Abu Dhabi HSBC Championship, Tommy Fleetwood concede il bis

Fra i tre litiganti il quarto se le gode: l’Abu Dhabi HSBC Championship è stato vinto da Tommy Fleetwood per il secondo anno consecutivo. Manassero ha chiuso al 30esimo posto, Bertasio al 53esimo.

ABU DHABI Tommy Fleetwood festeggia col trofeo dopo aver vinto per il secondo anno di fila l’HSBC Golf Championship (foto Afp)

L’inglese ha chiuso con 266 colpi (66 68 67 65, -22), risalendo dal quarto posto con un -7 di giornata. Fleetwood ha così superato Ross Fisher (268, -20), in vetta dopo tre giri con Thomas Pieters, quinto con 271 (-17) insieme all’altro inglese Chris Paisley. Bene Rory McIlroy, terzo con 270 (-18) alla pari con l’inglese Matthew Fitzpatrick, in una classifica dominata dai britannici.

Mai protagonisti Henrik Stenson, ottavo con 273 (-15) e anch’egli autore di un 65, e Dustin Johnson, nono con 274 (-14). Prova in grigio per Justin Rose e Kiradech Aphibarnrat, 22.i con 278 (-10), di Martin Kaymer, 27esimo con 279 (-9). Indietro anche Matt Kuchar, 32esimo con 281 (-7).

Tommy Fleetwood, n.1 della money list dell’European Tour 2017, ha siglato il quarto titolo con otto birdie e un bogey. Al 27enne di Southport un assegno di 408.597 euro.

Matteo Manassero ha risalito la classifica di 14 gradini con cinque birdie e due bogey e per il parziale di 69 (-3) nel contesto di una gara molto regolare. Nino Bertasio invece 14 gradini li ha discesi con quattro birdie, quattro bogey e un doppio bogey per il 74 (+2).


Terza giornata

Sempre più viva la lotta per vincere ad Abu Dhabi: al termine del terzo giro Pieters condivide il primato con Ross Fisher. Bertasio sale al 39esimo posto (-6), Manassero resta 44esimo (-5).

ABU DHABI Matteo Manassero (foto di Ornella Parigi)

In vetta alla graduatoria l’inglese Ross Fisher (199 – 67 67 65, -17) ha raggiunto il belga (199 – 67 65 67). I due sentono sul collo il fiato di Rory McIlroy (200, -16),ben deciso a riconquistare il tempo e il terreno nel world ranking (11esimo) perduti. Saranno in corsa per il titolo anche Tommy Fleetwood e Matthew Fitzpatrick, quarti con 201 (-15). Da tenere d’occhio i loro due connazionali Chris Paisley e Andrew Johnston e il belga Thomas Detry, sesti con 202 (-14).

Sembra fuori gioco Dustin Johnson, 12esimo con 204 (-12).


Seconda giornata

Nuovo leader ad Abu Dhabi: in testa ora c’è il belga Thomas Pieters con 132 colpi (67 65, -12), tallonato dallo spagnolo Jorge Campillo (133, -11). Restano in gara Matteo Manassero e Nino Bertasio, entrambi al 44esimo posto con 141 (-3) colpi. Fuori per un colpo Renato Paratore, 72esimo con 143 (76 67, -1) ed Edoardo Molinari, 89esimo con 144 (74 70, par).

ABU DHABI – Dustin Johnson, autore di una bella rimonta (foto di Ornella Parigi)

Dietro al belga e allo spagnolo c’è con 134 colpi (-10) Alexander Levy. Quindi Tommy Fleetwood (campione uscente) e Ross Fisher. In sesta posizione con 135 (-9) Rory McIlroy. Quindi Paul Casey, Sam Brazel e Bernd Wiesberger. Undicesimo Dustin Johnson, leader mondiale in rimonta dalla 69esima. Al 18esimo posto con 137 (-7) Martin Kaymer e al 57esimo con 142 (-2) Matt Kuchar e Justin Rose.

Thomas Pieters, 26enne di Geel con tre titoli sul tour, ha realizzato sette birdie senza bogey.


Prima giornata

Sono il giapponese Hideto Tanihara e Tommy Fleetwood i battistrada dopo la prima giornata dell’Abu Dhabi HSBC Championship, in corso sull’Abu Dhabi Golf Course, negli Emirati Arabi Uniti. Il montepremi è di 2.500.000 euro.

Nino Bertasio

ABU DHABI – Nino Bertasio (foto di Ornella Parigi)

Matteo Manassero e Nino Bertasio sono al 37° posto con 70 (-2) colpi. Più indietro Edoardo Molinari, 102esimo con 74 (+2) e Renato Paratore, 120esimo con 76 (+4).

Il giapponese e l’inglese guidano la classifica nella tappa dello European Tour negli Emirati con 66 (-6) colpi, seguiti con 67 (-5) da Pieters, Wiesberger, Brazel, Fisher e Zanotti. Buon avvio di Rory McIlroy, al rientro dopo una serie di problemi e per Martin Kaymer, entrambi 17esimi con 69 (-3). Occupano la 37ª posizione anche McDowell, Stenson e Aphibarnrat. Passo più lento dell’inglese Justin Rose, 55esimo con 71 (1). Indietro Dustin Johnson, numero uno mondiale, e Matt Kuchar, 69.i con 72 (par).

ABU DHABI – La fortuna non ha accompagnato di certo Matteo Manassero nel primo giro: ecco dove è finita la sua pallina sulla buca 11 dopo tre rimbalzi (foto di Ornella Parigi)

Tommy Fleetwood e Hideto Tanihara hanno realizzato entrambi sei birdie. Nino Bertasio tre birdie e un bogey. Matteo Manassero sei birdie, due bogey e un doppio bogey. Per Edoardo Molinari tre birdie, altrettanti bogey e un doppio bogey. Renato Paratore tre birdie, tre bogey e due doppi bogey.


SEGUI LA PAGINA FACEBOOK DI GOLFANDO... E ISCRIVITI AL GRUPPO

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *