Tom Watson “honorary starter” al Masters

RIDGEDALE Tom Watson (foto Matt Sullivan/Getty Images/AFP)

Tom Watson si unirà a Jack Nicklaus e Gary Player quale honorary starter dell’86esima edizione del The Masters, in programma dal 7 al 10 aprile ad Augusta, in Georgia.


Watson, 72enne di Kansas City, ha vinto The Masters due volte: la prima nel 1977 e, la seconda, nel 1981. Sono otto in totale i successi in eventi del Grande Slam ottenuti dall’americano che sostituirà così lo scomparso Lee Elder. Lee è stato tra gli honorary starter lo scorso anno e fu il primo afroamericano ad aver presto parte alla competizione nel 1975.

L’americano è ovviamente molto soddisfatto dell’investitura e il pensiero va subito ai suoi compagni d’avventura.

Impariamo dall’inchino del caddie: o adesso o mai più

“In entrambe le mie vittorie, Jack Nicklaus mi ha dato filo da torcere – ha detto – E quando Gary vinse il suo terzo Masters, nel 1978, ero lì per aiutarlo a indossare la green jacket. Momenti del genere restano per sempre nella mia memoria e nella mia carriera. L’opportunità di condividere la tradizione con Jack, Gary e i giocatori del Masters sarà davvero speciale”.

La tradizione è iniziata nel 1963 con Jock Hutchison (1963-1973) e Fred McLeod (1963-1976). Poi è stata la volta di Byron Nelson (1981-2001 ma non tutti gli anni), Gene Sarazen (1981-1999), Ken Venturi (1983), Sam Snead (1984-2002), Arnold Palmer (2007-2016). Quindi ora Nicklaus (2010 ad oggi) e Gary Player (2012 ad oggi) . Lee Elder lo è stato solo nell’edizione 2021.

“Ricorda la schiavitù: via il nome Masters da Augusta”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.