Francesco Molinari, score record in Nevada – Vince Pampling (che non doveva neanche giocare)

Una fine 2016 indimenticabile per Francesco Molinari che dopo la vittoria all’Open d’Italia e il sesto posto in Cina all’WGC-HSBC Champions ha collezionato uno strepitoso quarto posto (rimontando dal 46esimo) nello Shriners Hospitals for Children Open, torneo del Pga giocato al Summerlin (par 71) di Las Vegas in Nevada. Chicco ha messo a segno l’ultimo giro in 61 colpi, lo score più basso mai realizzato in carriera.

Francesco Molinari

LAS VEGAS Francesco Molinari dopo il birdie alla seconda buca allo Shriners Hospitals For Children Open (Foto Afp)

Il torinese ha chiuso l’ultimo giorno a -10 con uno score complessivo di 268 colpi (70 68 69 61, -16). Chicco ha messo a segno un eagle, imbucando il secondo colpo alla 11ª (par 4), e otto birdie. Con i 272.800 dollari di premio sala al 14° posto della money list.

I CASI DELLA VITA – La vittoria è andata all’australiano Rod Pampling (264 – 60 68 71 65, -20), che in un combattuto finale ha avuto ragione di Brooks Koepka (266, -18), e di Lucas Glover (267, -17). Erano dieci anni che Pampling non vinceva una gara. Ironia della sorte: per ragioni organizzative e di orari, a partire non dovevano essere 156 giocatori ma almeno una dozzina meno e tra questi proprio l’australiano. Ma per un errore dall’organizzazione non è stata inviata la mail che annunciava la riduzione del field. Quindi tutti sono stati ammessi.

 Al vincitore, 47enne di Redcliffe, il terzo titolo nel circuito ha fruttato 1.188.000 dollari su un montepremi di 6.600.000 dollari.

 

 

STORIE DI GOLF

LE BELLE DEL GOLF – GUARDA LE FOTO

 

 

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page