IGTM 2022, appuntamento a Roma per la fiera mondiale del golf

Nel lungo cammino verso la Ryder Cup sarà Roma ad ospitare l`IGTM 2022, ossia l’International Golf Travel Market. La più grande fiera mondiale legata al golf e al turismo si terrà dal 17 al 20 ottobre 2022 tra i padiglioni della Nuova Fiera di Roma, lo Sheraton Parco de’ Medici Rome Hotel e gli studi di Cinecittà.

L’annuncio arriva da Newport, in Galles, a chiusura dell’edizione 2021 dell’IGTM. 
.
La vittoria della candidatura rappresenta un’occasione unica per rafforzare le politiche di rilancio del turismo, per trasformare il nostro Paese in una golf destination.

L`assegnazione rappresenta “il risultato di un lavoro congiunto, realizzato con il coordinamento del Convention Bureau di Roma e Lazio – si legge in una nota – e grazie al contributo degli operatori trainati da Fiera Roma e da ENIT”.

“Dopo Marrakech e Cardiff sarà la nostra Regione ad ospitare l`IGTM 2022. Essere protagonisti di un evento fieristico di respiro internazionale dimostra quanto il Lazio sia pronto a confrontarsi con nuove sfide. E’ la prova di quanto sia fondamentale lavorare in sinergia con le altre realtà” commenta Valentina Corrado, assessore regionale al Turismo.

“Le fiere di settore rappresentano un`opportunità preziosa in termini di crescita e di sviluppo economico. L`obiettivo – prosegue l’assessore – sarà far conoscere il Lazio nella sua interezza aumentando la permanenza e il flusso turistico all`interno del territorio regionale. Vorremmo anche accrescere la voglia di tornare. La presenza di esperti ed appassionati di golf, e più in generale di operatori turistici e di settore, sarà un`opportunità per andare oltre la ripartenza”.

 

IGTM 2022 e il Pil turistico

Soddisfazione anche da ENIT per l’Italia, l’agenzia nazionale per il turismo.“La pandemia ha rivoluzionato il modo di pensare del turista che è alla ricerca di esperienze legate al vissuto territoriale e ad esperienze profonde e a contatto con la natura. Avere IGTM 2022 in Italia e a Roma – dichiara il presidente Giorgio Palmucci – è un’occasione imperdibile. Il turismo golfistico è un settore competitivo che contribuisce al posizionamento dell’Italia nello scenario turistico internazionale. L’evento ha già dimostrato di contribuire ad accrescere il Pil turistico dei Paesi ospitanti. E’ destinato a crescere di 5,36 miliardi di dollari nel periodo 2020-2024”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.