Federgolf, Franco Chimenti rieletto presidente

Franco Chimenti è stato rieletto presidente della Federazione italiana golf. Per lui è il sesto mandato. Candidato unico, nell’assemblea nazionale di Parma per il rinnovo delle cariche elettive della FIG ha ottenuto l’89,82% dei consensi.

Chimenti, che è anche vicepresidente vicario del Coni, continuerà a guidare la Fig nel prossimo quadriennio. Un periodo caratterizzato da due rassegne olimpiche e dall’edizione italiana della Ryder Cup 2023.

Le parole di Franco Chimenti

“Essere confermato alla guida della Federazione Italiana Golf – ha commentato Franco Chimenti – è motivo di orgoglio e soddisfazione soprattutto perché dimostra la volontà dell’elettorato che l’organizzazione della Ryder Cup spetti a chi ha fortemente inseguito, voluto e raggiunto questo prestigioso obiettivo. Oggi sono altresì lieto di poter annunciare che la 77esima edizione dell’Open d’Italia si disputerà in Lombardia allo Chervò Golf San Vigilio dal 22 al 25 ottobre. Nonostante le difficoltà relative all’emergenza sanitaria, la FIG ha profuso tutti gli sforzi possibili per dar vita anche quest’anno a un torneo dalla grande tradizione. Ulteriori dettagli saranno comunicati nei prossimi giorni.

L’impegno per la crescita di tutto il movimento proseguirà con rinnovato entusiasmo e il prezioso supporto del nuovo Consiglio Federale che, come dimostrato già in passato, avrà nelle figure femminili al suo interno un valore aggiunto. Ringrazio tutti i componenti dell’assemblea che hanno creduto in me, venendo a Parma anche in un momento così difficile. Vogliamo continuare ad essere al fianco di tutti i Circoli e di tutte le figure professionali che lavorano e si distinguono quotidianamente con abnegazione e passione. I successi dei nostri atleti, dai dilettanti ai professionisti fino a quelli dei golfisti paralimpici, hanno portato l’Italia nell’élite mondiale. Sono sicuro che continueremo a toglierci altre grandi soddisfazioni a partire dai Giochi Olimpici di Tokyo.

Grazie ancora a tutti per il sostegno ricevuto. Il mio ringraziamento va anche allo staff federale che ha raddoppiato gli sforzi per l’organizzazione dell’assemblea elettiva a causa del perdurare dell’epidemia da Covid-19 che ha imposto il rispetto di rigidi protocolli di sicurezza”.

I consiglieri

I componenti del nuovo Consiglio Federale sono Celso Lombardini (1.330); Andrea Pischiutta (1.274); Maria Amelia Lolli Ghetti (1.260); Diamante D’Alessio (1.197); Stefano Mazzi (1.106); Alberto Treves De Bonfili (1.071); Giovanni Collini (931).

In rappresentanza degli atleti professionisti Marco Durante (303), in rappresentanza degli atleti dilettanti Stella Coppi (43) e in rappresentanza dei tecnici Ascanio Pacelli (263).

Presidente del Collegio dei Revisori dei Conti sarà Andrea Valmarana (1.786).

Nel corso dell’Assemblea Nazionale Ordinaria Elettiva, Chimenti ha proposto la nomina di Antonio Bozzi quale Consigliere Onorario.

UFFICIALE: Open d’Italia di golf 2020 si gioca allo Chervo’

GOLFANDO SUI SOCIAL:

La pagina Facebook
– La community (iscriviti al gruppo)

6 risposte a “Federgolf, Franco Chimenti rieletto presidente

  1. Non ho niente da dire sugli operati di Franco… ma 6 mandati mi danno l’idea di un ambiente chiuso su sestesso quasi monarchico

  2. E’ stato mai fatto un sondaggio tra i tesserati della federgolf chiedendo:
    1 Ritieni che l’attuale presidente di federazione ti rappresenti?
    2 Sei contento dell’attuale presidente?
    E secondo me, le opinioni dei tesserati saranno diverse dai risultati delle elezioni del presidente.

    • Buonasera Giuliano, le rigiro la domanda: è stato mai fatto un sondaggio tra i tesserati della Toscana (regione scelta a caso) chiedendo ‘quale presidente di circolo toscano vorremmo candidato alla presidenza di Federgolf’?

  3. A prescindere dall’elezione del Prof. che può piacere o no penso che il meccanismo con cui vengono eletti consiglieri e presidenti sia nazionali che regionali è sbagliato, faraginoso ecc
    Pensiamo che non soltanto non votano i tesserati, ma i loro presidenti, ma pensiamo anche che tutto il mondo dei campi pratica è rappresentato veramente al minimo.
    Vi faccio io una domanda: quanti dei consiglieri eletti in questo giro sono tesserati ad un campo pratica?
    Risposta : Nessuno
    Poi che senso ha ad esempio la rappresentanza in consilio di due pro (un maestro ed un agonista), allora dovremmo avere rappresentati anche i direttori o i greenkeeper o gli arbitri
    Insomma una norma che purtroppo non rappresenta la realtà.

    • Buongiorno Carlo, secondo lei dovrebbe votare il singolo tesserato Federgolf di ogni singolo circolo? Se così fosse il voto di chi è tesserato da 50 anni dovrebbe contare come quello di un neofita? A pensare male si fa peccato ma spesso ci si azzecca: se un candidato alla presidenza regalasse mille tessere a mille suoi potenziali elettori che, una volta votato, non giocheranno mai?. I circoli di golf sono privati dove il proprietario sceglie presidente, direttore, segretario e via di questo passo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *