I post del maestro di golf Ferruccio Crotti

Nuova veste grafica ma tradizionale competenza per la nostra rubrica dedicata alle lezioni di golf di Ferruccio Crotti. Il professionista illustra – con parole semplici e chiare anche per i neofiti – alcuni consigli per migliorare la propria pratica. Crotti risponde anche a tutte le domande dei lettori: non abbiate timori o remore… chiedete e vi sarà risposto.

Continua a leggere

Il post del maestro Crotti 15 / Il massaggio che aiuta il golfista dilettante

di Ferruccio Crotti

Ho sempre ritenuto che una delle cause principali dell’incostanza del gioco di un giocatore dilettante sia determinata dalla tensione psicomotoria. Questa tensione è in grado di influenzare negativamente la riuscita di un qualsiasi buon colpo.

massaggio e golf

Il movimento visto da un altro punto di vista

Continua a leggere

Il post del maestro Crotti 14 / Come evitare lo shank

Caro maestro Ferruccio,
ho una domanda per lei e un dilemma per me: lo shank. Sono un hcp piuttosto alto (25.5) però fino a qualche giorno fa non sapevo cosa fosse uno shank. Durante la gara di domenica ho fatto tantissimi shank, addirittura con un SW e PW per approcciare sotto i dieci mt dal green!
Dopodiché ho continuato a “shankare” in modo continuativo tutti gli approcci!!! Da lì in poi ho fatto shank anche con ibrido e 8 !!

Cosa mi è successo? Come posso evitare tale socket?

Grazie, Mirko

shank

Se tutte le palle volassero così…

Continua a leggere

Il post del maestro Crotti / 13 – Lo slice

di Ferruccio Crotti

Si torna a praticare in grande stile con l’avvicinarsi della bella stagione e per questo s’intensificano le sedute in campo pratica. Con il filmato di oggi cerco di mostrarvi come lavorare per migliorare il vostro swing. In particolare occhi puntati sullo slice, su quella pallina che – involontariamente – parte a sinistra per poi aprirsi. 

Continua a leggere

Il post del maestro Crotti / 11 – Il gomito piegato durante il downswing

Di Ferruccio Crotti

Concentriamoci ancora una volta sul movimento del downswing. Il consiglio che vi illustro oggi è semplice ma non così scontato: mantenete il gomito destro piegato il più a lungo possibile. Sembra un’ovvietà ma per molti non è cosi: giunti all’apice del backswing, è necessario fermarsi una frazione di secondo, pensare a controllare il movimento e poi lasciare andare le braccia. Continua a leggere

Il post del maestro Crotti / 9 – Come dosare la forza nel putt

di Ferruccio Crotti

Insistiamo nello spiegare i segreti del putt, un colpo che troppo spesso non viene curato come dovrebbe. Due sono i punti da migliorare per ottenere prestazioni migliori. Prima di tutto va sicuramente dedicato più tempo in campo pratica al putt, non la solita manciata di minuti (se c’è tempo) prima del tee shot. E poi dobbiamo perfezionare il “collegamento visivo” tra l’occhio e la buca: sembra un passaggio naturale ma non lo è.
CERE

Continua a leggere

Il post del maestro Crotti / 5 Ritorno al futuro: il downswing

di Ferruccio Crotti

Si parla spesso negli articoli sulla tecnica di come eseguire il movimento del downswing. In questo articolo vorrei proporvi un modo vecchio e nuovo sul come eseguire questa parte dello swing così importante e delicata. Detto questo entriamo nello specifico.

Durante il movimento di backswing sollevate leggermente il tacco del piede sinistro in avanti (non lateralmente): come punto di riferimento per capire se avete eseguito in modo corretto il movimento controllate che le dita dei piedi e la zona metatarsale siano completamente appoggiate sul terreno. Crotti1

In alternativa controllate che il ginocchio punti in avanti e leggermente a sinistra della palla. A questo punto siamo pronti per eseguire il downswing.

Da questo momento in poi lasciate che sia il piede e la gamba sinistra a controllare tutta l’azione di discesa in questo modo: riappoggiate il tallone sinistro sul terreno. Una volta che il tallone è a contatto con il terreno dovete continuare a spingere come se doveste sfondarlo.  La continua spinta del piede sul terreno permetterà alla gamba sinistra di distendesi e di creare automaticamente la rotazione dei fianchi. Continua a leggere

Il post del maestro Crotti / 2 – L’across

di Ferruccio Crotti

Uno dei problemi che si possono riscontrare nel movimento di back-swing del giocatore è la posizione across del bastone quando arriva all’apice della salita.

Cosa vuole dire avere il bastone across? Per across si intende quando – arrivati all’apice della salita – il bastone punta a destra dell’obbiettivo, cioè interseca la linea ipotetica di tiro.

Crotti1

Ferruccio Crotti

La causa di questo errore può essere determinata da vari fattori, il più comune è il seguente: se iniziando lo swing si porta il bastone su  una traiettoria interna, quando il giocatore inizierà il back-swing il bastone sarà predisposto a muoversi su una traiettoria che lo porterà quasi inevitabilmente in posizione across.

Un rimedio efficace che ho adottato su me stesso e quindi lo uso anche con gli allievi è il seguente: cominciate il movimento prestando attenzione a mantenere il bastone in linea durante il movimento iniziale. Per far sì che questo avvenga la sensazione che dovrete avere è quella di mantenere le mani vicine al corpo mentre la testa del bastone dovrà muoversi su di una traiettoria esterna. Continua a leggere