Golf: Tiger Woods arrestato per guida in stato d’ebbrezza -“Mi scuso, colpa dei farmaci”

L’ex numero uno del golf mondiale, Tiger Woods, 41 anni, è stato arrestato in Florida per guida in stato di ebbrezza. E’ finito nel carcere della contea di Palm Beach alle 7.18 di lunedì mattina dopo essere stato intercettato a Jupiter. Dopo qualche ora il rilascio. E nella serata di lunedì è arrivata la sua versione dei fatti. “Colpa del mix di farmaci che prendo per curarmi dopo l’operazione” ha detto.

Tiger Woods nella foto segnaletica

L’ex numero uno del golf punta il dito contro la terapia per riprendersi dall’intervento alla schiena dello scorso aprile. “E’ una reazione inattesa – ha detto in una nota – Capisco la gravità di ciò che ho fatto e mi assumo piena responsabilità per le mie azioni. Voglio che la gente sappia che non è una questione di alcool. Quello che è accaduto è stata una reazione inaspettata a dei farmaci prescritti. Non mi rendevo conto che il mix di medicine mi avesse colpito così forte”.

Tiger Woods

Tiger Woods (foto Afp)

Poi le scuse a famiglia, amici e fan. “Anche io mi aspetto di più – ha scritto – Farò tutto ciò in mio potere per assicurare che questo non accada mai più”.

Tiger Woods: capisco la gravità di ciò che ho fatto e mi assumo piena responsabilità per le mie… Condividi il Tweet

Tiger Woods, carriera finita o…?

Qualcuno parla intanto di carriera finita per Elderick Tont Woods, uno dei più grandi giocatori mai visti sul green.

La sua vita agonistica è (preferiamo parlarne al presente) senza macchia: 14 Major vinti, decine di tornei in bacheca e 683 settimane al vertice del World Ranking. Il suo patrimonio è stimato in 740 milioni di dollari.

La vita lontano dal golf di Tiger é segnata invece da tanti bassi. Da quando nel 2009 è stato abbandonato dalla moglie, la modella svedese Elin Nordegren, stanca dei suoi tradimenti, Woods non è più tornato quello di prima. Un anno dopo, nell’ottobre 2010 Tiger scese dal trono del golf mondiale. Una poltrona che occupava da ben 281 settimane consecutive, portandolo a vette incomparabili di popolarità e ricchezza.  E dire che Barack Obama, appassionato di golf, lo aveva scelto come simbolo di società multietnica. Tiger è figlio di un militare afroamericano e di una donna thailandese con ascendenze cinesi.

Tiger Woods

Tiger Woods (Foto Afp)

Poi ha trascorso qualche tempo in una clinica per curare la sua “dipendenza dal sesso”. Si è fidanzato con Lindsey Vonn, la campionessa di sci che lo ha abbandonato pure lei per una questione di corna. Quindi è tornato a giocare, si è bloccato di nuovo alla schiena tanto da finire sotto i ferri ad aprile.

Tiger Woods e la convalescenza

Tiger Woods aveva fatto parlare di sé solo qualche giorno fa per aver ribadito di voler tornare “inequivocabilmente” ad essere un giocatore professionista. Essendo reduce dalla quarta operazione alla schiena, Woods non sa quando potrà tornare ad allenarsi. Ci vorranno mesi solo per ripresentarsi in un campo pratica. Figuriamoci quando lo rivedremo sul tee di partenza di una vera gara.

A rigor di logica, la stagione 2017 è quindi finita ancora prima di cominciare. L’ultima sua apparizione risale a febbraio 2017: a Dubai si ritirò dopo il primo giro giocato in 77 colpi. Al Farmers Insurance Open non passò il taglio. Nel 2016 aveva giocato solo a novembre, nell’Hero World Challenge. Niente Major per due anni consecutivi, quindi.

Tiger Woods

Il registro online della polizia di Palm Beach


SEGUI GOLFANDO SU FACEBOOK E SU TWITTER @GOLFTGCOM

IMBUCATO, IL SELFIE DEL GOLF: CLICCA E MANDA LE TUE FOTO

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

2 risposte a “Golf: Tiger Woods arrestato per guida in stato d’ebbrezza -“Mi scuso, colpa dei farmaci”

  1. TUTTI PRONTI A OSANNARE…E POI SUBITO DOPO SUPERPRONTI A STIGMATIZZARE E CONDANNARE.
    QUI STIAMO PARLANDO DI UN UOMO LEGGENDA. UN DIO DEL GOLF SE NON “IL” DIO DEL GOLF.
    UN UOMO RICCHISSIMO CHE SI E’ AMPIAMENTE GUADAGNATE QUESTE RICCHEZZE ESSENDO UN EXTRATERRESTRE DIECI PIANI SOPRA I SUOI CONTENDENTI PER ANNI E ANNI.
    UN UOMO OGGI IN DIFFICOLTA’. CHE HA LA MIA SCONFINATA AMMIRAZIONE E SOLIDARIETA’. ABBIATE RISPETTO E SCIACQUATEVI LA BOCCA PRIMA DI NOMINARE TIGER WOODS. PENSATE PRIMA A CHI SIETE VOI IN CONFRONTO A LUI.

    • MESSAGGIO PER QUEI DUE “LEONI DA TASTIERA” CHE POSTANO COMMENTI RAZZISTI (SI’, NEL 2017 QUALCUNO GUARDA AL COLORE DELLA PELLE DI TIGER WOODS): ABBIATE LE DECENZA DI FIRMARVI (s.l.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *