Socializzare e giocare a golf: l’idea di un italiano dietro Golfers’ Match

di Sauro Legramandi – @Sauro71

“Chissà con chi gioco oggi a golf”. Quante volte l’abbiamo pensato durante il tragitto verso un campo nuovo o verso il nostro circolo senza i soliti compagni di team. Siamo sinceri: il golf è uno sport individualista ma girare in campo con tre scorbutici per quattro-cinque ore non è il massimo. Anche il golfista è un essere socievole insomma. E socializzare in un fairway fa sempre piacere.

Golfersmatch.co.uk, golf

La home page di GolfersMatch.co.uk

Ne sa qualcosa anche Antonio Specchia, italiano a Londra ed ideatore di Golfers’ Match, piattaforma innovativa per chi gioca spesso (e volentieri) in campi diversi.

Golfers’ Match vuol mettere in contatto golfisti con interessi comuni e farli giocare insieme. Tramite il sito è possibile selezionare il settore di interesse, scegliere il campo e darsi appuntamento direttamente in club house o sul tee della buca 1. “Prendete un imprenditore del mondo della finanza di passaggio o residente che vuole giocare in uno dei tanti campi di Londra chiacchierando di Borsa e indici azionari. Con Golfers’ Match può lanciare l’invito, attendere i contatti giusti e prenotare il campo” spiega Antonio a Golfando.

Detto tra noi vale anche l’esatto contrario. Se di Nasdaq e Dow Jones non ne voglio sentire parlare seleziono un’altra voce tra le dozzine online. Spazio quindi ad appassionati di “animali”, “girls” o “matematica”.

“Diversamente da altri siti – prosegue Antonio – non organizziamo team in base all’handicap: uno scratch può benissimo giocare 18 buche con un 20 di hp. L’importante è che lo faccia parlando di interessi comuni, dall’hobby al lavoro”.

Il golf e il sito: socializzare è la parola d’ordine

“Una volta creato un gruppo con interessi condivisi – dice -scatta la chat dove gli iscritti si conoscono. I profili con le informazioni e i link ai social (LinkedIn in primis) permettono di sapere con chi stai parlando. E una volta stabilito il contatto è possibile darsi appuntamento per questo weekend o il prossimo”.

@GolfersMatch: non organizziamo team di #golf in base all'handicap bensì per hobby e interessi Condividi il Tweet

Il background di Specchia è fatto di marketing e consulenze, ora accantonate per far spazio al golf nella versione più social che ci sia. “Da diversi mesi – ammette – mi dedico anima e corpo a Golfers’ Match. Abbiamo visto che là fuori c’è una forte domanda di socializzazione nel golf. Nel mio piccolo ogni sabato mattina nella mia via di Londra vedo almeno tre vicini che preparano la sacca e partono. Perché non pensare di rendere la loro giornata ancora migliore facendoli giocare con chi ha qualcosa in comune con loro?”.

Nulla accade per caso: si comincia da Londra e si finisce in Toscana

Il progetto pilota riguarda Londra. Sul sito sono stati caricati i percorsi della capitale inglese ma non ci vorrà molto per includere il database di tutti i campi del mondo. “Partiamo con una versione ad hoc – dice Antonio – poi piano piano la ingrandiamo”.
GolfersMatch.co.uk, golf

E qui entra in gioco il nostro Belpaese. Qual è la località italiana preferita dagli inglesi? Esatto: la Toscana. Golfers’ Match metterà in Rete i percorsi toscani fra due settimane. Il business è dietro l’angolo: sarà mai possibile che quattro inglesi non si accordino per giocare a Montecatini o al Cosmopolitan? E’ un business condiviso visto: ci guadagna il circolo (incassa green fee che non avrebbe mai avuto) e chi lancia l’invito via sito (vuoi che su quattro green fee non ci sia uno sconto?).

Come funziona Golfers’ Match: iscrizione e costi

La piattaforma è in Rete da una settimana ed è mobile friendly, accessibile da desktop, smartphone o tablet. Per scegliersi il compagno di gioco è necessario iscriversi ma il sistema è semplice e gratuito.

Una volta membro sono tre le opzioni possibili: la Fremium Membership, la Premium e la Exclusive. Con la prima si scelgono settori di interesse e si accede a gruppi già esistenti. Con la seconda è possibile crearne di nuovi in base alle proprie esigenze e invitare amici. Quando attivata, la Exclusive farà selezionare chi far entrare nella propria cerchia di potenziali compagni di team. Fremium è gratuita, Premium costa 150 euro l’anno mentre la Exclusive non è ancora operativa.

Morale della favola. Golfers’ Match è un prodotto pensato per il golf che cambia e per chi vi intravede un modo di allargare i propri orizzonti.

SEGUI GOLFANDO SU FACEBOOK E SU TWITTER @GOLFTGCOM


TI POTREBBE INTERESSARE:

NEWS DI GOLF IN BREVE: CLICCA, LEGGI E SEGNALA LA TUA

STORIE DI GOLFLE BELLE DEL GOLF – GUARDA LE FOTO

SCHEDA: DIECI ANNI DI GIOCATORI AZZURRI SULL’EUROPEAN TOUR

GIOCO A GOLF PERCHE’: ECCO TUTTI I MOTIVI DEI LETTORI

E TU? CLICCA E SCRIVI IL TUO

LE LEZIONI DEL MAESTRO FERRUCCIO CROTTI

IL GOLF NELLA TESTA: PARLA LA MENTAL COACH SONJA CARAMAGNO

IMBUCATO – IL SELFIE DEL GOLF – SPECIALE – IL SELFIE DEI VIP

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

2 risposte a “Socializzare e giocare a golf: l’idea di un italiano dietro Golfers’ Match

  1. Antonio Specchia
    1 marzo alle ore 11:05 ·
    Grazie Maria Monti

    Maria Monti
    1 marzo alle ore 11:02 ·
    Il golf, oltre che offrire spunti di incontro su varie situazioni culturali, penso dovrebbe essere più itinerante per non chiudersi nei singoli circoli che diventano spesso troppo autoreferenziali e limitati alla cerchia degli iscritti che sono attualmente troppo stanziali. In questo modo si continua a pensare ai golfisti come ad una casta riservata a pochi eletti. Il golf itinerante penso sia invece una possibilità in più per tanti giovani che sono già abituati a viaggiare e per i meno giovani occasione per iniziale a praticare uno sport bellissimo e più salutare di altri. Si capirebbe di più che il golf non è competitivo se non con noi stessi e riscopriremmo il significato che l’importante non è vincere ma partecipare. E partecipare e gioire anche ad una buona performance di un amico non di un avversario!

    Antonio Specchia Grazie Maria per questa bellissima affermazione!

    Maria Monti Grazie Antonio, mi permetto di chiederle l’adesione al mio profilo che presto diventerà un sito collegato ad una fondazione “FMF” a carattere culturale che presto sarà varata a Genova
    E la invito, quando potrà, a venirci a trovare…c’è ancora un po’ di tempo…Lo posterò. Grazie. Maria Monti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *