A De Leo la carta per il Challenge: “Ma potrei giocarmi anche il DP World Tour”

Gregorio De Leo
Gregorio De Leo

“Riuscire a vincere tre gare nel 2022 sullo stesso circuito è incredibile. Averlo fatto nel primo anno da professionista mi rende orgoglioso”. Parole e pensieri di Gregorio De Leo dopo la vittoria al Roma Alps Open, successo che gli garantisce la carta per il Challenge Tour 2023.

“Il Challenge Tour è assicurato, ora valuterò che fare” prosegue il 22enne di Biella. “Sicuramente giocherò già qualche gara per fare esperienza. Poi se andranno bene proveremo a fine anno a giocarci anche il posto per andare sul DP World Tour. Sarà un nuovo inizio e sarà tutto da vedere. Questa vittoria la dedico in primis al mio coach, perché stiamo facendo un percorso fantastico e senza di lui non sarei mai arrivato qui”.

Idee chiare per De Leo, fresco di vittoria con un totale di 196 colpi (64 68 64, -20) al Parco de’ Medici (par 72). Secondo dopo le prime 18 buche e terzo al termine del secondo round, grazie ad un ultimo giro in 64 (-8) colpi con sette birdie, un eagle e un bogey, De Leo ha puntato dritto verso il primo posto. Missione compiuta e si passa all’incasso con un assegno di 5.800 euro (montepremi complessivo di 40.000 euro). Un’altra grande prova per l’azzurro, professionista dallo scorso settembre. Il Roma Alps Open (quinto evento dell’Italian Pro Tour 2022 e nel calendario dell’Alps Tour) è il terzo successo per lui. De Leo aveva vinto il Memorial Giorgio Bordoni e l’Alps de Las Castillas.

Gregorio De Leo

Secondo posto per Stefano Mazzoli (67 69 63), condiviso insieme all’irlandese Gary Hurley (70 63 66) con 199 (-17). Un piazzamento fondamentale per il classe 1996, tornato nelle prime cinque posizioni (quarto) della ‘money list’ del circuito. Mazzoli è in piena corsa per compiere anche lui il salto di categoria a due eventi dal termine della stagione. In top ten altri tre italiani: l’amateur Julien Paltrinieri (64 66 72), leader al termine del secondo giro, sesto alla fine insieme a Gianmaria Rean Trinchero (70 66 66) con 202 (-14). Andrea Saracino ha chiuso in nona posizione con 203 (68 67 68, -13).

L’Italian Pro Tour tornerà con il Castelconturbia Alps Open, penultima tappa dell’Alps Tour. Si gioca dal 28 al 30 settembre con Pro Am il 27 settembre sul percorso di Agrate Conturbia (Novara).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.