La premiazione nel golf è roba per pochi intimi, purtroppo…

Torna a scrivere di golf l’amico Paul Fischnaller che mette il dito nel malcostume amateur di disertare la premiazione nel golf al termine di una gara.. C’è chi non si presenta nemmeno in caso di vittoria. Brutta figura per lo sponsor, pessima per il circolo. Come uscirne?

di Paul Fischnaller

Ciao Sauro,
torno a scriverti per parlare e far parlare i tuoi lettori del nostro sport. Volevo sapere cosa ne pensano gli addetti ai lavori in merito alle gare di circolo e relative premiazioni.

Da un bel po’ di tempo ho notato che da una parte le gare sono sempre presenti ma dall’altra noto che gli sponsor diminuiscono. Credo sia una cosa molto negativa per il movimento del golf italiano. Abbiamo gare con un numero di partecipanti che va da ottanta a cento e premiazioni con dieci o undici persone, forse. In media credo che su una dozzina di trofei ne vengano ritirati due o tre quando va bene. Questo è uno schiaffo morale per un imprenditore che ci mette soldi e faccia. Ho sentito dire da qualcuno di loro che un altro anno ci penseranno bene prima di rimettere soldi nel golf.

Da golfista capisco che se un giocatore scende in campo al mattino non può aspettare fino alla sera ma in ogni caso dovremmo ripensare come gestire la premiazione nel golf. Va ripensato il rapporto con lo sponsor.

Ho parlato anche con chi gioca: tutti sono d’accordo che coppe e trofei appartengano ormai al passato. Sarebbe forse meglio pensare a un voucher di un certo valore messo a disposizione dallo sponsor senza fare la classica premiazione. I giocatori iscritti alla gara lasciano il proprio indirizzo email e lì può essere inviato il coupon da stampare. Mi sembra meglio che avere dieci persone alla premiazione. Dobbiamo a tutti costi salvaguardare gli sponsor che sostengono ancora il golf.

Cosa ne pensate?


Golf e mala educacion 7 – I racconti dei lettori: zolle, mozziconi, bucce di banana…

Golfando sui social:
La pagina Facebook
– La community (iscriviti al gruppo)

La email – Il golf non si svenda

Il Precisino, il Ritardatario, l’Eterno Ottimista: quale compagno di gioco sei?

9 risposte a “La premiazione nel golf è roba per pochi intimi, purtroppo…

  1. Caro Sauro,
    rispondo volentieri alle osservazioni poste da Paul Fischnaller, in quanto la proposta della premiazione on-line noi di #GolfPassion, abbiamo iniziato ad utilizzarla durante il primo Lockdown.

    Proprio durante il primo fermo a Marzo 2020 per non rimanere fermo, decisi di portare le gare sul WGT on-line, assegnando i premi che avevo a disposizione per le gare reali di quella stagione ai vincitori virtuali. Ma per inviare i premi avevo necessità di avere i dati (nome, cognome, cellulare e indirizzo mail).

    Così preparai il form di contatto su golfpassion.it e con grande sorpresa si sono registrati più di un migliaio di giocatori.

    Per la stagione 2021 abbiamo mantenuto lo stesso format e i giocatori unici registrati sono stati più di 4.300.

    Il prossimo anno vogliamo comunque tornare a premiare in campo con l’ovvia speranza di non subire altri blocchi, ma manterremo la registrazione on-line sempre su golfpassion.it dove abbiamo rafforzato le informazioni per ogni singolo circuito.

    Condivido che alcuni premi sono desueti e non portano i giocatori a volersi fermare, ma sono altrettanto convinto che manchi molta comunicazione, molti golfisti giocano e non sanno nemmeno per chi o per cosa!

    Gli sponsor non sono limoni da spremere finché è possibile, bensì aziende che vanno messe in contatto con i giusti presupposti verso un pubblico amante dello sport.

    Vi auguro una buona giornata e comunque vada, sempre viva il Golf
    Luigi Cardin

  2. Ciao Luigi, complimenti per la tua bella intuizione di inviare il premio a casa dei vincitori. Tu dici che ormai i premi sono desueti, sono d’accordo anch’io, ma solo con quelli ridicoli (latta nichelata di ovvia e nota provenienza) tipo quelli mostrati nelle 2 foto. Auguri a Golf Passion, il prossimo anno vedrò di giocare qualche gara.
    Saluti ,
    Vais Cencini

  3. Sono convinto a metà : trovo giusto sostituire i premi con dei vuocher( ad esempio gree fee feriali).
    La premiazione però deve essere fatta sul campo per dare soddisfazione ai vincitori, anche per l’ormai famosa ” coppa fragola”

  4. Come sponsor ed organizzatore di gare posso dire che la premiazione al termine ha senso solo in caso contenga anche un evento (buffet, apericena, cena …) altrimenti non ha senso i giocatori non tornano a parte i premiati ammesso che sappiano di essere premiati. Io credo che lo sponsor se non vuole fare un evento alla fine possa gestire l’interazione con i giocatori alla consegna score con desk raccolta dati e presentazione della sua attività, per i premi consegna al circolo o spedizione sono un alternativa valida

  5. Prima di ogni cosa ,bisognerebbe gestire bene l evento gara SUL CAMPO.
    TROPPI FURBETTI,,TROPPI IGNORANTI DELLE REGOLE .TROPPA POCA ONESTA. E SPESSO TROPPA POCA VOLONTÀ DI CONTROLLO MARSHALL E ANCHE DI PENALIZZARE E DENUNCIARE E SQUALIFICARE DA PARTE DELLE SEGRETERIE DEI CIRCOLOI.
    MOLTO ATTENTI A.MANTENERE I SOCI E GLI ISCRITTI ALLE GARE A QUALUNQUE COSTO PUR IN PRESENZA E NELLA CERTEZZA DI IRREGOLARITÀ CONTINUE.(
    SERVONO.LE.QUOTE SOCI E GARE IN QUALUNQUE MODO A COSTO DI DIVENTARE CIECHI E SORDI)
    QUINDI SPESSO LE PREMIAZIONI SONO .PIU CHE FALSATE.
    NON C E PIACERE DI ASSISTERE AD UNA PASSERELLA DI FURBETTI
    EGOCENTRICI
    DOBBIAMO ANCHE APPLAUDIRE QUESTI COMPORTAMENTI IN FASE DI PREMIAZIONE??????.
    PER QUESTO SI VA VIA E NON SI ASPETTA PER CONGRATULARSI CON I VINCITORI.
    CAMBIASSERO I COMPORTAMENTI E RENDESSERO AL GOLF IL.SUO GIUSTOJPOSTO IN FARPLAY E ONESTA INDIVIDUALE , E COSI MOLTE.COSE POTREBBERO RITORNARE AL. LORO POSTO
    .
    MENO PREMI E PIU IMPORTANTI
    PORTERANNO AD AVERE SEMPRE.MENO ISCRITTI PER GLI ST3SSI.MOTIVI DI CUI SOPRA.
    QUINDI SE SI VUOLE VEDERE PIU GIOCATORI ALLE PREMIAZI E GARE
    CONTROLLARE IN CAMPO E PUNIRE.CON ESEMPLARITA. È ESSENZIALE..
    COMINCIAMO DA QUI IL RESTO VERRA QUASI DA SOLO

  6. La tipologia di premi è parte del problema, ma anche la limitata possibilità di fare socializzazione se non si abbinano un rinfresco (buffet, apericena, …) come già è stato detto.
    Una premiazione online non mi pare una soluzione ai problemi suddetti perchè la tipologia di premi si può cambiare anche facendo le premiazioni in presenza.
    Gli orari delle premiazioni possono causare l’impossibilità, per i giocatori che abitano lontano dal percorso, dal partecipare.
    Forse alla premiazione, con rinfresco, potrebbero essere invitati anche non giocatori (familiari/amici) per renderle più partecipate, ma credo che siano gli sponsor che potrebbero proporre il miglior modo per promozionare il loro marchio/prodotto.
    In breve, non credo che esista una soluzione al problema della scarsa partecipazione alle premiazioni se non quella di valorizzare la possibilità di socializzare, cosa che un tempo era il vero valore aggiunto del gioco del golf. Ora i tempi sono cambiati.

  7. Il mal costume del nn fermarsi dopo la gara invece dovrebbe essere la norma finché viviamo circondati dal covid
    Da persone che nn si vogliono vaccinare e da circoli che nn controllano il greenpass.
    Quando saremo più sereni e soprattutto sicuri torneremo a fermarci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *