine. I telefoni sono silenziosi: una foto scattata da un cellulare comporta un “clic” quasi impercettibile Una foto scattata da dozzine di cellulari è percettibile, eccome. E tanti mobile phones in azione possono far deconcentrare il giocatore. Per non dire di apparecchi telefonici tenuti in tasca senza la modalità “silenzioso”.

Irish Open

Portstewart

Allo stesso tempo l’organizzazione punta a tutelare i diritti di immagine della singola gara. Chi li ha pagati e comprati a peso d’oro può trasmettere in diretta ogni istante della gara in televisione, su Internet e sui social. Il diritto viene leso da chi, tramite un cellulare, riprende la gara e la rilancia tramite il proprio account social.

Irish Open, a tutto social grazie agli spettatori

In Irlanda cambierà la prospettiva. Da oggi fino a domenica ogni spettatore potrà immortalare tutto e tutti. “Ad essere sinceri è sempre stato molto difficile controllare i cellulari degli spettatori. Così siamo contenti di essere il primo evento dello European Tour a invertire la rotta, rispettando chi scatta foto in campo” dice Simon Alliss, direttore del Dubai Duty Free Irish Open Championship. “Vogliamo che la gente si diverta, che tiri fuori il cellulare per catturare e immortalare lo spettacolo di questo Open” prosegue.

Alliss è consapevole che – in un modo o nell’altro – ogni spettatore voglia qualcosa di tangibile, un ricordo della sua presenza all’Open. Inutile negarlo. “Per questo abbiamo pensato di incoraggiare gli spettatori a condividere le loro emozioni sui social media per mostrare al mondo quanto sia bello il nostro Irish Open Championship”. Capito l’antifona? Noi vi permettiamo di scattare foto, voi le condividete sui social e così sale l’engagement dell’evento-Irish Open. Del resto, il golf è o no strumento di socializzazione?

Irish Open

PEBBLE BEACH Tiger Woods circondato da tifosi con macchine fotografiche digitali durante un giro di prova prima dello US Open 2010 Pebble Beach (foto Afp)

E non finisce qua: l’organizzazione mette in palio 500 sterline in prodotti merchandising dell’Irish Open e dello European Tour. Il premio andrà  alla foto migliore scattata tra martedì e sabato. Partecipare è semplicissimo: condividere la foto sui social con il tag #MyDDFIrishOpen oppure lasciare un commento sulla pagina Facebook dell’Open

Per i filmati nessun cambio di rotta: non sono consentiti lungo il percorso durante la gara.


IMBUCATO – IL SELFIE DEL GOLF : GUARDA LE FOTO E MANDA LA TUA

L’OPINIONE: I DIRETTORI DI CIRCOLO SANNO CHE ESISTE FACEBOOK?

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Una risposta a “Rivoluzione Irish Open: via libera ai cellulari degli spettatori, premiata la foto migliore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *