Phil Mickelson, vittoria e record sul PGA Champions Tour

Buona la prima per Phil Mickelson: Lefty debutta sul PGA Champions Tour con una vittoria, eguagliando anche il record di colpi. Il 50enne mostro sacro del golf a stelle e strisce a Hollister, nel Missouri, ha letteralmente dominato il Charles Schwab Series.

Phil Mickelson

MISSOURI  Phil Mickelson in campo all’Ozarks National (foto Brett Carlsen/Getty Images/AFP).

“Mi sono davvero divertito – la sua gioia a fine gara – e sono certamente felice per essere riuscito a portare a casa il titolo”.

Ventesimo giocatore nella storia del circuito (nato nel 1980) riservato ai professionisti over 50 a vincere al primo colpo, con un totale di 191 (-22) colpi Phil Mickelson ha eguagliato il primato relativo allo score più basso su 54 buche. Il record è stato realizzato prima da altri cinque giocatori: l’ultimo fu Rocco Mediate nel 2013.

Il mancino di San Diego ha sfiorato il capolavoro, impartendo una seria lezione agli avversari. Il connazionale Tim Perovic ha chiuso infatti al secondo posto (195, -18), staccato di 4 colpi. Terzo  un altro golfista statunitense, Kevin Sutherland.

Davvero il modo migliore, dopo l’eliminazione dai playoff di Fedex Cup, per preparare lo US Open. A Mamaroneck (New York) Lefty, al fianco dei big mondiali, proverà a completare il Grande Slam.

Per farlo dovrà fare i conti anche con la cabala. In carriera Mickelson ha infatti collezionato sei secondi posti allo US Open, un torneo che per il californiano appare davvero stregato.

Dustin Johnson e Sophia Popov, il gigante e la bambina del golf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.