La Spezia, un campo da golf dove prima c’era una discarica

Un campo da golf sulle colline di Pitelli, affacciate sul mare a La Spezia. Un luogo suggestivo, conosciuto per il panorama quanto per aver ospitato in passato una grande discarica. Siamo agli inizi dell’iter burocratico ma la volontà degli amministratori pubblici lascia ben sperare.La Spezia

L’amministrazione comunale ha sottoscritto un protocollo d’intesa con la delegazione ligure di Federazione Italiana Golf per la realizzazione di un campo di bio-golf con il recupero di 84mila metri quadrati di aree abbandonate o inutilizzate ad uso sportivo e turistico.

La Federazione supporterà il Comune nello studio di fattibilità di un campo a 9 buche, ampliabile fino a 18, da sottoporre poi alla commissione federale. “Da Rapallo alla Versilia non esiste un campo da golf di tale dimensioni, da qui la proposta da parte del turismo legato al mondo della nautica di progettarlo alla Spezia – ha detto il sindaco Pierluigi Peracchini -. Un’esigenza che abbiamo coniugato con la necessità di utilizzare le aree di Pitelli, fino a oggi trascurate e abbandonate. L’obiettivo e’ farlo diventare un quartiere nevralgico per lo sport, il turismo e le attività ricettive”.

L’idea di realizzare un campo da golf sulla ex collina dei veleni è accarezzata da oltre un decennio a La Spezia.

Malagò al Golf Club Livorno: “Impianto sorprendente” – Chimenti: inversione di tendenza

GOLFANDO SUI SOCIAL:

La pagina Facebook
– La community (iscriviti al gruppo)

Golf news 2020, tutto quello che accade sui campi italiani

Una risposta a “La Spezia, un campo da golf dove prima c’era una discarica

  1. Molto bene, speriamo! Manca proprio una struttura simile in zona , Versilia a parte da Rapallo a Pisa manca un’alternativa . Non dimenticherei però l’Alisei simpatico circolo e ambiente veramente cordiale .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *