Bryson DeChambeau, ma quanto sei diventato grosso?

Più che una vita in pandemia quella vissuta negli ultimi tre mesi da Bryson DeChambeau è una vita in metamorfosi. Il professionista, altresì conosciuto come Mad Scientist per la mania di calcolare tutto (a partire dal compasso in sacca), si è ripresentato in campo sul PGA Tour con un fisico a dir poco massiccio.

Nella prima gara post-pandemia, a Forth Worth, il 27enne californiano ha mostrato una buona dose di muscoli in più rispetto alle ultime uscite sul PGA Tour. Una massa che gli ha consentito di allungare la potenza dei suoi driver di parecchio. Sui social sono subito comparsi commenti e fotomontaggi del Bryson prima e del Bryson dopo. In alcuni scatti sembra davvero irriconoscibile.

I numeri di Bryson DeChambeau

L’argomento non è stato certo bypassato nella conferenza stampa del venerdì al Charles Schwab Challenge. “Adesso sono fra le 235 e le 240 libbre ma credo che nelle prossime tre settimane di gara scenderò a 230” ha annunciato Bryson DeChambeau.

Convertitore alla mano 240 libbre fanno 108 chilogrammi e rotti. Il peso forma (230) equivale a 104 kg. Sul sito del PGA Tour la scheda di Bryson parla di 205 libbre di peso standard (ossia 92). L’altezza, almeno quella, è sempre fissa a 186 centimetri.

Niente male come trasformazione per un giocatore di golf che ha messo su 18 kg da quando ha lasciato il college quattro anni fa, aumentando di due taglie. “Il mio obiettivo finale – ha proseguito – è quello di diventare il più forte possibile a prescindere dal peso. Continuerò ad insistere su velocità e forza nella swing per vedere cosa succede. Il mio spin è profondamente mutato e devo cambiare i ferri. Come driver uso un 5,5 gradi e un 10 gradi come legno tre”. Il ferro 4 è un 17,5 gradi.

DUBAI - Bryson Dechambeau dopo la vittoria al Dubai Desert Classic il 27 gennaio 2019 (Foto di Giuseppe Cacace / Afp)

DUBAI – Bryson Dechambeau dopo la vittoria al Dubai Desert Classic il 27 gennaio 2019 (Foto di Giuseppe Cacace / Afp)

Originario di Dallas, Bryson DeChambeau ha in bacheca cinque titoli sul PGA Tour ma non vince dal 2018. Ad inizio 2019 la prima vittoria sull’European Tour con il successo al Dubai Desert Classic.

In forse il suo posto nel Team Usa di Ryder Cup. La prima uscita post lockdown sembra dargli ragione: il californiano è a un solo colpo di distanza da Harold Varner, collega afroamericano bravo a chiudere a -11 i primi due giri a Fort Worth.

Gare amateur di golf: si ricomincia lunedì 15 giugno

Golfando sui social:
La pagina Facebook
– La community (iscriviti al gruppo)

Il rastrello portatile da sacca per bunker già su Amazon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *