Regole del golf: vietato usare il compasso

Togliete subito il compasso dalla vostra sacca da golf voi che lo usate per studiare la posizione della bandiera. La USGA, la massima autorità golfistica a stelle e strisce, ha stabilito che utilizzarlo in gara viola la norma 14.3 delle Regole del Golf. La decisione è già stata comunicata a tutti i professionisti impegnati nei tour americani.

SOUTHAMPTON Un'immagine di repertorio di Bryson DeChambeau allo U.S. Open 2018: che abbia usato il compasso anche allo Shinnecock Hills Golf Club? (foto Afp).

SOUTHAMPTON Un’immagine di repertorio di Bryson DeChambeau allo U.S. Open 2018: che abbia usato il compasso anche allo Shinnecock Hills Golf Club? (foto Afp).

A dire il vero, centinaia di email avrebbero potuto essere risparmiate. L’unico destinatario di una simile preoccupazione è Bryson DeChambeau, “pizzicato” sabato 23 giugno nel terzo giro del Travelers Championship a usare il compasso lungo il percorso di River Highlands, a Cromwell (Connecticut). Secondo il giocatore americano il compasso lo avrebbe aiutato a capire meglio com’era messa la bandiera in green. Probabilmente fissando la punta del compasso nel punto dove si trova l’asta, il 24enne statunitense tracciava un cerchio per capire meglio dove far atterrare la pallina.

Il compasso della discordia

Cosa deve mancare in una sacca da golf? Il compasso

Cosa deve mancare in una sacca da golf? Il compasso

Per sua stessa ammissione, in più di un’occasione DeChambeau avrebbe preso il compasso e calcolato a modo suo la vicinanza della bandiera a pendenze o bordi vari. La domanda è semplice: ha tratto beneficio da un comportamento simile? Quel cerchio alla Giotto lo ha favorito più di un ovale tracciato a mano? Se avesse utilizzato un marker (rotondo e di varie dimensioni) per delimitare l’area dove far finire la pallina sarebbe cambiato qualcosa?

La domanda è circolata dopo che la tv ha ripreso Bryson compasso in mano al Travelers. Qualcuno ha sentito puzza di bruciato, qualcuno come il PGA Tour ha investito della vicenda la US Golf Association.

Cosa prevede la regola 14.3

La Regola 14-3 stabilisce l’uso dell’equipaggiamento e di dispositivi (elettronici compresi) che potrebbero assistere un giocatore nell’eseguire un colpo specifico oppure nel suo gioco in generale.

ll golf è un gioco stimolante nel quale il successo dovrebbe dipendere dal giudizio, dal talento e dall’abilità del giocatore. Questo principio guida il R&A nel determinare se l’utilizzo di qualsiasi oggetto sia in infrazione alla Regola 14-3. (…)

Eccetto come previsto dalle Regole, durante un giro convenzionale il giocatore non deve usare alcun dispositivo artificiale o equipaggiamento insolito oppure usare qualsiasi equipaggiamento in modo anomalo:
a. che possa aiutarlo nel eseguire un colpo o nel suo gioco; o
b. allo scopo di valutare o misurare la distanza o le condizioni che potrebbero influire sul suo gioco; o
c. che possa aiutarlo ad impugnare il bastone, eccetto che:

La penalità  prevede la perdita della buca nel match play, due colpi di penalità nella gara a colpi.

 

“DeChambeau è stato aiutato”

La risposta è arrivata nei giorni scorsi sotto forma di nota inviata a Golf Channel.

“Su richiesta del PGA Tour, USGA e R&A hanno studiato il caso di Bryson DeChambeau che ha usato il compasso per aiutarsi (letteralmente  assist him) nel determinare il posizionamento della bandiera. USGA e R&A insieme hanno stabilito che tale atteggiamento infrange la regola 14.3. La regola proibisce a un giocatore di usare qualsiasi dispositivo artificiale o equipaggiamento non usuale o di usare qualsiasi equipaggiamento in modo anomalo che possano aiutarlo (letteralmente ancora assist him) in un colpo e nel gioco. Considerato che il compasso non è uno strumento comune nell’equipaggiamento di un golfista e che DeChambeau ha ammesso di averlo usato per trarne giovamento, USGA, R&A e PGA sono d’accordo nel comunicare immediatamente la loro decisione a DeChambeau nell’interesse del gioco del golf. E’ stato fatto di tutto per aiutare DeChambeau ad evitare possibili squalifiche in futuro e per fare chiarezza sul Tour”.

Che ne pensi? Dura lex sed lex oppure c’è un’eccessiva rigidità nella gestione delle regole del golf? Clicca e scrivilo qua

Segui la pagina Facebook di Golfando… e iscriviti al gruppo.

Il golf si globalizza: dal 2020 arriva l’handicap mondiale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *