Verso il doppio misto di golf alle Olimpiadi 2028

Ne vedremo delle belle prima o poi alle Olimpiadi. In attesa di Parigi 2024 gli organizzatori lavorano già a Los Angeles 2028. In vista dei prossimi Giochi è stata ufficialmente formalizzata la proposta di inserire una terza specialità di golf: oltre alle medaglia per uomini e donne, si punta a quella del doppio misto.

Continua a leggere

Justin Rose uno di noi: gioca la palla sbagliata

Justin Rose The Sentry
KAPALUA, HAWAII Justin Rose impegnato nel The Sentry 2024 al Plantation Course (Foto di Michael Reaves / GETTY IMAGES NORTH AMERICA / Getty Images via AFP)

Sul PGA Tour Justin Rose ha giocato la pallina sbagliata. Se lo fa uno dei professionisti più forti sulla faccia della Terra possiamo quindi tirare un gran bel sospiro di sollievo tutti noi coppafragolisti…

Continua a leggere

Nel colosseo della Ryder Cup McIlroy e Rahm gladiatori, Fowler e Spieth vittime sacrificali

Prima di mandare in soffitta un’edizione da incorniciare cerchiamo qualche numero e qualche giudizio sulla Ryder Cup 2023. Nel colosseo allestito al Marco Simone, il protagonista è sicuramente Rory McIlroy, gladiatore dentro e fuori dal green. Lui ha guidato il triumvirato dei più forti, ossia i meglio piazzati nel world ranking. Un gradino più sotto Jon Rahm. Degli ospiti si salva solo Max Homa.

Continua a leggere

Team Europe, ok: la partenza è giusta in Ryder Cup

Justin Rose dopo aver pareggiato il suo match (Foto di Paul ELLIS / AFP)

GUIDONIA MONTECELIO (ROMA) – Ci sono un norvegese, un nordirlandese e soprattutto un basco nella foto ricordo del primo giorno di Ryder Cup a Roma. Hovland ha dispensato colpi di qualità, portando alla causa europea un punto e mezzo. McIlroy di punti ne ha fatti due (su due a disposizione), mettendoci la zampata decisiva quando serviva. Jon Rahm ha invece usato il putt al posto dell’artiglieria pesante: un eagle alla buca 16 e soprattutto un putt dalla distanza alla 18 hanno tolto sul più bello il sapore della vittoria a Scheffler e Koepka. Morale della favola: Europa-Usa 6,5 a 1,5 dopo il primo giro di doppi.

di Sauro Legramandi
Continua a leggere

Miracolo di Medinah, ecco cosa accadde alla Ryder Cup 2012

Rory McIlroy marca un birdie sulla 9 nei singoli della Ryder Cup nel giorno del miracolo di Medinah (Photo by BRENDAN SMIALOWSKI / AFP)
MEDINAH, Rory McIlroy imbuca e festaggia il birdie sulla 9 nei singoli della Ryder Cup nel giorno del miracolo di Medinah (Photo by BRENDAN SMIALOWSKI / AFP)

Il 30 settembre 2023 (secondo giorno della Ryder Cup di golf a Roma) saranno passati esattamente undici anni. Eppure il miracolo di Medinah fa venire un groppo in gola a molti golfisti. In quella domenica del 2012 Team Europe compì la rimonta più incredibile nella storia del golf e strappò il trofeo dalle mani statunitensi. E tutto sotto lo sguardo, dal cielo, di Severiano Ballesteros.

Continua a leggere

Justin Rose: ecco perché non gioco sul LIV Golf

Justin Rose, professionista di golf inglese, ha vinto di nuovo sul PGA Tour. E adesso spiega perché non giocherà sul LIV GOLF
PEBBLE BEACH Justin Rose dopo il putt decisivo all’AT&T Pebble Beach Pro-Am (Foto di EZRA SHAW / GETTY IMAGES NORTH AMERICA)

Fino a qualche giorno fa Justin Rose era un giocatore di golf quasi finito in seconda fila, pronto per pensare più ai petrodollari del LIV Golf che alle vittorie, quelle belle. Poi il 42enne inglese ha conquistato il Pebble Beach Pro-Am dopo quattro anni di astinenza sul PGA e la vita golfistica è tornata a sorridergli.

Continua a leggere

Payne’s Valley Cup, una mini-Ryder Cup con quattro ex numero uno

Nonostante il rinvio della Ryder Cup 2020 una sfida tra Stati Uniti ed Europa ci sarà. Si giocherà sempre negli Usa (Missouri) ma i team Usa ed Europe saranno ridotti all’osso. Pochi ma buoni verrebbe da dire guardando i professionisti in gara alla Payne’s Valley Cup: da un lato Tiger Woods e Justin Thomas, dall’altro il neo-papà Rory McIlroy e Justin Rose.

Payne’s Valley Cup

Payne’s Valley Cup: i due team

Continua a leggere

Il golf cambia i numeri uno: prima volta di Jin Young Ko, torna Rose

Il mondo del golf ha un re e una regina nuovi quasi di zecca. Infatti se per la vetta maschile Justin Rose non è una novità lo stesso non si può dire per Jin Young Ko. La ventitreenne di Seul ha messo in fila tutte le colleghe all’ANA Inspiration e quindi ha conquistato la vetta del Rolex Ranking.

RANCHO MIRAGE E dopo la vittoria un tuffo in piscina per Jin Young Ko, il suo caddie David Brooker e il suo agent, Soo Jin Choi (foto Matt Sullivan/Getty Images/AFP)

RANCHO MIRAGE E dopo la vittoria un tuffo in piscina per Jin Young Ko, il suo caddie David Brooker e la sua agente, Soo Jin Choi (foto Matt Sullivan/Getty Images/AFP).

Continua a leggere

Justin Rose e Xander Schauffele, l’inizio anno è di quelli giusti

Nuovo cambio della guardia in vetta al World Ranking: il Sentry Tournament of Champions ha incoronato ancora come numero uno al mondo Justin Rose che, quella gara non l’ha nemmeno giocata.

NASSAU Justin Rose a dicembre nel giro finale dell'Hero World Challenge (foto di Rob Carr/Getty Images/AFP).

NASSAU Justin Rose a dicembre nel giro finale dell’Hero World Challenge (foto di Rob Carr/Getty Images/AFP).

Continua a leggere

Justin Rose pigliatutto: Turkish Airlines Open, primo posto del ranking e un mln di dollari

Un uomo nato sicuramente con la camicia. Justin Rose in un solo giorno ha vinto il Turkish Airlines Open, è tornato numero uno al mondo, si è aggiudicato il 20esimo titolo in carriera. Come se non bastasse ha incassato un assegno da 1.025.132 dollari.

Justin Rose (foto Afp)

Justin Rose (foto Afp)

Continua a leggere