Italy Best Golf, una piattaforma italiana per unire green fee e turismo

In Italia si cerca di colmare le lacune nel settore golfistico-turistico. E’ un ambito in cui il nostro Paese – lo sapete – ha immense potenzialità da sfruttare. Golf e turismo spesso viaggiano su due binari paralleli, vicini ma non troppo, lontani ma non troppo. A tentare di forzare quei binari ci prova il gruppo di lavoro di Italy Best Golf, una piattaforma che cerca di far incontrare il più velocemente potenziale domanda e possibile offerta.

Italy Best Golf a portata di smartphone

La domanda è rappresentata da vuole giocare a golf. Transitando dal sito di proprietà del gruppo Orange ArtCom, si verificano in tempo reale le disponibilità per un 18 buche con amici o per una gara in oltre duecento campi italiani iscritti. L’eventual form di prenotazione è attiva 24 ore su 24, compresa la scontistica. Sempre a portata di clic l’opportunità di abbinare all’attività sportiva anche lo svago, vale a dire un adeguato pacchetto vacanza.

L’offerta è esattamente dall’altra parte del bancone. Italy Best Golf punta, come detto, su un sistema all in one, green fee più pacchetto vacanza. Grazie a un programma gestionale semplice, segreterie e uffici commerciali di decine di circoli sono nella rete di Italy Best Golf. Inserendo, ad esempio, alcuni parametri è fattibile l’abbinamento tra la permanenza in un sola struttura alberghiera e la prenotazione di flight in più circoli del circondario..

“Da Molinari alla Ryder, momento da sfruttare”

“All’Italia non manca nulla per sfruttare questo momento magico del golf – spiega Paolo Garlando, uno dei fondatori di Italy Best Golf – visto che ci sono strutture all’altezza, c’è un clima mite per giocare quasi tutto l’anno ovunque e le location non mancano di certo”. Si tratta di un valore aggiunto soprattutto per il turista straniero, sempre attratto dall’Italia. Figuriamoci dopo un Francesco Molinari vincitore della Race to Dubai e prima della Ryder Cup 2022 a Roma. “Esatto, siamo già sotto i riflettori e lo saremo anche dopo l’evento al Marco Simone. Per sfruttare commercialmente questa opportunità è necessario, ad esempio, che i green fee siano acquistabili online. Le disponibilità devono essere sempre aggiornate. Il mondo è digitale e il mondo del golf non è deve essere da meno”

Da qui nasce l’idea della vostra piattaforma?
“Sì. Italy Best Golf ha realizzato una piattaforma tutta italiana multi-servizi che permette ai circoli di gestire, vendere online e promuovere green fee, gare e vacanze di golf. Alla base tecnica c’è il nostro programma gestionale, un booking engine per il sito web e il portale per la vendita online e promozione. Qua sta la differenza con i nostri concorrenti. Noi siamo una piattaforma a 360 gradi, gli altri sono siti Internet e stop. Noi creiamo un network digitale – sempre online – tra circoli e aziende di ospitalità”

Italy Best Golf a portata di smartphone

Lavorate a un pacchetto completo, dal produttore al distributore…
“Siamo al lavoro per il circolo 24 ore al giorno. Il gestionale funziona da remoto e migliora le prestazioni della segreteria stessa. Basta foglietti di carta da ricomporre: grazie anche al cloud, le segreterie hanno un calendario delle prenotazioni sempre aggiornato e sempre collegato con il booking engine online. Il sistema consente di gestire, tra le altre cose, calendario, tipologia di giocatori, partenze riservate agli sponsor e di inviare mail in automatico. Poi interviene il booking engine che potrà essere linkato come widget su siti esterni (dai portali ai siti di gare, dalle home page di hotel alle pagine social). Tramite il widget la vendita si propaga”.

Come avvicinarsi a Italy Best Golf?

Perché un circolo dovrebbe ‘appoggiarsi’ a voi? Quanto costa?
“Ripeto: siamo l’unica piattaforma con un sistema unico che permette di gestire, vendere online e promuovere. In una sola azienda ci sono professionisti dei settori turistico, golfistico, informatico e della comunicazione pubblicitaria. Italy Best Golf offre a costo zero una piattaforma senza spese fisse. Si paga solo una percentuale, in caso di vendita”.

Un giocatore italiano dovrebbe iscriversi a una gara senza passare dal circolo?
“In tutto il mondo si predilige l’acquisto digitale con carta di credito. Si permette di scegliere in qualsiasi momento il prodotto da acquistare. Inoltre così il giocatore risparmia.”

È necessaria un’iscrizione a Italy Best Golf e quindi un account?
“Al momento si è scelto di non far registrare gli utenti per permettere un accesso facilitato”

Ad oggi è possibile fornire un dato su circoli che si appoggiano a voi e giocatori che prenotano tramite voi?
“Al momento abbiamo 70 circoli clienti e contiamo di arrivare a 200. I dati sono ancora bassi perché li stiamo addestrando all’utilizzo del digitale. I numeri sono comunque interessanti: siamo all’inizio della fase di distribuzione del prodotto e ancora non abbiamo fatto pubblicità”

Immagino che ci siano più riscontri dall’estero che in Italia…
“Dall’estero riceviamo circa il 35% delle prenotazioni. E non abbiamo fatto ancora alcuna attività di marketing digitale. Solo seo organico”.

Domenica 16 dicembre scatta il Best Golf Day Roma, al Parco De’ Medici. Si tratta di una giornata di full immersion per amateur e neofiti: ci saranno quattro aree per provare le attrezzature, sarà possibile partecipare ad una gara ad hoc e conoscere le proposte sportive e turistiche di decine di club.

PER SAPERNE DI PIU’ CLICCA QUA

Segui la pagina Facebook di Golfando e iscriviti al gruppo. Oppure seguici su Twitter: @golftgcom

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.