Cani e golf: quattrozampe e giocatori diciotto buche insieme al Feudo D’Asti

E’ stata una gara aperta davvero a tutti quella vista sabato scorso a Mombarone, frazione di Asti. Ad andare in campo non è stata un coppia per un foursome o un fourball.  Cani e golf sono stati i protagonisti della prima edizione di “Golf & Dog Cup”. Le diciotto buche del circolo “Feudo d’Asti” infatti sono state percorse in lungo e in largo da golfisti e dai loro quattrozampe.

Cani e golf

MOMBARONE (Asti) – Il giocatore sistema la sacca, il cane studia la strategia di gioco…

Continua a leggere

Storie di cani e di golf: Jess ha trovato 51mila palline, Davos le “vende” per aiutare altri cani

C’è un cane per ogni cosa. C’è un cane per la caccia e uno per il tartufo. C’è un cane da riporto e adesso c’è un cane da golf. Anzi: ce ne sono almeno due di questi esemplari. Uno si chiama Jess, è un collie e vive a Dunfermline, Scozia. L’altro è un Bovaro del bernese, di nome Davos e “in servizio” nel Minnesota.

Continua a leggere

Florida, alligatore affamato a spasso sul campo da golf

Ancora animali pericolosi in un campo da golf: un alligatore, con tanto di pesce in bocca “catturato” in qualche stagno vicino, ha attraversato “tranquillamente” la strada al Seven Springs Golf Club a Trinity (Florida). L’animale è quindi scomparso in un altro bacino d’acqua. Una simile scena poteva passare inosservata e, soprattutto, non finire su Internet? 

Continua a leggere

Florida, golfista attaccato da un alligatore: “Sono vivo grazie al mio putter”

“La mia pallina era vicina all’asta e stavo pensando di essere a un passo dal birdie. Mentre mi avvicinavo ho sentito un tonfo provenire dal laghetto alle mie spalle e alcuni spruzzi d’acqua addosso. Ho subito capito: lui mi aveva preso”. Quella di Tony Aarts sembra più la trama di un film horror che la cronaca di una giornata passata su un campo da golf.

Tony Aarts nella foto tratta dal servizio della tv “WINK News”

Continua a leggere

Florida, alligatore scala la recinzione di un campo da golf come se nulla fosse – VIDEO

Quella 2016 rischia di passare alla storia come l’estate dell’alligatore… sui campi da golf. Virus Zika a parte, sono loro i protagonisti delle cronache più o meno sportive legate ai percorsi. Dopo il celebre episodio del Buffalo Creek Golf Course a Palmetto, adesso un rettile ha pensato bene di imitare un umano sempre in Florida. Alligatore11 Continua a leggere

Il PGA a Valspar: brutta aria per Spieth? In campo Chicco Molinari, “paura” coccodrilli

Dopo la doppietta sul PGA di Adam Scott in otto giorni, occhi puntati su Jordan Spieth che difende il titolo nel Valspar Championship (10-13 marzo) sul percorso del Copperhead Course all’Innisbrook Resort di Palm Harbour in Florida. Presente per la sua sesta gara stagionale Francesco Molinari, che nelle precedenti cinque ha ottenuto quattro piazzamenti (il miglior il 33° posto nel Sony Open) e non ha superato un taglio.

Graeme_coccodrillo

Coccodrillo fuori programma per McDowell

L’azzurro non attraversa un buon momento di forma e sta anche lentamente scendendo nella classifica mondiale (80°), dove ha perso 14 posizioni da inizio anno, e naturalmente ha assoluta necessità di ritornare rapidamente entro i primi 50 se non vorrà saltare i tornei che contano.

Il montepremi è di 6.100.000 dollari con prima moneta di 1.098.000 dollari.

Lascia qualche dubbio sulla sua condizione anche Jordan Spieth, che probabilmente sta calibrandosi per arrivare al top in occasione del Masters (7-10 aprile, Augusta, Georgia) dove ha chiaramente l’obiettivo di bissare il successo del 2015. Continua a leggere

Australia, golfisti inseguiti da un canguro

“Get on the car! Get on the car!”: parole semplici ma piene di stupore e paura aprono il video che arriva direttamente dall’Australia dove una coppia di giocatori se l’è vista veramente brutta. James Macklin e Connor Reeves tra un colpo e l’altro non devono essere stati particolarmente simpatici a un canguro che, forse sentitosi insidiato, ha pensato bene di difendere il proprio territorio. Correndo verso di loro ! Continua a leggere

Australia, giocatore azzannato da un coccodrillo

Coccodrillo a spasso per il campoPrima o poi doveva accadere: un giocatore è stato azzannato a una gamba da un coccodrillo mentre giocava in un villaggio turistico a Port Douglas, nel nord-est tropicale dell’Australia. John Lahiff di 75 anni è stato ricoverato stamattina nell’ospedale di Cairns in condizioni stabili con ferite da punta alla gamba destra, una profonda fino all’osso. Ha raccontato di aver calpestato accidentalmente il rettile di un metro e 20 vicino a un corso d’acqua, mentre cercava di recuperare un palla. E ha assicurato che l’esperienza non lo fermerà dal continuare a praticare il suo sport preferito. I coccodrilli sono una presenza comune nei campi da golf delle zone tropicali dell’Australia, dove cartelli avvertono i giocatori del pericolo.

Ranger del dipartimento dell’Ambiente cercano ora di catturare il rettile e trasferirlo in uno zoo o in un allevamento, dove i coccodrilli sono mantenuti per la carne e la pelle. (fonte Ansa)

IL PRECEDENTE NEGLI STATI UNITI

 

Ha un nome e una t-shirt l’alligatore sul green: è “Goliath the viral Gator”

Lo avete visto, gli avete dato un nome e ora indossatelo. E’ l’auspicio della direzione del Myakka Pines Golf Club, in Florida, salito alla ribalta di tutti i social, i siti e la tv del mondo per quell’alligatore a spasso sul green. Fiutando il business in termini di marketing, da quelle parti ci si sono buttati anima e corpo sull’alligatore (ovviamente in senso solo figurato). GOLIATH

Prima è stato indetto un concorso su Facebook per “battezzare” in modo adeguato per chiamare la creatura (anche qua, “battezzare” in senso solo figurato). Centinaia di proposte, una la prescelta: Goliath the viral Gator. E ora Goliath può essere anche a casa vostra, addosso a voi (sempre nel senso di cui sopra): a Englewood hanno stampato t-shirt grigie con la foto di Goliath. Potenza del marketing…

Sono acquistabili online per 25 dollari circa e il ricavato andrà in beneficenza.

SEGUI “GOLFANDO” SU FACEBOOK

“GIOCO A GOLF PERCHE'”- SCRIVILO AL NOSTRO BLOG

IMBUCATO – IL SELFIE DEL GOLF