Giulia Sergas saluta il LPGA Tour e torna in Europa: “Scelta di vita molto difficile”

Giulia Sergas lascia il LPGA Tour e torna a giocare in Europa, nel Ladies European Tour, proprio dove aveva iniziato da proette nel 2000.

Giulia Sergas

Giulia Sergas

“Dopo 14 anni di circuito americano – ha spiegato la triestina – ho deciso di cambiar strada per dedicarmi ad altro, soprattutto alla mia vita personale. É stata una scelta molto difficile e sofferta, perché in America vivevo di un sogno, ma non me la sentivo più di dedicare tutto alla carriera. Ritengo che giocare sul tour europeo sia un buon compromesso, tuttavia il mio desiderio è quello di allenare le giovani emergenti del golf, perché ho tanto da dare e da condividere. E’ il futuro che mi attende”.

Sergas è reduce dalle Olimpiadi di Rio dove ha tenuto alti i colori azzurri con Giulia Molinaro. Da qualche tempo si avvale degli insegnamenti di Costantino Rocca.
Continua a leggere

Il golf alle Olimpiadi è uno sport per donne

di Sauro Legramandi – @Sauro71

Inutile nasconderlo: il ritorno del golf alle Olimpiadi dopo 112 anni è un flop. Un pasticciaccio brutto per tanti motivi, dalla scelta del Paese chiamato ad ospitarne il rientro (al Brasile mancano tradizione e cultura golfistica) alla decisione di farvi partecipare giocatori professionisti (giustamente a caccia di ingaggi e assegni, non di medaglie o bandiere da onorare) anziché giovani e/o amateur.

Lee-Anne Pace (foto Afp)

Continua a leggere

KPMG Championship, Brooke Henderson batte Lydia Ko: è nata una stella?

Presto forse per dirlo ma il golf femminile ha una nuova stella. O stellina; la 18enne canadese Brooke Henderson ha battuto la numero uno al mondo Lydia Ko e ha vinto il suo primo major, il KPMG Women’s PGA Championship. Decisivo un birdie alla prima buca di playoff dopo aver recuperatodue colpi alla neozelandese nelle seconde nove. Le due hanno chiuso il quarto giro appaiate a -6.

SAMMAMISH, WA - JUNE 12: Brooke Henderson of Canada poses with the trophy after winning the KPMG Women's PGA Championship at the Sahalee Country Club on June 12, 2016 in Sammamish, Washington. Scott Halleran/Getty Images for KPMG/AFP

SAMMAMISH (Washington) – Brooke Henderson posa col trofeo dopo la vittoria al KPMG Women’s PGA Championship (foto Afp)

Continua a leggere

TUTTE LE BELLE DEL GOLF – FOTO

Ecco le bellezze che si incontrano sui circuiti di tutto il mondo, partendo da Paige Spiranac e tante altre.Keatie Kearney

Molte di loro sono già campionesse affermate, altre – speriamo lo diventeranno il prima possibile.
Paulina2


Scatti più o meno rubati e soprattutto social: clicca e guarda la gallery. Continua a leggere

Hyo Joo Kim vince il Pure Silk e viene coperta di dollari e schiuma

La coreana Hyo Joo Kim ha vinto con 274 colpi (-18) il Pure Silk Bahamas Classic, il torneo LPGA giocato nelle Isole Bahamas che ha aperto la stagione femminile. E’ terminata 48ª con 288 (-4) Giulia Sergas e subito dietro Giulia Molinaro, 51ª con 289. Alla vincitrice un assegno di 210.000 dollari su un montepremi di 1.400.000 dollari. “Pure Silk“, sponsor della gara, è una linea di prodotti per barba e depilazione: la vincitrice è stata sottoposta a un uso insolito dopo la 18esima buca.

Hyo Joo Kim ha vinto lo Pure Silk Bahamas LPGA Classic (Bahamas)

Hyo Joo Kim ha vinto il Pure Silk Bahamas LPGA Classic (Bahamas)

Con un giro finale in 66 (-7) Hyo Joo Kim ha rimontato dalla terza posizione e ha lasciato a due colpi la connazionale Sei Young Kim, campionessa uscente, la svedese Anna Nordqvist e Stacy Lewis, numero tre mondiale (276, -16). Continua a leggere

Giulia Molinaro torna sul LPGA: “Sogno Rio Consiglio a tutti il golf in un college Usa”

E’ scattata la stagione del LPGA Tour, il più importante circuito femminile al mondo: si gioca il Pure Silk Bahamas Classic, a Nassau nelle Isole Bahamas. Quest’anno, l’Italia ha due proette sul Tour, Giulia Sergas e Giulia Molinaro. La seconda è di ritorno nell’LPGA, promossa dopo un anno sul Symetra Tour. Dalla Federgolf qualche dritta per conoscerla meglio

In giro per il mondo – “Sono nata a Camposampiero (Padova) e a due mesi ero già in Kenya con i miei genitori. Sono cresciuta in Africa, tornando in Italia solo per le vacanze estive. Il mio primo sport è stato il tennis, poi, a 12 anni, grazie al consiglio di un’amica di mia madre, ho cominciato a giocare a golf a Villa Condulmer sotto la guida di Andrea Trentin. A 14 anni sono entrata nella squadra nazionale, a 16 mi sono trasferita in Florida per completare la scuola. Ho fatto l’università in Arizona, laureandomi in Management del turismo. Nel frattempo, grazie a una borsa di studio, ho continuato a giocare a golf. Oggi vivo a Scottsdale in Arizona”.Giulia Molinaro

Golf e studio – “Consiglierei a tutti i giovani golfisti l’esperienza del college, è il modo migliore per conciliare studio e sport: strutture all’avanguardia, staff qualificato e un calendario di gare molto stimolante. Certo, in Italia puoi avere il vantaggio di essere seguita dal tuo coach che ti conosce sin da bambina, mentre negli Stati Uniti hai il problema di scegliere a chi affidarti. E non è sempre facile stabilire la giusta sintonia con un nuovo tecnico. La mia giornata tipo da studentessa? Sveglia alle 5.30 e in palestra alle 6 per un’ora di allenamento. Poi lezione in classe fino alle 13. Nel pomeriggio 3-4 ore di allenamento sul percorso o in campo pratica”. Continua a leggere

LPGA, niente carta per Sergas e Cavalleri

Giulia Sergas, 64ª (+6), non è entrata tra le 49 giocatrici che hanno conquistato la carta per il LPGA Tour 2016, così come Silvia Cavalleri, 132ª (+12), che era uscita al taglio dopo 72 delle novanta buche.

Giulia Sergas

Giulia Sergas

Il verdetto arriva dalla finale della Qualifying School svoltasi al LPGA International di Daytona Beach in Florida.

Entrambe avranno una carta per il Symetra Tour, il secondo circuito femminile Usa.

Nel LPGA Tour 2016 vi sarà una sola italiana, Giulia Molinaro, che si è guadagnata l’accesso con il secondo posto nella money list del Symetra Tour dopo un’ottima stagione. Continua a leggere

Giulia Molinaro torna sul LPGA Tour

Brillerà di nuovo sul LPGA Tour la stella di Giulia Molinaro: l’italiana ha chiuso al secondo posto nella money list del Symetra Tour 2015 ma da tempo ha in tasca la carta 2016 per il tour femminile più importante. Molinaro ha ceduto il primato nella classifica proprio all’ultima gara a Daytona Beach: l’italiana non ha giocato ed è scesa al secondo posto staccata dalla capolista per soli 41 dollari.

Le

Tuffo di gruppo per le prime dieci del Symetra (Molinaro è la terza da sinistra)

Continua a leggere

Giulia Molinaro in vetta al Symetra Tour Conquista la carta per tornare sul LPGA

Giulia Molinaro
Parla italiano la vetta del circuito femminile del Symetra Tour: Giulia Molinaro, grazie a un ottimo terzo posto (-9) nel Sioux Falls GreatLIFE Challenge, è tornata prontamente in vetta alla money list. L’italiana era stata superata da Lee Lopez al termine del precedente torneo.  Con questo piazzamento la giocatrice veneta ha avuto la certezza di tornare a giocare l’anno prossimo sul LPGA, il circuito pro femminile più importante: “Mi manca la vittoria ancora – ha detto a fine gara – ma giocare sul Symetra mi ha insegnato a dosare la pressione e i miglioramenti tecnici”. La Molinaro quest’anno ha chiuso nove volte su dieci nella top ten. L’anno scorso, sul LPGA ha giocato 18 gare, passando il taglio otto volte.

Sul percorso del Willow Run Golf Club (par 71), nel South Dakota, ha avuto la meglio con 272 colpi (-12) la norvegese Caroline Westrup, al primo titolo nel circuito. Si è classificata 77ª Silvia Cavalleri con 298 (+14).

Grazie ai 14.102 dollari guadagnati… Continua a leggere

Lydia Ko in campo per il Nepal: ai terremotati le vincite della prossima gara

Lydia KoLa tragedia del Nepal scuote anche il mondo del golf: Lydia Ko, attualmente numero uno del ranking mondiale, ha fatto sapere che devolverà alle popolazioni nepalesi quanto vincerà nella prossima gara.

La neozelandese, di chiare origini asiatiche, sarà impegnata nel North Texas Shootout che mette in palio 195mila dollari per la vincitrice mentre il montepremi totale è di circa 1,3 milioni di dollari. “So cosa si prova – ha detto la 18enne – perché ne abbiamo subito uno fortissima in Nuova Zelanda due anni fa e ha distrutto molte famiglie. Voglio pensare a quelle persone, belle e innocenti davanti a un evento naturale così catastrofico”.

Lydia Ko nel 2015 ha gà incassato premi per 908mila dollari e guida la money list dell’LPGA.