Jaguar Land Rover Golf Challenge 2020, una finale di classe con Paratore e Laporta

Jaguar Land Rover Golf

Renato Paratore e Francesco Laporta a Borgo Egnazia per l’evento Jaguar

di Francesca Galeano
La pandemia ha spostato ma non fermato la finale del Jaguar Land Rover Golf Challenge 2020. Eppure la cornice magica di Borgo Egnazia, le condizioni perfette del San Domenico e i champion ambassadors Renato Paratore e Francesco Laporta non sono gli unici dettagli che hanno reso indimenticabile quell’evento.

Jaguar Land Rover Golf

La serata di gala a Borgo Egnazia

Questa edizione speciale ha lasciato a noi partecipanti una sensazione di fiducia e la speranza di poter finalmente guardare al futuro con una certa serenità. A costruire un feeling simile ha provveduto un’organizzazione perfetta che ha rispettato tutti i protocolli in vigore all’epoca.

Dal canto suo, Jaguar Land Rover si è confermata in prima fila nel supportare il nostro sport in Italia. Tocca a Daniele Maver, presidente di Jaguar Land Rover Italia illustrare la golf vision strategy del gruppo.

Jaguar Land Rover Golf

Borgo Egnazia

“Da golfista appassionato – dice – posso solo enfatizzare l’importanza per l’azienda di avere sempre più una posizione di rilievo in questa disciplina sportiva che esprime l’essenza dei nostri brand. Un eccezionale connubio di fascino, perfezione ed eleganza sportiva. Jaguar Land Rover e il golf condividono proprio una naturale vocazione per i valori di tradizione, eleganza, stile e rispetto per l’ambiente. Tutto è nel cuore di ogni nostra vettura”.

Sono molteplici le iniziative sostenute dal brand inglese in Italia a favore del golf, oltre al Jaguar Land Rover Golf Challenge (il calendario) che ormai da 35 anni è un punto di riferimento per i circuiti a squadre tra i più amati tra i golfisti amatoriali. 

 

Le partnership

Jaguar e Land Rover hanno riconfermato tutte le partnership e le iniziative legate al mondo del golf.

Jaguar Land Rover Golf

Renato Paratore

 Si va da U.S Kids Golf (il circuito più famoso dedicato ai piccoli golfisti) all’abbinamento con Italian Ladies Golf Association (nata nel 1994 con un circuito dedicato completamente alle donne). E da Mid Amateur (circuito nato da ex nazionali dedicato ai migliori giocatori over 30 che si cimentano in gare di alto livello) al CEO Club (l’unico circuito riservato a chief executive officer, presidenti, board members).

 

Super League e telemetri, parlano Paratore e Laporta

Presenti a San Domenico anche i due champion ambassadors di Jaguar Land Rover Golf Challenge, Renato Paratore e Francesco Laporta. Con loro abbiamo scambiato alcune battute sui massimi sistemi del golf e sull’attualità spicciola. I temi sono la Super League e la possibilità di usare i telemetri sul PGA Tour.Jaguar Land Rover Golf

Renato Paratore si è detto contrario ad entrambe le iniziative. No alla Super League per non togliere l’importanza alla tradizione dei Major: Renato non ha esitato a schierarsi con altri nomi importanti del golf che hanno preso le distanze da un eventuale superlega nonostante i montepremi plurimilionari. “Meglio puntare sulla tradizione che da sempre caratterizza questi eventi” dice Renato. Sui telemetri sostiene che “calcolare le distanze è una capacità del giocatore e del suo caddie, soprattutto se si è fuori posizione. Chi sa calcolare bene i metri – aggiunge – ha un vantaggio. Si tratta di una abilità non scontata che deve essere valorizzata”. Quindi no anche all’uso dei telemetri.

Posizione diversa per Francesco Laporta che si dichiara invece a favore dell’uso dei telemetri per velocizzare i tempi di gioco. Per quanto riguarda la Super League è invece d’accordo con l’amico e collega a difesa della “tradizione dei Major che vengono giocati – dice Francesco – soprattutto per passione. Sebbene per i professionisti giocare a golf sia un lavoro, neanche in nome di montepremi plurimilionari si può mettere in discussione l’importanza della tradizione dei Major”.

 

Borgo Egnazia

Concludo segnalando, a quanti di voi non lo conoscono ancora, un posto magico dove è possibile trovare il perfetto equilibrio tra mare e golf con un servizio splendido in una cornice incantata.

Jaguar Land Rover Golf

Borgo Egnazia

A Borgo Egnazia lavorano tante persone stupende (a pieno regime tra stagionali e fissi si arriva a 400 dipendenti). La gioia che mi hanno trasmesso nell’ accoglierci dopo così tanti mesi di chiusura è una delle cose che mi sono rimaste di tutta la splendida esperienza.

Se avete bisogno maggiori informazioni sui servizi, i costi, le disponibilità o qualunque cosa riguardo a Borgo Egnazia sarò quindi felicissima di aiutarvi.


Piaciuta questa nuova incursione nel mondo del golf ? Per saperne di più su campi come questo e per viaggi sacca in spalla in giro per il mondo (e in sicurezza) potete visitare il sito GolfTourExperience di Francesca Galeano o contattarla scrivendo qua oppure al numero 393.9591606. La trovate anche nella sua pagina Facebook.

https://golfando.tgcom24.it/2021/05/25/ladies-italian-open-circolo-margara-golf/

Golfando sui social:
La pagina Facebook
– La community (iscriviti al gruppo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.