PGAI: al Villaverde Resort c’è The Teachers, la sfida dei maestri

Ha dovuto aspettare oltre due anni Andrea Rota per poter difendere il titolo di campione tra i maestri, conquistato al Molinetto nel maggio 2019. Poi un 2020 di pandemia e senza titoli per i professionisti di PGA Italiana, con il ritorno alle gare solo lo scorso ottobre durante una bella festa d’autunno a Udine, sul tracciato del Villaverde Hotel & Resort..

Ed è proprio qui che si riprende il filo dei tornei più importanti e si assegna il primo
titolo stagionale, The Teachers numero 23. Oggi i pro con qualifica di maestro sono schierati in team con un allievo come tradizione vuole: formula quattro palle la migliore e due round da giocare, con classifica individuale e premi di coppia. In palio 20mila euro.

Per gli amateur sarà una lunga lezione in campo con il proprio insegnante, ma anche l’occasione per un lavoro di messa a punto di swing e materiali. L’evento infatti si è aperto lunedì con un focus tecnologico nel campo pratica del circolo, per un viaggio tra i dati dello swing (analizzato dai radar di precisione di Trackman) e per mettere nella sacca i bastoni giusti con Callaway, Cobra, Odyssey e Wilson. Insomma, sarà una full immersion per giocare, scoprire e condividere in un mix di competizione individuale e gioco di squadra.

La location PGAI

Il progetto del Villaverde Hotel & Resort è dell’imprenditore Gabriele Lualdi, che è partito nel 2013 dal rilancio del campo da golf. La sua veste da gara di alto livello ha preso forma grazie ai suggerimenti dei più titolati giocatori del tour (dal 2016 ha ospitato quattro edizioni dell’Italian Senior Open, tappa del circuito europeo di categoria). Il resort, che si affaccia sul campo pratica, ha poi mostrato la sua spiccata vocazione per il wellness.

Dal 1988 il Campionato Maestri

Andrea Rota (Foto Capretti)

Andrea Rota (Foto Capretti)

La sua storia inizia 24 anni fa a Is Molas, in Sardegna, e quello di Pietro Molteni è il primo nome ad essere inciso sul trofeo della gara. Cinque edizioni sullo stesso tracciato e poi, negli anni, quattro a Bogogno (No), tre al San Domenico (Br), due al Des Iles Borromées (Vb), a Grado (Go), al Pevero (Ot) e al Molinetto (Mi); una volta si è giocato anche a Sanremo (Im) e Margara (Al).

Ha vinto più di tutti Zeke Martinez (tre titoli), ma sono riusciti nella doppietta anche Giuseppe Calì, Federico Elli, Mauro Bianco, Emanuele Bolognesi. Nell’albo d’oro, tra gli altri, Costantino Rocca, Emanuele Canonica e Michele Reale.

GOLFANDO SUI SOCIAL:
La pagina Facebook
– La community (iscriviti al gruppo)

Golf veloce: un’ora e 53 minuti per giocare 18 buche sul PGA Tour

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *