Open Championship 2021 con 156 giocatori, 32mila spettatori e 2 mln di dollari al vincitore

Open Championship

Dustin Johnson dalla buca 3 durante la prova (Foto di Paul ELLIS / AFP)

Il Golf torna oggi nella sua casa. Nemmeno l’assenza di Tiger Woods riesce a scalfire l’attesa per il ritorno dell’Open Championship. Il Major più antico della storia rinasce dopo aver saltato un anno per l’emergenza sanitaria. Prima del Covid solo la Seconda Guerra Mondiale era riuscita a far slittare il British Open. Al vincitore andranno la Claret Jug e la cifra record di 2.070.000 dollari.

Saranno 156 i giocatori in campo, tra questi cinquanta debuttanti. Si gioca nel Kent, sul percorso del Royal St. George’s di Sandwich, sede dell’Open per la 15esima volta. Qui hanno vinto campioni che hanno poi fatto la storia, come Harry Vardon (che vanta il record di trionfi nel torneo, sei), Sandy Lyle e Greg Norman.

Open Championship

Phil Mickelson sulla buca 1 nel giro di prova al Royal St George’s, Sandwich (Foto di Glyn KIRK / AFP)

Il pubblico sarà ammesso a bordo fairway… ma non più di 32mila persone al giorno. Il virus ha costretto ai box Hideki Matsuyama, Bubba Watson e Zach Johnson (campione 2015). Kevin Na ha deciso di disertare l’appuntamento per le restrizioni imposte dalla Gran Bretagna per arginare l’aumento dei casi della variante Delta.

 

Due gli italiani all’Open Championship

Alla 149esima edizione del Major ci saranno due italiani. Uno è il più forte di sempre, l’altro vorrebbe diventarlo. Francesco Molinari vinse l’Open Championship nel 2018 in Scozia, a Carnoustie. Fu il primo (e per ora unico) connazionale ad arrivare così in alto nel golf. Due anni dopo Chicco non si presenta da favorito, complici mesi molto difficili in campo. Sognare il bis è comunque lecito: lo sport è ricco di affermazioni contro ogni logico pronostico.

A toccare il cielo con un dito è Guido Migliozzi, al primo The Open in carriera. Il vicentino, numero uno italiano, arriva da un ottimo momento di forma, come dimostra il quarto posto allo US Open 2021 (primo Major giocato in vita sua).

 

DJ, Rahm e Thomas: quale numero uno?

L’Open Championship nel Kent rilancerà la sfida per la leadership mondiale tra Dustin Johnson (tornato in testa) e Jon Rahm, secondo. Con Justin Thomas (terzo) che, in caso di trionfo, potrebbe prendersi il trono.

Open Championship

Shane Lowry con la famiglia e la Claret Jug dopo la vittoria al Royal Portrush nel 2019. (Foto by Glyn KIRK / AFP)

Dopo l’impresa allo US Open lo spagnolo Rahm è il favorito per i bookmaker. “Sarebbe incredibile vincere, nello stesso anno, lo US Open e il The Open. Arrivo qui con grande entusiasmo e non vedo l’ora di scendere in campo”. Se tutto filasse per il verso giusto, Rahm sarebbe il primo spagnolo a vincere l’Open Championship 33 anni dopo (era il 1988) il terzo sigillo di Severiano Ballesteros (unico iberico in assoluto a vincere qua).

Open Championship

Jon Rahm (Foto di Glyn KIRK / AFP)

Difenderà il titolo conquistato nel 2019 l’irlandese Shane Lowry che proverà ad emulare il connazionale Padraig Harrington. E’ stato lui l’ultimo golfista ad alzare al cielo consecutivamente (nel 2008 come nel 2007) la Claret Jug.

Da Johnson a Rahm, da Thomas a Morikawa, da Schauffele a DeChambeau, da McIlroy a Koepka. Sarà sfida show per il titolo in Inghilterra nell’ultimo grande torneo prima delle Olimpiadi di Tokyo.


Golfando sui social:
La pagina Facebook
– La community (iscriviti al gruppo)

Lee Westwood e quel (triste) record che nessuno vorrebbe battere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *