Lydia Ko non perde un colpo: è la regina del golf mondiale

Lydia KO TEST
NAPLES Lydia Ko (Foto di Michael Reaves / GETTY IMAGES NORTH AMERICA)

Se il golf maschile nel 2022 è stato dominato da Rory McIlroy quello femminile ha una dominatrice. La regina si chiama Lydia Ko che, in Florida, si è presa praticamente tutto quello che c’era da prendere ad eccezione del numero uno del Rolex ranking.

Andiamo con ordine. A Naples la neozelandese ha vinto, con un totale di 271 colpi (65 66 70 70, -17), il CME Group Tour Championship, ultimo torneo stagionale del LPGA Tour.

Con quest’affermazione la 25enne di origini sudcoreane (è nata a Seoul) è stata nominata Rolex Player of the year, ossia quale miglior giocatrice del massimo circuito americano femminile. E ancora: le è stato consegnato il Vare Trophy (la seconda volta in carriera) per la miglior media di punteggio (68.988). Nella storia del circuito, solo la svedese Annika Sorenstam nel 2002 (68,70) era riuscita a far meglio.

E non è tutto: l’affermazione nel CME Group Tour Championship ha permesso a Lydia Ko d’incassare in un colpo solo due milioni di dollari, ossia l’assegno più alto nella storia del LPGA Tour. Un gran bel gruzzolo che la lancia al quinto posto nella classifica dei guadagni (16.695.357 dollari) in carriera sul circuito. Ko ha superato superando così Suzann Pettersen (14.837.579) e Lorena Ochoa (14.863.331). Ochoa detiene però ancora oggi il primato d’incassi in una sola stagione (4.364.994 nel 2007, 591 dollari in più di Lydia Ko versione 2022).

Lydia Ko: “E’ difficile fare paragoni”

Lydia KO
NAPLES, Lydia Ko con il Vare Trophy, il Rolex Player of the Year Trophy e il CME Globe Trophy (Foto di Michael Reaves / GETTY IMAGES NORTH AMERICA)

“E’ difficile fare paragoni con il passato. Comunque è certo che questa sia stata una stagione speciale, ricca di emozioni e riconoscimenti. La voglio condividere con la mia famiglia e tutto lo staff” spiega la Ko.

Per la più giovane proette a diventare numero 1 al mondo nel 2015 (all’età di 17 anni, 9 mesi e 8 giorni) ancora una impresa. In una carriera show con una medaglia d’argento ai Giochi di Rio 2016 e una di bronzo a Tokyo. Per lei è la 19esima vittoria sul LPGA Tour. Quest’ennesimo trionfo le ha consentito inoltre d’imporsi pure nella FedEx Cup al femminile. In ventidue eventi del 2022, la Ko è arrivata davanti a tutte tre volte.

Il successo arrivato a Naples è un trionfo wire-to-wire. In testa dal primo all’ultimo giro, ha superato la concorrenza dell’irlandese Leona Maguire, seconda con 273 (-15) davanti alla svedese Anna Nordqvist, terza con 274 (-14).


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *