Volpe in azione su un campo da golf – Cosa prevede la regola 18-1 VIDEO

Di animali su un campo da golf ne abbiamo visti molti. Babbuini, uccelli e tanti alligatori. Alla collezione mancava la volpe ed ecco dall’Australia il video di un’incursione a bordo fairway.

Volpe

Sembra infatti che di volpi da quelle parti ormai ce ne siano davvero tante. Forse troppe. Così tante da spingerle sempre più vicine all’uomo. L’allarme è scattato quando una di loro si è presentata su una spiaggia nei giorni scorsi. E adesso è stato un campo da golf a far uscire allo scoperto un esemplare.

E’ accaduto nell’area di Sydney. Al Chatswood Golf Club qualcuno ha pensato di usare una pallina Titleist come esca per l’animale avvistato in precedenza.

La trappola è riuscita. Nel filmato si vede la volpe uscire con circospezione dagli arbusti, guardarsi attorno e poi entrare in azione. Palla in bocca e via al piccolo trotto là dove era spuntata, incurante degli esseri umani che la stavano filmando.

Il gatto o la volpe: la regola 18-1

Cosa sarebbe accaduto se quella pallina fosse stata portata via durante una gara? Sarà capitato a qualcuno di vedere la propria pallina spostata o rubata da un animale, verosimilmente un gatto. E che si fa in quel caso?

Il gatto e la volpe che si prendono la pallina per le regole del golf sono un agente estraneo. La spiegazione è scritta nella regola 18-1 che, per la gara a colpi, definisce un agente estraneo come “qualsiasi agente che non riguardi la parte del concorrente, qualsiasi caddie della parte, qualsiasi palla giocata dalla parte alla buca che si sta giocando oppure qualsiasi equipaggiamento della parte. Un agente estraneo comprende un arbitro, un marcatore, un osservatore e un forecaddie. Né il vento, né l’acqua sono un agente estraneo

Appurato questo, la 18-1 precisa che “se una palla ferma viene mossa da un agente estraneo, non c’è penalità e la palla deve essere ripiazzata”.

SEGUI GOLFANDO SU FACEBOOK E SU TWITTER @GOLFTGCOM


 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *