Northern Trust: Molinari non passa il taglio, quattro in vetta

Con un +4 dopo due giri Chicco Molinari chiude la sua avventura al Northern Trust. Nell’ultima gara prima dei quattro playoff di FedEx Cup, l’italiano ha girato a +3, per totali 144 colpi in due giorni (71, 73). Big all’attacco sul percorso del Glen Oaks Club, a Old Westbury (New York). Il montepremi è di 8.750.000 dollari.

 Northern Trust

WESTBURY Fowler e un colpo tra le nuvole del Northern Trust (foto Afp)

Nel secondo giro sono passati a condurre con 134 (-6) Dustin Johnson (65 69), numero uno mondiale, Jordan Spieth (69 65), numero tre, e Rickie Fowler (68 66) insieme al venezuelano Jhonattan Vegas (69 65). Subito dietro Matt Kuchar e Bubba Watson, quinti con 135 (-5), e tra i top ten altri pretendenti al titolo: Jon Rahm e Justin Rose, settimi con 136 (-4) affiancati da Russell Henley, in vetta dopo un turno, Patrick Reed, campione in carica, Justin Thomas e Paul Casey, decimi con 137 (-3).
Navigano a metà classifica Brooks Koepka, Phil Mickelson e Jason Day, 32esimi con 140 (par). Quindi Henrik Stenson e Rory McIlroy, 47esimo  con 141 (+1). Out il giapponese Hideki Matsuyama, 71esimo con 143 (+3).
Jordan Spieth ha girato in 65 (-5) colpi con sette birdie, di cui cinque consecutivi, e due bogey. Stesso score per Johnattan Vegas con cinque birdie senza sbavature. Ha realizzato un 66 (-4) Rickie Fowler, con cinque birdie e un bogey. Dustin Johnson ha concluso con un parziale di 69 (-1) frutto di tre birdie e di due bogey.

Il cammino di Molinari nel Northern Trust

Francesco Molinari ha subito palesato difficoltà nelle buche in uscita con due bogey. In quelle di rientro le cose sono andate un po’ meglio, ma un solo birdie (e altri due bogey) non è stato sufficiente a evitare l’uscita anticipata.


SEGUI LA PAGINA FACEBOOK DI GOLFANDO... E ISCRIVITI AL GRUPPO

GIOCO A GOLF PERCHE’… – CLICCA E FINISCI LA FRASE

IMBUCATO, IL SELFIE DEL GOLF – CLICCA E INVIA IL TUO

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *