Tempesta Harvey, da ogni birdie di Sergio Garcia duemila dollari alle popolazione colpite

L’uragano Harvey, nonostante sia stato declassato in tempesta, continua a mietere vittime e fare danni. Tutti ne fanno le spese: abitazioni, scuole e strade non ci sono più. Anche il golf, nel suo piccolo, viene toccato dalla furia della natura. Il golf club di Houston è sommerso da acqua e fango. 

Harvey

Una foto del Golf Club Houston postata su Instagram

A Houston si giocano anche gare del PGA Tour come il Shell Houston Open. Ora parte del percorso è scomparso. E’ sotto detriti trascinati dall’acqua torrenziale di Harvey. Sui social media trovano spazio le foto della situazione. Laddove si imbucava l’ultima pallina c’è qualcuno che transita in kayak. “Sono situazioni scioccanti” dice chi posta immagini e video in Rete.

E il golf, nel suo piccolo, corre in aiuto delle popolazioni colpite. Capofila è Sergio Garcia, spagnolo d’origine ma trapiantato negli Stati Uniti da anni. In Texas ha debuttato sul PGA Tour nel 1999 e sempre in quello Stato ha vinto la sua prima gara Pga, ossia il Colonial 2001. Sua moglie è texana e guarda caso si sono sposati da quelle parti la scorsa estate. Il Masters Champion ha annunciato che devolverà alle vittime di Harvey duemila dollari per ogni birdie e cinquemila per ogni eagle che metterà a segno nel playoff di FedEx Cup.

Anche Chicco Molinari, lo scorso settembre, aveva fatto una cosa simile, destinando parte della vittoria all’Open d’Italia ai sopravvissuti al terremoto dell’Italia Centrale.

SEGUI LA PAGINA FACEBOOK DI GOLFANDO... E ISCRIVITI AL GRUPPO

GIOCO A GOLF PERCHE’… – CLICCA E FINISCI LA FRASE

IMBUCATO, IL SELFIE DEL GOLF – CLICCA E INVIA IL TUO

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *