Giulia Sergas a Golfando: “L’Italia del golf è una miniera di diamanti ma non lo sa”

La Federgolf che taglia del 54% il budget giovanile, i circoli da gestire come aziende, i direttori da formare, la bellezza dei nostri campi. Giulia Sergas accetta il mio invito (grazie di cuore) e scrive per il nostro blog questo post che a qualche dirigente o qualche addetto ai lavori darà fastidio. Il che significa che Giulia ha colto nel segno. Che ne pensi delle sue idee?


di Giulia Sergas

Siamo seduti sopra una miniera di diamanti e nemmeno ce ne accorgiamo!

Siamo cosi preoccupati di voler aumentare il numero dei tesserati che non ci accorgiamo invece di tutti quei potenziali turisti golfisti che potrebbero portare migliaia di green fee ogni anno.

Giulia Sergas

Giulia Sergas

Continua a leggere

Golf Open d’Italia 2017: famiglie e bambini a Monza – Montali: sono il futuro del golf

Partenza col piede giusto per l’Open d’Italia 2017: sole, clima mite e tante famiglie hanno segnato la domenica di golf in piazza a Monza. Il centro della città brianzola si è trasformato in un grande percorso itinerante, in vista del primo tee shot della gara da sette milioni di dollari. L’Open d’Italia si gioca da giovedì 12 a domenica 15 al Golf Club Milano, all’interno del Parco di Monza.

Open d'Italia

Un futuro giocatore dell’Open d’Italia? (foto Ansa)

Continua a leggere

L’opinione: “Il golf? Non è da ricchi ma rende ricchi”

Nicola Porro ha scritto un’analisi obiettiva sul golf in Italia. Lo ha fatto sulla prima pagina de Il Giornale prendendo spunto da una fotografia d’epoca dell’archivio del Touring Club Italiano. Lo ripropongo integralmente per stimolare il dibattito, soprattutto per quanto scritto nel paragrafo finale. 

“Un tempo il golf era così. Famoso non tanto per il bianco e nero ritratto da un bellissimo scatto. Quanto per la sua eleganza. Gli uomini con i pantaloni lunghi e le doppie pence. Le donne con le gonne sotto il ginocchio, i foulard e la camicetta, meglio se bianca. Per anni all’Acquasanta, il circolo più antico d’ Italia, Franco Bevione giocava, e lo faceva divinamente, con le sue camicie celesti di popeline, arrotolate sul braccio e le cifre ricamate. Con una spalla più in basso dell’ altra, segno distintivo di chi ha passato la vita sui campi da golf.

golf

I colori del golf

Continua a leggere

Golf a Palermo: al Villa Airoldi gli ostacoli d’acqua sono… tre fontane d’epoca

Il golf non è “solo” uno sport bensì può essere un punto di incontro tra natura e storia. L’esempio è il golf a Palermo, il Villa Airoldi Golf Club, ossia nove buche in un parco del Settecento. Il percorso ha una peculiarità: gli ostacoli d’acqua sono tre …fontane d’epoca da poco tornate al loro antico splendore. Sono loro gli unici ostacoli d’acqua del campo.

Golf a Palermo

Una delle fontane del Villa Airoldi Golf Club

Continua a leggere

Open de France al via: dove giocare a golf a Parigi (e non solo)

Dal 29 giugno al 2 luglio a Le Golf National di Saint-Quentin-en-Yvelines (a 35 km da Parigi) scatta l’HNA Open de France. I più grandi del mondo si danno appuntamento sul percorso “Albatros” per l’evento golfistico più importante della stagione francese. Ma il golf a Parigi è molto altro.

Golf a Parigi

Le Golf National (foto tratta dal sito ufficiale)

Continua a leggere

Ryder Cup 2022, il primo tee shot nella Valle dei Templi

Eppur si muove: è iniziato nella Valle dei Templi il cammino verso la Ryder Cup 2022 in Italia. La “Road to Rome 2022” ha mosso il suo primo passo tra le colonne doriche del Tempio di Giunone. Gian Paolo Montali, direttore generale del progetto, non ha nascosto la sua soddisfazione. “Con questo evento – ha spiegato – in un contesto straordinario abbiamo voluto lanciare idealmente la prima pallina sul percorso “Road to Rome 2022”. Tra i nostri obiettivi c’è la valorizzazione del brand Italia attraverso il turismo golfistico. Per questo motivo abbiamo scelto di partire da uno dei luoghi più belli e prestigiosi d’Italia”.

Ryder Cup 2022

Il trofeo della Ryder Cup nella splendida cornice della Valle dei Templi (foto Federgolf)

Continua a leggere

Sicilia capitale del golf: dalla Ryder Cup al “Rocco Forte Open – Verdura”

La Sicilia diventa la capitale del golf italiano e non solo. Si apre domani una lunga settimana dove a farla da padrone sarà il golf di oggi e quello del futuro. Giovedì al Verdura scatta il “Rocco Forte Verdura Open” a Sciacca (Ag), tappa dello European Tour. Domani invece muove i primi passi la “Road to Rome 2002”, lunga marcia verso la Ryder Cup italiana. La tappa inaugurale sarà l’evento “Ryder Cup nella Valle dei Templi”.

Continua a leggere

Golf a ore: l’innovazione di un resort in Missouri

Golf a ore: ai puristi del golf sembrerà una bestemmia ma quella introdotta al Lodge of Four Season Resort sul lago di Ozark in Missouri potrebbe essere una piccola rivoluzione. In quel resort da mille e una notte il golf si paga a ore. Tanto giochi, tanto paghi, a prescindere dal numero di buche chiuse.

Una buca del Lodge of Four Seasons (dal web)


Continua a leggere

‘Rocco Forte Open – Verdura’ nuova gara sull’European Tour 2017 – “Sicilia, eccellenza per il golf”

Il grande golf farà tappa anche nel profondo sud del Vecchio Continente: il Verdura Resort di Sciacca (Agrigento) è entrato nel calendario dell’European Tour 2017 e ospiterà il Rocco Forte Open – Verdura dal 18 al 21 maggio. Si tratta dell’unico appuntamento italiano del Tour oltre all’Open d’Italia che si giocherà al Royal Park I Roveri.

Continua a leggere

World Golf Awards, Portogallo miglior destinazione mondiale – Ecco le quattro eccellenze italiane

Tempo di riconoscimenti per l’industria del golf mondiale: nei giorni scorsi in Algarve (Portogallo) sono stati consegnati i World Golf Awards, riconoscimenti per chi abbina golf e turismo. A scegliere i vincitori una votazione online riservata ad operatori del settore turistico, addetti ai lavori nel mondo del golf e pubblico.

Un campo da golf in Algarve

Continua a leggere