Ladies Italian Open 2022 a Morgane Metraux | Alessandra Fanali seconda

Morgane Metraux
Morgane Metraux

L’appuntamento con la storia del golf, speriamo, è solo rimandato. Alessandra Fanali è arrivata al playoff a tre a Ladies Italian Open ma la prima vittoria azzurra nella competizione di casa non è ancora arrivata. A vincere a Margara (par 72) è stata Morgane Metraux (67 70 69).

La svizzera , con un eagle alla prima buca di spareggio, ha superato non solo la Fanali ma anche l’inglese Meghan MacLaren (69 70 67).

Il bicchiere è senza dubbio mezzo pieno: oltre allo splendido secondo posto dell’amateur di Fiuggi vanno lodati il quarto posto di un’altra amateur, Carolina Melgrati (207 colpi totali, -9) e il settimo di Roberta Liti. La proette toscana ha confermato il risultato gia’ conseguito nel 2021: per lei stavolta i colpi sono stati 209 (70 67 72).

Prima svizzera a imporsi nel Ladies Italian Open Morgane Metraux se ne torna Oltralpe con un assegno di 30mila euro. Metraux non ha vinto in una regione a caso: suo nonno nacque da queste parti e sua madre è cresciuta in Piemonte. Oggi suo padre le ha fatto da caddie. Morgane ha battuto la sorella Kim (con cui aveva chiuso in testa il primo round), poi settima con 209 (-7). “Questo successo voglio dedicarlo proprio ai miei cari. L’Italia è un Paese che amo – ha detto – e vincere qui è davvero fantastico” dice la 25enne di Losanna che ha cominciato a giocare a golf all’età di 10 anni ed è cresciuta nel mito di Rory McIlroy.



Alessandra Fanali giunta al bivio

E dietro di lei c’è la “nostra” Alessandra Fanali. In comune con Morgane Metruax l’azzurra ha una laurea in America (Sports Business all’Arizona State University). Come lei ha un caddie “in famiglia” (ossia Giulio Castagnara, collega e fidanzato). Al debutto al Ladies Italian Open, Fanali ha sfiorato l’impresa. Ad ora nessuna italiana ha vinto in Italia: per Alessandra la soddisfazione di aver eguagliato il secondo posto centrato da Silvia Cavalleri (2000 e 2002), Veronica Zorzi (2005) e Giulia Sergas (2011).

Alessandra Fanali

“Sono contenta, ho giocato bene e porterò sempre con me queste emozioni. Ora però devo prendere una importante decisione e scegliere se passare al professionismo”, ha rivelato la Fanali. La portacolori del Marco Simone ha ricevuto un invito per giocare lo Scandinavian Mixed (dal 9 al 12 giugno in Svezia) ed è chiamata ad una immediata scelta. Il golf sarà il suo futuro?

Bene le altre azzurre

Virginia Elena Carta s’è classificata 25esima con 216 (70 70 76, par) dopo un ultimo round dai due volti (prime nove buche alla grande, seconde nove con tanti errori). Bene s’è comportata anche la più giovane in campo, la 16enne amateur Francesca Fiorellini, 36esima con 218 (+2) e con un futuro assicurato. Coraggiosa la prova di Erika De Martini, 52esima con 221 (73 74 74, +5) nonostante un forte problema alla caviglia, che ha preceduto le dilettanti Benedetta Moresco, 54esima con 222 (72 77 73, +6), e Caterina Don, 61esima con 225 (78 70 77, +9). Sono uscite al taglio Clara Manzalini, 67esima con 150 (76 74, +6), Stefania Croce (78 77) e Martina Flori (80 75), con quest’ultime due entrambe 105esime con 155 (+11).


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.