Golf news 2019 da campi e circoli

C’è fermento nel mondo del golf italiano del 2019 e ogni singolo evento merita una golf news. Nell’epoca dei social non serve scrivere un’enciclopedia. Per farsi conoscere e apprezzare basta un post di poche righe, anche una foto con didascalia e stop.
Golf News

L’importante è esserci, mostrare che il tuo circolo vive e lotta insieme al resto del movimento italiano. Questa pagina è pensata per chiunque abbia un’idea o una segnalazione: diamo spazio a tutto e tutti: dalla pro am alla serata di gala col professionista di turno, dall’ampliamento di un 18 buche all’apertura di un nuovo campo pratica. La pagina è pensata per i circoli e per i singoli golfisti che hanno iniziative che meritano di farsi conoscere. Tutto quanto fa golf in Italia qui sotto trova spazio gratuitamente.


Ecco come segnalare la tua golf news:

1 – Clicca qua e invia una email
2 – oppure lascia un messaggio via Facebook
3 – oppure un tweet @golftgcom


 L’elenco delle golf news

21. “Turismo e golf” a Cavaglià il 28 marzo
21. DIGA compie 25 anni
20. PODOVIS® sostiene il circuito di ILGA
19. Argentario sede italiana della PGA European Golf Professional
18. Ripartono le Worldgolfers Series
17. Il 23 marzo “The Inner Game” al Brianza
16. Golf sulla neve a Limone Piemonte
15. India Golf Cup: via al 16esimo anno
14. Torna la combinata sci/golf a Cavaglià
13. “In buca per Giacomo 2019”
12. Riparte il trofeo Rigoni di Asiago
11. Travel Outdoor Fest, il bilancio della tre giorni
10. Travel Outdoor Fest tra golf e turismo
9. La Regione Lazio scommette sul golf alla BIT
8. Gdf in Toscana: vende scarpe da golf ma non rispetta obblighi fiscali
7. A Tolcinasco Phil Kenyon, putting coach di Molinari
6. Tempi duri per il Donnafugata Resort
5. Fiamme al Pelagone (Grosseto)
4. La Lombardia alla ‘Golf und WellnessReisen’ di Stoccarda
3. Ryder Cup 2022, incontro in Vaticano
2. Buone notizie per il Colombaro (Modena)
1. PRIMO GENNAIO 2019: NUOVE REGOLE

 

“Turismo e golf” a Cavaglià


Federgolf Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta organizzano “Turismo e golf”, un pomeriggio di incontri e confronti per capire come valorizzare le potenzialità del nostro territorio. L’appuntamento è per giovedì 28 marzo a Cavaglià con l’inizio dei lavori fissato per le ore 14 e la conclusione alle 17. A fare gli onori di casa il presidente Paolo Schellino, il numero uno di Federgolf Piemonte Marco Francia e i delegati per Liguria (Riky Solimena) e Val D’Aosta (Andrea Bonatti). Molteplici le voci che verranno sentite nel circolo biellese: si va da Gian Paolo Montali a Maria Elena Rossi (direttore marketing di ENIT), da Gianfranco Porqueddu (presidente Coni Piemonte) a Pietro Apicella (Chervò Golf), da Gian Paolo Fumagalli (IGTM candidatura 2021) a Marco Aquilino (Piemonte Golf Destination). (20 marzo 2019)

 

DIGA compie 25 anni

Il 2019 segna il 25° anno di attività per la DIGA, associazione di golf per diplomatici e internazionali che da qualche anno ha aperto a tutti la possibilità di far parte dell’associazione in uno spirito di inclusione, di promozione del golf e delle relazioni. DIGA organizza due gare a settimana, un match play sociale, un ranking nazionale, due finali nazionali e due finali internazionali e tanto networking perché il golf é anche questo. A giugno celebreremo il 25 anniversario con una festa per tutti soci che potranno giocare, brindare, mangiare e divertirsi. (19 marzo 2019)

 

PODOVIS® sostiene il circuito di ILGA

PODOVIS®, brand specializzato nella cura del benessere di gambe e piedi, è anche quest’anno tra gli sponsor che sostengono l’ILGA, l’associazione sportiva no profit che dal 1994 promuove il golf nel mondo femminile  e che vanta circa 450 donne iscritte. ILGA incoraggia un golf vissuto come esperienza alla portata di tutte le donne e senza limitazioni di età, nazionalità o livello di gioco. La mission dell’associazione è infatti, quella di diffondere la cultura del golf come amore del gioco, rispetto della disciplina, piacere dell’incontro e del dialogo tra giocatrici. La partnership vedrà PODOVIS® presente durante il circuito ILGA – che oggi conta 20 gare – organizzate in tutta Italia nei migliori circoli. La prima tappa si è tenuta giovedì 14 marzo al Franciacorta Golf Club di Corte Franca (Brescia). (19 marzo 2019)

 

PGA European Golf Professional all’Argentario

Argentario Golf Club sarà la sede italiana della PGA European Golf Professional: è stato ufficializzato l’accordo siglato da Liam Greasley, Executive Director della PGA (Professional Golfers’ Association) e dal presidente Augusto Orsini nella sede della PGA di Birmingham. Il club toscano ospiterà per i prossimi quattro anni la finale UK del PGA Tournament (primo appuntamento dal 26 al 31 ottobre 2019). L’Argentario Golf Club, situato nel cuore della maremma toscana, e PGA European Golf Professional sanciscono questo accordo con il comune obiettivo di diffondere la cultura e la passione per il golf e i suoi valori. Il campo, inaugurato nel 2006, è stato progettato dall’architetto David Mezzacane e dal giocatore professionista Baldovino Dassù. Le buche sono state poi modellate dallo specialista Brian Jorgensen.

Il risultato è un tracciato vario, spettacolare e tecnicamente molto valido, al punto che la PGA ha assegnato al campo il prestigioso riconoscimento di PGA Nation Golf Course Italy. Ma non solo: Argentario Golf Club ha realizzato la nuova Club House, sta ampliando la practice area e sta realizzando una nuova Academy. (12 marzo 2019)

 

Ripartono le Worldgolfers Series 2019

Comincia sabato 9 marzo a Gardagolf la lunga ricorsa a un posto nel dream team italiano delle Worldgolfers Series 2019. Scatta infatti in terrà bresciana il torneo di qualifica che deciderà i cinque componenti del Team Italy WAGC 2019.
Per saperne di più clicca qua (7 marzo 2019)

 

Il 23 marzo “The Inner Game” al Brianza

The Inner Game® Essentials: si chiama così il workshop organizzata per il 23 marzo al Brianza Golf Club di Usmate (MB). A tenerlo la nostra Sonja Caramagno (mental coach ideatrice della rubrica “Il golf nella testa“) con Gaetano Ruvolo.

Si tratta di una giornata di formazione dinamica per scoprire concetti e strumenti sviluppati da Tim Gallwey da oltre 45 anni. I suoi insegnamenti hanno aiutato milioni di persone in qualsiasi campo a imparare attraverso la consapevolezza dell’esperienza.

Il workshop avrà una durata di otto ore e si svilupperà sia in aula che sul putting green e driving range. Il lavoro partirà da una parte teorica, e dall’assunto di base per cui un risultato è il prodotto tra la passione/piacere del gioco e il continuo apprendimento da ogni risultato. Si allenerà l’osservazione e l’attenzione verso il proprio dialogo interiore, che faciliterà una maggiore concentrazione e sicurezza dei propri mezzi. Una volta in campo pratica si svilupperà l’allineamento tra mente e corpo attraverso la respirazione e specifici esercizi di sensibilità e nuove variabili interne da osservare per massimizzare l’ascolto di sé stessi.

Perché, ricordiamolo ancora una volta, “il golf è uno degli sport più mentali che ci siano. Si gioca da soli con se stessi, senza un avversario identificabile e in compagnia di una voce interiore che cerca di sottolineare i rischi, i timori, le trappole del campo”. Per saperne di più clicca qua. (6 marzo 2019)

 

Golf sulla neve a Limone Piemonte sabato 9 marzo

Sabato 9 marzo torna a Limone Piemonte sulle piste da sci della Riserva Bianca la terza edizione della Gara di golf sulla neve, evento organizzato dalla società degli impianti LIFT, dalla Scuola Sci Limone e dal Golf Club. Sarà una gara a coppie su 9 buche formula “4 palle la migliore”, buche par 3 lunghezza massima 80 – 90 metri. Premi green fee gentilmente offerti dai migliori circoli di Liguria Piemonte e Lombardia. Il costo dell’iscrizione alla gara è di 10 euro. Possibilità di acquistare lo skipass giornaliero al prezzo convenzionato di Euro 15. Prevista una postazione della Federazione Italiana Golf per avvicinare i neofiti al gioco del golf.
Per saperne di più: golflimone@gmail.com (6 marzo 2019)

 

India Golf Cup: via al 16esimo anno

Giovedì 28 febbraio, all’Hotel Splendide di Lugano, è nato ufficialmente il circuito 2019 della India Golf Cup. Davanti a un buon pubblico, Adriano Manzoni (responsabile marketing) e Gianmario Sbranchella (titolare del circuito da sedici anni) hanno illustrato le 19 tappe del circuito. Un tour che spazia dalle Dolomiti del Trentino alla Riviera Ligure passando ovviamente per Lombardia, Piemonte e Emilia.

LUGANO Adriano Manzoni e Gianmario Sbranchella

Il circuito si concluderà con la ventesima gara (riservata solo ai 4 vincitori di categoria delle 19 precedente gare) al Golf Club Ambrosiano il 1° ottobre 2019. In palio per i 4 vincitori di categoria un viaggio “Golf & Relax” di 5 giorni in Andalusia Spagna. Ma le novità illustrate nell’occasione sono state diverse tra cui la “Team Card India Golf Cup”, riservata ai partecipanti al circuito (basta la partecipazione anche ad una sola gara) totalmente gratuita e che da accesso a molte agevolazioni sui campi del Circuito e a notevoli vantaggi sui prodotti e servizi degli sponsor dell’India Golf Cup. (4 marzo 2019)

Per conoscere tutte le date clicca qua.

 

Domenica 9 marzo la combinata sci/golf a Cavaglià

Dopo gli ottimi riscontri dello scorso anno torna la Groupe Rossignol Ski & Golf Cup, combinata sci/golf che eleggerà lo sportivo più completo delle due discipline. Protagoniste due realtà della regione come le piste di Mera e i fairway del Golf Club Cavaglià.

Una veduta di Cavaglià. golf news

Una veduta di Cavaglià.

Il programma scatterà sabato 9 marzo all’Ape di Mera (Vc) quando si disputerà uno slalom gigante seguito dal pranzo in baita. Sabato 23 marzo l’appuntamento è fissato a Cavaglià per una gara di golf sulla distanza di 18 buche stableford seguita da premiazione e buffet. Alla due giorni sono invitati a partecipare gli sciatori e i golfisti di ogni livello, lo slalom gigante sarà infatti tracciato per consentire anche ai sciatori meno esperti di giungere tranquillamente al traguardo e la classifica della competizione golfistica sarà stilata sui risultati netti.

Per iscrizioni Gc Cavaglià, 0161/966771. (3 marzo 2019)

 

“In buca per Giacomo 2019”

Scelta data e località per la quarta edizione della gara “In buca per Giacomo”: si giocherà alla Pinetina il prossimo venerdì 27 Settembre 2019. Il padre di Giacomo fa sapere che anche quest’anno il sostegno sarà per il Comitato Maria Letizia Verga, che nel 2019 compie 40 anni di attività. “Un traguardo importante fatto di tanta vita trascorsa INSIEME con l’obiettivo di guarire un bambino in più” dice Alberto. (25 febbraio 2019)

 

Riparte il trofeo “Rigoni di Asiago”

Anche quest’anno sarà il Sud a “tagliare” il nastro di partenza dell’edizione 2019 del Trofeo di Golf “Rigoni di Asiago”.
Trentanove le tappe previste in tutta Italia, più quattro semifinali che, a settembre, proclameranno la coppia vincitrice alla finale nazionale in programma all’Argentario. Il golf, insieme ad altri sport fortemente legati alla natura come la vela, il ciclismo, l’hockey, sono scelte che parlano di benessere e di attenzione all’ambiente.”Rigoni di Asiago”, azienda leader nella produzione biologica, scommette ancora sul golf e sarà presente ad ogni tappa del circuito. Non mancherà la solidarietà. Infatti, durante tutta la durata del trofeo è prevista una raccolta fondi a favore di due case famiglia: FATA ONLUS e ASSOCIAZIONE FAMIGLIA APERTA SUL MONDO. Un premio ad hoc sarà sorteggiato tra i partecipanti alle donazioni. Per saperne di più clicca qua. (19 febbraio 2019)

 

Travel Outdoor Fest, il bilancio della tre giorni


Non è ancora tempo di bilanci ma la sensazione che il Travel Outdoor Fest 2019 si chiuda in positivo c’è tutta. Nonostante le due belle giornate di sole del weekend abbiano spinto molti giocatori in campo, sono stati parecchi quelli che si sono ritagliati una manciata di ore per un salto in fiera a Parma per il golf. E credo ne sia valsa la pena… Leggi il resto (18 febbraio 2019)

 

A Parma “Travel Outdoor Fest” tra golf e turismo

Appuntamento alle Fiere di Parma per la seconda edizione del Travel Outdoor Fest. Nel padiglione dedicato al golf era presente anche Franco Chimenti che ha toccato alcuni temi di attualità. “Sulla scia dell’effetto Ryder Cup – ha detto – l’Italia sta diventando una delle mete preferite dai turisti golfisti e manifestazioni come Travel Outdoor Fest contribuiscono ad aumentare l’interesse sul Paese. Le bellezze paesaggistiche dell’Emilia Romagna, il clima, la posizione e il patrimonio sono indubbiamente elementi in grado di destagionalizzare i flussi turistici dal Nord Europa e dagli Stati Uniti”.

Altro argomento affrontato il problema dei fitofarmaci nei campi da golf. Durante il convegno “PAN 2019/2024 Piano di azione Nazionale sull’uso dei fitofarmaci sui campi da golf”, Gian Paolo Montali ha ribadito che la Federazione sta promuovendo iniziative e progetti in favore dell’ecosostenibilità. “L’eco-sostenibilità e la corretta manutenzione dei campi da golf sono due aspetti di grande rilievo nel Progetto Ryder Cup 2022. La FIG si è impegnata a favorire il recupero di aree dismesse, trasformandole in campi da golf biocompatibili e accessibili a tutti. Attraverso queste iniziative, il Progetto Ryder Cup contribuisce così alla difesa del territorio e alla valorizzazione di tutto il Paese, da nord a sud, da un punto di vista del turismo golfistico. (16 febbraio 2019)

 

La Regione Lazio scommette sul golf alla BIT

Alla BIT di Milano la Regione Lazio punta anche sul golf. Lo spiega l’assessore al Turismo e alle Pari Opportunità, Lorenza Bonaccorsi, che parla del turismo sportivo come di un settore strategico, “che può certamente fare da traino per la valorizzazione di tutti i territori del Lazio. Va in questa direzione l’impegno della giunta Zingaretti anche per la promozione del sistema turistico golfistico. Un impegno che abbiamo voluto raccontare qui alla BIT, illustrando quanto stiamo facendo per la promozione di questo nuovo segmento turistico attraverso le testimonianze dei responsabili della Federazione del Lazio, e un testimonial d’eccezione come Pierluigi Pardo. Il golf rappresenta sicuramente una grande opportunità per destagionalizzare i flussi turistici nel Lazio. Serve per valorizzare molte destinazioni delle nostre aree interne ancora tutte da scoprire. Un’occasione che non ci faremo sfuggire”. (12 febbraio 2019)

 

Scarpe da golf e obblighi fiscali, Fiamme Gialle in Toscana

Guardia di finanza in azione in Toscana: nel mirino un imprenditore che vendeva scarpe da golf ma avrebbe nascosto ricavi per 63mila euro e omesso la dichiarazione dei redditi. Secondo la ricostruzione degli inquirenti l’uomo realizzava e vendeva articoli per il golf online e in giro sui campi, puntando su scarpe di alta qualità (a listino fino a 1.400 euro) senza poi adempiere agli obblighi fiscali.

Al termine di un’ispezione le Fiamme Gialle hanno scoperto documenti extracontabili riferiti ad ordini e consegne di prodotti. La ditta rivolgeva la sua offerta ai potenziali clienti attraverso Facebook e ad un sito Internet. Altra forma di acquisizione di clientela era la costante partecipazione con stand alle gare in giro per l’Italia . E’ emerso che la maggior parte delle vendite è avvenuta avvicinando giocatori ai quali veniva proposto l’acquisto di calzature su misura, tutte di manifattura pregiata e realizzate con materiali di elevata qualità. I pagamenti venivano poi effettuati tramite accrediti telematici su carte ricaricabili. Per incrementare il volume d’affari e creare un brand di alto profilo, l’imprenditore avrebbe anche sponsorizzato un circuito nazionale.

Sempre secondo quanto reso noto all’agenzia di stampa Ansa dalle Fiamme Gialle, gli obblighi di presentazione delle dichiarazioni dei redditi e a fini Iva sono stati sistematicamente violati. Pertanto il soggetto è risultato evasore totale. Constatato anche l’omesso versamento di Iva per circa 15.000 euro. (7 febbraio 2019)

 

La PGAI incontra Phil Kenyon, putting coach di Molinari

Phil Kenyon

Martedì 5 febbraio a Tolcinasco (Milano), l’Associazione dei Professionisti di Golf si riunisce per il Meeting Annuale e lo dedica a Francesco Molinari, tra le sue fila da lungo tempo. Lui ce l’ha fatta, sudando e scegliendosi metodo e team vincenti. Mettere insieme la squadra di lavoro giusta è stato uno dei punti di forza del torinese. Ultimo entrato nel team lo scorso marzo è Phil Kenyon: lui sarà l’ospite della giornata.

44 anni di Liverpool, professione putting coach (ma prima giocatore con master in scienza dello sport), Phil Kenyon ha clienti illustri come Rose, Fleetwood, Stenson, Oosthuizen, Fitzpatrick. Ossia: oltre 50 titoli conquistati dai suoi allievi, di cui tre major. Alla Ryder Cup 2016 otto giocatori su 12 lavoravano con lui, quattro nella scorsa edizione di Parigi. “Ha un approccio scientifico, non lascia nulla al caso o alla sola sensibilità, dall’analisi del colpo alla scelta del bastone”, ha detto di lui Molinari qualche tempo fa.

A Tolcinasco parlerà del suo metodo applicabile a ogni livello di gioco racconta: dall’ecosistema di ogni giocatore sul green, ai sette elementi di questo colpo, al caso Molinari.

Tutto esaurito per questo Meeting, con 160 Professionisti in sala e altri 60 collegati in streaming. Un’occasione d’incontro e di scambio e anche il momento, da parte del presidente Antonello Bovari, per fare il punto sul triennio appena concluso. E a marzo toccherà al performance coach di Molinari, Dave Alred. (31 gennaio 2019)

 

Tempi duri per il Donnafugata Resort

Speriamo che questi golf car ripartano presto

C’è un fuggi fuggi al quale nessun italiano prima e nessun golfista poi vorrebbe assistere. Si tratta di quello dal Donnafugata Resort, quasi ex eccellenza del turismo golfistico italiano in terra di Sicilia. Quell’ex rappresenta tutta la personale speranza affinché qualcuno fiuti il business (non l’affare) e si dia una mossa. Il Donnafugata Resort, dopo nove anni di onorata carriera, è un passo dal fallimento. Clicca e leggi (26 gennaio 2019)

 

Fiamme al Pelagone (Grosseto)


Incendio nel rimessaggio del Golf Club Il Pelagone di Gavorrano: le fiamme oltre a interessare l’area interna del rimessaggio hanno raggiunto anche nove golf cart messe in ricarica. I mezzi sono andati completamente distrutti. Bruciato anche diverso materiale, tra cui sacche e ferri da gioco. (26 gennaio 2019) 

 

 

 

La Lombardia in trasferta a Stoccarda

“Tra le mete più ambite in Europa dagli amanti del green, la Lombardia è una destinazione che stupisce grazie ad una combinazione unica di campi da golf di altissimo livello tecnico e un incredibile patrimonio artistico ed enogastronomico”. Lo fa sapere la Regione Lombardia . “Il mercato tedesco è uno dei principali mercati target per la Lombardia. Dal 17 al 20 gennaio, nell’area coordinata da Enit (Agenzia nazionale del turismo) e nel progetto Italy Golf & More, Regione Lombardia e inLombardia presenteranno la Golf Experience lombarda alla “Golf & WellnessReisen” a Stoccarda, incontrando buyers e stampa.

“Il golf è uno sport ad alta vocazione turistica, capace di valorizzare luoghi e paesaggi unici della nostra Lombardia – ha sottolineato Lara Magoni, assessore regionale al Turismo -. Partecipare ad un evento internazionale simile permetterà di far conoscere ed apprezzare sempre di più  l’offerta turistica della Lombardia”. Con ben 70 campi, di cui 28 di alto livello tecnico a 18, 27 e 36 buche, siamo la regione con l’offerta golfistica più ampia e diversificata. (17 gennaio 2019)

 

Ryder Cup 2022, incontro in Vaticano

Melchor Sánchez de Toca e Gian Paolo Montali.

Melchor Sánchez de Toca e Gian Paolo Montali.

Per la prima volta la Federazione Italiana Golf ha messo piede in Vaticano. Lo ha fatto per incontrare gli esponenti del Pontificio Consiglio della Cultura, il Dicastero della Santa Sede incaricato della cultura e dello sport. La delegazione, guidata da Gian Paolo Montali, è stata accolta dal cardinale Gianfranco Ravasi, Presidente del Dicastero della Curia Romana, accompagnato dai monsignori Paul Tighe e Melchor Sánchez de Toca, rispettivamente Segretario e Sottosegretario del Pontificio Consiglio della Cultura.

Al centro del dibattito le iniziative intraprese dalla federazione verso la sfida tra Usa ed Europa del 2022 a Roma. E quindi sport, integrazione, inclusione sociale, rispetto delle regole e dell’avversario. I punti cardine del Progetto Ryder Cup 2022 hanno riscontrato l’apprezzamento del Pontificio Consiglio della Cultura. Da sport ritenuto elitario, anche se molto popolare in altre latitudini, il golf si rivolge alle persone comuni, passando per i giovani, ed è entrato nelle scuole e nelle università. Partendo dalle periferie, a Roma e non solo, decine e decine di adolescenti hanno avuto, in questi anni, la possibilità di conoscere questo universo adatto alle fasce più deboli, socialmente ed economicamente.

Il Dipartimento Sport del Pontificio Consiglio della Cultura si è mostrato disponibile a collaborare con la FIG per eventi futuri che possano sposare principi imprescindibili come inclusione sociale, fair play, integrazione e socializzazione. (15 gennaio 2019)

 

Buone notizie per il Colombaro

Il Tribunale di Modena ha bocciato la richiesta di concordato preventivo lasciando aperta una porta per evitare il fallimento del percorso a diciotto buche da campionato e nove executive disegnate da Bernhard Langer. Adesso sarà decisiva la prossima assemblea dei soci.

Per saperne di più leggi qua. (5 gennaio 2019)
 

 

Nuove regole: scarica il PDF gratuito

Golf news: in vigore le nuove regole.

Golf news: in vigore le nuove regole.

Dopo anni di discussione, entrano in vigore oggi una serie di nuove regole per chi gioca a golf. Circoli e professionisti hanno fatto di tutto per farle conoscere: noi ci mettiamo del nostro, offrendo la possibilità di stamparle in un opuscolo tascabile da tenere nel sacca. Come fare? Semplicissimo: basta cliccare qua e seguire le istruzioni. (1 gennaio 2019)


L’ARCHIVIO DELLE NEWS DEL 2018

I post del maestro di golf Ferruccio Crotti

Segui la pagina Facebook di Golfando e iscriviti al gruppo. Oppure seguici su Twitter: @golftgcom