Ryder Cup 2022, Montali: siamo in linea con i tempi” – In 700 al ‘Marco Simone’ per l’Open day

Un Open Day per settecento persone quello di domenica al ‘Marco Simone’ di Guidonia Montecelio. Una buona cornice di pubblico ha potuto avvicinarsi al golf e guardare da vicino il grande ospite, ossia il trofeo ufficiale della Ryder Cup.

Un momento dell'Open Day.

Un momento dell’Open Day.

Alle porte di Roma è andata in scena una bella domenica di sport con famiglie e bambini a spasso sul green nella futura casa della Ryder Cup. Lezioni gratuite e un clima di entusiasmo contagioso hanno segnato la quinta tappa stagionale della “Road to Rome 2022“. La giornata si è aperta con una sfida pro-am con la partecipazione di Giuseppe Incocciati, ex calciatore del Milan e del Napoli, e degli attori Kaspar Capparoni e Davide Devenuto. In campo come rappresentanti del settore paralimpico anche Edoardo Biagi e Alessandro Petrianni. “Il golf – sottolinea Gian Paolo Montali – è uno sport per tutti”.

Giuseppe Incocciati e Davide Devenuto all'Open Day al 'Marco Simone'

Giuseppe Incocciati e Davide Devenuto all’Open Day al ‘Marco Simone’.

Ryder Cup, “i lavori rispettano i tempi”

Il direttore generale del Progetto 2022 si è detto anche soddisfatto di come stanno procedendo i lavori di restyling al percorso di gara. “Siamo perfettamente in linea con i tempi concordati – ha detto Montali – con il board della Ryder Cup Europe. Il ‘Marco Simone’ è pronto ad accogliere la terza competizione sportiva al mondo. Con il supporto della Regione, abbiamo intrapreso un progetto di valorizzazione del territorio e nel 2019 riporteremo l’Open d’Italia a Roma, all’Olgiata. Un grazie particolare va anche ai rappresentanti del Comune di Roma e di Guidonia Montecelio e tutte le altre autorità presenti. Questo è un progetto che la Federazione condivide in piena armonia e affiatamento con Lavinia Biagiotti e tutto il team. A loro i miei ringraziamenti per l’organizzazione dell’Open Day ”.

Un Open Day a misura di bambino

Un Open Day a misura di bambino


In occasione della premiazione della pro-am, vinta con -38 dal team del giovane amateur Alessandro Boccia, con i dilettanti Cesare Chiabrera, Vittorio Vagliasin, Michele Santocchini e Antonio Corrado, sono stati celebrati  i risultati sportivi del Marco Simone.  In particolare il primo posto nel Campionato Nazionale Under 14 a squadre e i due secondi posti nei Campionati Nazionali a Squadre Assoluti Maschili e Femminili.

Golf e inclusione sociale all’Open Day

Per rafforzare il binomio sport e prevenzione, a Guidonia anche un percorso salute. I partecipanti hanno potuto usufruire di screening gratuiti sia dermatologici con la Fondazione Melanoma, sia venosi con la vWIN Foundation.

La presenza dei ragazzi di Sport Senza Frontiere nel ruolo di assistenti ai tecnici ha portato poi in evidenza il golf come strumento di inclusione sociale.

Segui la pagina Facebook di Golfando e iscriviti al gruppo. Oppure seguici su Twitter: @golftgcom

Alps Tour 2019, sei carte per sei azzurri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *