Tiger Woods sempre più leggenda: 82 vittorie sul PGA, record eguagliato

Tiger Woods sempre più nella storia del golf: il 43enne ha vinto lo Zozo Championship in Giappone e ha eguagliato il record di vittorie sul PGA Tour, ossia 82. E come se non bastasse è passato da numero dieci a numero sei nel ranking mondiale.

Tiger Woods

CHIBA Tiger Woods (Foto di TOSHIFUMI KITAMURA / AFP).

Sul percorso dell’Accordia Golf Narashino (par 70), a Chiba, Big Cat ha siglato il successo numero 82, eguagliando il primato di Sam Snead che resisteva dal 1965. Quest’anno Tiger aveva vinto anche il Masters mentre l’anno scorso al Tour Championship fermò a 1876 giorni il digiuno di vittorie sul circuito più importante al mondo. Due mesi fa ha subito il suo quinto intervento chirurgico al ginocchio sinistro.

Quella iniziata in Giappone è la sua 23esima stagione sul circuito americano. Il Zozo Championship è stata la sua gara numero 359. 

La gara

INZAI Tiger Woods in conferenza stampa dopo la vittoria nello ZOZO Championship (foto TOSHIFUMI KITAMURA / AFP).

CHIBA  Tiger Woods in conferenza stampa dopo la vittoria nello ZOZO Championship (foto TOSHIFUMI KITAMURA / AFP).

Nel quarto giro Tiger Woods, stoppato da leader causa l’oscurità dopo undici buche (tre birdie, un bogey) con tre colpi di vantaggio su Matsuyama, ha iniziato male con un bogey. Poco dopo con un birdie ha fissato a due colpi le distanze dal rivale, che nel frattempo aveva realizzato un birdie, limitandosi nel resto del tracciato a controllare la situazione per poi concludere in gloria con un birdie e riportare il margine a tre lunghezze. Per entrambi i contendenti un parziale di 67 (-3) e la stessa andatura con cinque birdie e due bogey.

Tiger Woods fu incoronato da Snead in persona

“Sono onorato – le parole di Woods a fine giornata – perché ho attraversato momenti difficili stando lontano dal campo per diverso tempo. Non è stato facile ma adesso posso dire di essere orgoglioso di aver raggiunto Snead. Un grazie ai miei genitori e a tutte quelle persone che hanno contribuito a rendere tutto questo possibile”.

Snead su Woods nel 1981: se non perde la magia lui sarà il più grande di tutti Condividi il Tweet

E quindi un ricordo per Snead, campione che lui ha incontrato per la prima volta all’età di 6 anni. Con lui giocò due buche in una esibizione. “Se la magia di questo bimbo non si esaurisce – fu l’incoronazione di Snead dopo averlo visto in azione – diventerà il più grande giocatore di sempre”. Era il 1981 e dopo 38 anni Woods è riuscito ad emulare le sue gesta. “Ricordo tutto – le parole di Tiger oggi – di quell’incontro. Prima ho spedito la palla in acqua e raccolto solo un bogey, mentre la seconda buca la giocai alla pari”.

Tiger Woods

ATLANTA Tiger Woods (foto di Kevin C. Cox/Getty Images/AFP).

Dieci anni fa il mondo lo etichettava come finito, in virtù di accuse poco edificanti per stupro di amanti e pornostar. “Ad un certo punto – ha ammesso lui – non sapevo neanche se sarei riuscito a tornare a camminare senza provare dolore”.

Campione anche d’incassi

Il successo di Chiba ha fruttato a Woods un premio di 1.755.000 dollari su un montepremi complessivo di 9.750.000. Per un exploit che ha permesso all’americano di sfondare il muro dei 120 milioni di guadagni sul PGA Tour.

Segui la pagina Facebook di Golfando… e iscriviti al gruppo

Pello Iguaran, la risposta a Francesco Molinari

Una risposta a “Tiger Woods sempre più leggenda: 82 vittorie sul PGA, record eguagliato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.