Augusta Masters, il campione sarà europeo anche stavolta?

Sarà di nuovo un europeo a trionfare all’Augusta Masters?. In molti ne sono convinti visto che all’ultimo giro si presentano in testa Sergio Garcia e Justin Rose, entrambi a -6. Gli scongiuri sono scontati. Lo spagnolo in particolare avrà gli occhi addosso considerati i 73 major giocati in carriera senza mai vincerne uno. Molinari prosegue la sua lenta risalita: è 32esimo (+5).

Augusta Masters

AUGUSTA Sergio Garcia dopo il putt alla 18 (foto Afp)

In corsa per il titolo anche Rickie Fowler, terzo con 211 (-5), Jordan Spieth, Charley Hoffman e Ryan Moore, quarti con 212 (-4), l’australiano Adam Scott, settimo con 213 (-3), e il sudafricano Charl Schwartzel, ottavo con 214 (-2).

Difficile un rientro in vetta per Lee Westwood e Thomas Pieters, noni con 215 (-1). Il belga era leader con Hoffman e Fowler dopo tre turni. Hanno invece contro le statistiche il nordirlandese Rory McIlroy, Matt Kuchar, William McGirt, Jon Rahm, Paul Casey e Soren Kjeldsen, tutti undicesimi con 216 (par), perché solamente una volta in ottanta edizioni il Masters è stato vinto da un giocatore oltre i top ten dopo 54 buche (Art Wall jr, 1959, 13°).

Augusta Masters, i precedenti dei leader

Justin Rose non ha mai mancato il taglio in undici Masters disputati. Nel 2015 è arrivato secondo, nel 2016 decimo. Ha raggiunto Garcia con una grande progressione finale (cinque birdie nelle ultime sette buche).

Augusta Masters

AUGUSTA Justin Rose e il caddie Mark Fulcher sul green della buca 18 (Fonte Afp)

Altalenante Garcia, al suo diciannovesimo Masters, che ha evitato il sorpasso con quattro birdie e due bogey per il 70 (-2). Lo spagnolo ha disputato 73 major, senza mai imporsi. Tra i giocatori in attività, è superato solo dall’inglese Lee Westwood, alla 76ª presenza senza vittorie.

Può essere di conforto per l’iberico il fatto che in 43 occasioni su ottanta la giacca verde è stata indossata dal leader o dal co-leader dopo 54 buche.

Francesco Molinari ha iniziato con un bogey alla buca 2, poi ha segnato par fino alla 12ª. Ha cambiato passo con tre birdie nelle successive quattro e ha chiuso con un bogey per il 71 (-1). (fonte Federgolf)

SEGUI GOLFANDO SU FACEBOOK E SU TWITTER @GOLFTGCOM


TI POTREBBE INTERESSARE:

NEWS IN BREVE: CLICCA, LEGGI E SEGNALA LA TUA

STORIE DI GOLFLE BELLE DEL GOLF – GUARDA LE FOTO

SCHEDA: DIECI ANNI DI GIOCATORI AZZURRI SULL’EUROPEAN TOUR

GIOCO PERCHE’: ECCO TUTTI I MOTIVI DEI LETTORI

E TU? CLICCA E SCRIVI IL TUO

LE LEZIONI DEL MAESTRO FERRUCCIO CROTTI

IL GOLF NELLA TESTA: PARLA LA MENTAL COACH SONJA CARAMAGNO

IMBUCATO – IL SELFIE DEL GOLF – SPECIALE – IL SELFIE DEI VIP

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *