“Covid-19, il male più brutto della mia vita”: il racconto della caddie Missy Pederson

Senso di oppressione al torace, mal di testa e febbre dopo una notte insonne. La corsa in ospedale e le prime cure. Missy Pederson, caddie di Brittanny Lincicome (proette vincitrice di due Major in carriera), racconta il suo calvario per sconfiggere il Covid-19.

HARRISON Brittany Lincicome con la caddie Missy Pederson al KPMG Women’s PGA Championship 2015(foto di David Cannon/Getty Images/AFP).

Prima esponente del LPGA Tour a dichiarare apertamente di aver contratto il coronavirus, ormai 14 giorni fa ha riscontrato i primi sintomi tra perdita dell’olfatto e del gusto.

“Questo è certamente il male più brutto avuto finora nella mia vita”, il racconto della Pederson. Tutt’ora in quarantena, non ha più la febbre ma ancora non s’è ripresa. “Il cibo mi sembra disgustoso – rivela – e non riesco a sentire nessun odore. E’ una sensazione strana e ogni volta che metto in bocca qualcosa ho sintomi di nausea”.

Solidarietà da tutto il mondo del golf per Missy Pederson, che ha voluto ringraziare il LPGA Tour per il supporto ricevuto. “Per me – dice – il massimo circuito americano femminile è come una famiglia, sarò sempre riconoscente per il sostegno mostratomi”.

Recensioni e campi da golf, ecco i migliori d’Italia secondo Leadingcourses.com

Golfando sui social:
La pagina Facebook
– La community (iscriviti al gruppo)

Regole locali e coronavirus, come cambia la gara di golf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *