Open d’Italia di golf 2018: Kaymer leader, Molinari a un colpo, Manassero c’è

Sole e pubblico fanno da cornice alla seconda giornata dell’Open d’Italia. Il leaderboard parla tutto europeo, un bel viatico per la Ryder Cup.

Martin Kaymer, leader all'Open d'Italia.

Martin Kaymer, leader all’Open d’Italia.

 

L’elenco delle news:

1. Clicca e manda il tuo selfie dall’Open
2. Resteranno in gara solo 65 giocatori oggi
3. Manassero in campo, Molinari alle 13.40
4. Il Mondo del Golf Today: i dieci campi più belli d’Italia
5. Cabrera Bello e McDowell -10, Manassero -8
6. Manassero: “Oggi non era facile”
7. Hatton saluta l’Open
8. Molinari, campione di concentrazione
9. Leaderboard: Kaymer primo, Molinari a un colpo

Kaymer in testa, Molinari secondo a un colpo

Graeme McDowell, uno dei protagonisti dell'Open d'Italia.

Graeme McDowell, uno dei protagonisti.

Rivoluzione nella classifica dell’Open d’Italia dopo il secondo giorno, una rivoluzione che metterà in imbarazzo Thomas Bjorn, capitano di Team Europe alla prossima Ryder Cup. In testa il redivivo tedesco Martin Kaymer (63 di giornata) che sullo score ha messo un bel -11. Dietro di lui Francesco Molinari e altri quattro europei, tutti da convocare in blocco per Parigi: si tratta di Cabrera Bello, McDowell (già nominato vice-capitano), Willett e Pieters.

E’ vero che molti americani non sono in gara ma avere nomi così di peso a due giri dalla fine non può che fare bene all’Open d’Italia.

Al settimo posto con 133 (-9) altri giocatori di peso come Haotong Li, Robert Rock, Thorbjorn Olesen insieme a due outsider, lo svedese Jens Dantorp e il sudafricano Erik Van Rooyen.

Sono ancora in grado di recuperare Ian Poulter e Tommy Fleetwood, 17esimi con 135 (-7) mentre è un po’ più defilato Matthew Fitzpatrick, 30esimo con 136 (-6). Sembra già fuori gioco lo svedese Alex Noren, (-4).

Difficile trovare parole per la prestazione di Chicco che chiude ancora una volta senza bogie. Nonostante la stanchezza (sia fisica che mentale) della vittoria a Wentworth, il 36enne piemontese non perde mai la concentrazione e recupera anche situazioni apparentemente compromesse (vedi la buca 7 di venerdì). La sua regolarità è impressionante.

Bene, benissimo anche Matteo Manassero che dopo il -5 del primo giorno segna un altro giro da ricordare. Manny finisce a -3 e resta incollato al gruppo dei leader. Matteo, giocatore di casa, sembra tornato quello di una volta (gli scongiuri sono legittimi) e tiene nervi e gioco ben saldi.

Gli spettatori sono stati 7.900

Molinari, campione di concentrazione

Francesco Molinari sul tee della 7 all'Open d'Italia.

Francesco Molinari sul tee della 7 all’Open d’Italia.

A seguire Molinari c’è la “solita” marea di tifosi, sicuramente numericamente superiore a quella che al mattino ha incorniciato il giro di Manassero che è partito molto presto. Girare a pochi passi da campioni come Molinari, Peters e Fisher è un’esperienza unica. Poche parole, qualche battuta a mezza voce tra di loro o col caddie e tanto tanto golf. Dal tee shot partono rasoiate che a un comune mortale richiederebbero sforzi sovrumani. A questi livelli sembra tutto facile. E Molinari in particolare ha una capacità unica di estraniarsi dal mondo: tutti lo cercano e lo salutano, lui un saluto per tutti e poi un colpo in asta da centro fairway. Come se nulla fosse.

Hatton saluta l’Open d’Italia 2018

I fans del primo giorno all'Open d'Italia (foto La Presse).

I fans del primo giorno all’Open d’Italia (foto La Presse).

E’ durata probabilmente due giorni l’esperienza a GardaGolf del campione uscente. Tyrrell Hatton, dopo la fatica del primo giorno, ha fatto fatica anche oggi: per lui sei birdie macchiati da due doppi bogey alle buche 6 e 12 e rientrato negli spogliatoi “decisamente contrariato” secondo quanto riporta l’agenzia Ansa.

Manassero (-8): “Oggi non era facile”

Un Open d'Italia in casa quello di Matteo Manassero.

Un Open d’Italia in casa quello di Matteo Manassero.

Come detto, chiude tra gli applausi del suo pubblico Matteo Manassero che col -3 di giornata si porta a -8 totale. “Sono contento – ha dichiarato l’atleta veneto perché oggi non era facile giocare. Il campo e’ piu’ difficile anche per via del vento che potrebbe complicare le cose. Non ho iniziato bene ma poi ho raddrizzato le cose. Rispetto a ieri non e’ stato un giro poi cosi’ diverso, sono felice per l’ultimo putt imbucato da 8 metri”.

L’azzurro rimane in alta classifica e precede di un colpo i britannici Tommy Fleetwood e Ian Poulter (-7).

Cambio della guardia

A metà delle partenze del secondo giro si fa sempre più serrata la corsa. Al momento le migliori prestazioni sono di Cabrera Bello e McDowell che sono in clubhouse a -10. Sempre più in forma Matteo Manassero che chiude a -8 tra due ali di pubblico.

Premiati i dieci migliori campi da golf italiani

Open d'Italia

Foto di gruppo per i premiati

A margine della gara, c’è stato spazio anche per una panoramica del mondo dei circoli di golf italiani. In particolare la rivista Il Mondo del Golf Today ha stilato la classifica dei dieci migliori club italiani, una classifica che si basa non solo su criteri strettamente legati al mondo ma al circolo nella sua totalità.

Ecco la classifica:

1 – Olgiata Roma
2 – Circolo Golf Torino La Mandria
3 – Golf Club Milano
4 – Villa d’Este
5 – GardaGolf
6 – Golf Biella Le Betulle
7 – Golf Club Nazionale
8 – Royal Park I Roveri
9 – Golf Club Castel Conturbia
10 – Bogogno Golf Resort-

Open d'Italia

Un momento della premiazione

Premio Speciale “Manutenzione”
La Mandria Torino

Premio Speciale “Tradizione”
Villa d’Este

Manassero già in campo: alla buca 10 è a -7

E’ iniziato il secondo round. Al Gardagolf è gia’ cominciata la gara di Matteo Manassero, uno dei grandi protagonisti della prima giornata di gare insieme a
Francesco Molinari. Il piemontese scendera’ invece sul green alle
13:40..

La formula di gara

Al 75° Open d’Italia prendono parte 156 concorrenti. Dopo i primi due giri il taglio lascerà in gara i primi 65 classificati e gli eventuali pari merito al 65esimo posto. Dei 7.000.000 di dollari di montepremi 1.166.660 dollari andranno al vincitore.

Sei all’Open d’Italia? Mandaci il tuo selfie?

Visto il successo della passata edizione riproponiamo un’edizione speciale di una delle nostre rubriche: sei a GardaGolf con uno smartphone in mano? Manda una foto per “Imbucato, il selfie del golf“: uno scatto con un professionista, uno con i tuoi amici golfisti oppure immortala un angolo di questo magnifico campo.
Per farlo basta cliccare questo link.

Per sapere tutto sul percorso di Gardagolf clicca qua.

Segui la pagina Facebook di Golfando… e iscriviti al gruppo

Open d’Italia di golf 2018: tre i leader, Molinari e Manassero in alto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *