Il golf in Arizona è un bene essenziale, si gioca una gara

Giocare a golf in Arizona equivale ad andare a fare la spesa o in farmacia. In estrema sintesi è quanto sostiene il governatore dello Stato americano che ha appena incluso il golf tra i servizi essenziali. Così ha autorizzato lo svolgimento di una gara del Cactus Tour, circuito professionistico femminile della parte occidentale degli Usa.

Chi prima e chi dopo tutto il mondo del professionistico golfistico si è fermato: il PGA americano, l’European Tour e il LPGA femminile sono di fatto sospesi fino a data da destinarsi. Annullati Major, gare da milioni di dollari di montepremi e anche la Ryder Cup 2020 è stata messa in dubbio.

In Arizona invece scatta il Sun City, torneo valido per il circuito Cactus con 19 golfiste in campo. Tra loro anche sei amateur e Haley Moore, 21enne americana prima vittima del bullismo e ora professionista.

Nonostante i 1300 casi di contagi in Arizona, il governatore Doug Ducey non si è fatto particolari scrupoli nell’includere il golf nella lista dei servizi essenziali come supermercati, alimentari e farmacie. Tra lo sbalordimento dell’opinione pubblica.

Matteo Manassero a Golfando: state in casa, si vive anche senza golf

Golfando sui social:
La pagina Facebook
– La community (iscriviti al gruppo)

#ilgolfciunisce… perché siamo impazienti ma realisti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *