Nuovo protocollo di Federgolf: si torna alle regole pre-coronavirus

+++ AGGIORNAMENTO ORE 23 +++
Alla vigilia del primo weekend di gare amateur arriva un nuovo protocollo di Federgolf. Con il passare delle ore, grazie a un amico e a un avvocato (entrambi golfisti e ad entrambi va un grande “grazie”) si è chiarita la portata del documento. Di fatto questo protocollo supera e cancella quello di maggio e le modifiche alle regole in esso contenute. 

Il testo di venerdì 19 giugno fa diventare carta straccia quello del 22 maggio: dove non è previsto un divieto si ripristina la situazione pre-Covid.

Ad esempio, nel testo del 19 giugno 2020 non c’è nessun riferimento al divieto di toccare l’asta della bandiera: da ora si può tornare a chiedere di rimuoverla prima di puttare. Addio anche ai dispositivi per raccogliere la pallina una volta imbucata. Ancora: non c’è traccia dell’impossibilità di usare il rastrello comune a bordo bunker. Di conseguenza nelle prossime ore i rastrelli potranno uscire dai magazzini e tornare al loro posto.

Il cart potrà ospitare due persone (con mascherina se amici o estranei, senza se congiunti).

Confermato l’obbligo di sanificare sia mani che palline, di evitare i contatti e gli assembramenti.


Ecco il testo

Nuovo protocollo di Federgolf per contrastare e ridurre i contagi

Aggiornato al 19 giugno 2020

LA FEDERAZIONE ITALIANA GOLF

Premesse

– fermi i principi adottati dalla Commissione federale istituita per l’emergenza Coronavirus, contenuti nel documento “Sintesi del Protocollo federale per la ripresa del Golf”, comunicati dalla FIG a tutti i Circoli affiliati e aggregati (di seguito soltanto Circoli), in data 27.04.2020;

– vista la delibera del Consiglio dei Ministri del 31.1.2020, che ha decretato per la durata di 6 mesi lo stato di emergenza sull’intero territorio nazionale, relativo al rischio sanitario per il Coronavirus;

– visti i D.L. n. 6 del 23.02.2020 e n. 19 del 25.3.2020, nonchè i DPCM del 4, 8, 9, 11 e 22 marzo 2020 e quelli del 1, 10 e 26 aprile 2020, le cui disposizioni tutte qui si intendono richiamate per quanto ancora vigenti;

– viste le raccomandazioni emanate dal Ministero della Salute di igiene contro il Coronavirus, le cui disposizioni qui si intendono richiamate;

– viste le Linee guida emanate dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Ufficio Sport, in data 03.05.2020, Prot. 3180 per lo svolgimento degli allenamenti degli atleti professioni e non professionisti riconosciuti di interesse nazionale negli sport individuali;

– visto il DPCM del 17.5.2020 che all’art. 1 lett. f) ha consentito l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere svolte presso centri e circoli sportivi a far data dal 25 maggio, nonché ha consentito, all’art. 1 lett. e), le sessioni di allenamento degli atleti professionisti e non professionisti;

– viste le linee guida emanate dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Ufficio Sport, in data 19.05.2020 per lo svolgimento dell’attività sportiva di base e dell’attività motoria in genere, di cui al DPCM del 17.05.2020, art. 1, lett. f).

– visto il DPCM del 11.06.2020, con il quale provvedimento sono state consentite (i) le
competizioni sportive riconosciute di interesse nazionale dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI), dal Comitato Italiano Paralimpico (CIP) e dalla Federazione Italiana Golf, ovvero organizzate da organismi sportivi internazionali, a far data dal 12 giugno 2020, purché eseguite a porte chiuse, ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico, nel rispetto del Protocollo e delle Linee guida emanati dalla Federazione, e (ii) le gare di circolo, a far data dal 15 giugno 2020 e nel rispetto del Protocollo e delle Linee guida emanati dalla Federazione, non essendo più prevista la sospensione delle competizioni sportive di ogni ordine e disciplina precedentemente sancita dal DPCM dello scorso 17 maggio.

– il presente documento è valido ed applicabile anche ai giocatori disabili e alle persone non completamente autosufficienti, laddove compatibile e ferma la possibilità di derogare al distanziamento sociale in caso di necessaria presenza di un accompagnatore e deroga ad indossare la mascherina se incompatibile con le condizioni di salute del giocatore disabile;

– tenuto conto di tutte le misure, raccomandazioni e indicazioni disposte con i provvedimenti delle competenti Autorità nazionali e locali, tra cui quelli appena richiamati,

EMANA

il presente protocollo (di seguito soltanto Protocollo) concernente Regole, Raccomandazioni e Indicazioni per lo svolgimento del gioco del Golf in piena sicurezza e secondo quanto disposto dall’ultimo DPCM del 11.06.2020 che ha consentito la ripresa del normale svolgimento dell’attività sportiva agonistica e di base, ivi incluse le gare di Circolo e le attività motorie in genere svolte presso centri e circoli sportivi a far data dal 15.06.2020 nonchè le sessioni di allenamento degli atleti professionisti e non professionisti.

La ripresa delle attività sportive deve avvenire nel pieno rispetto delle prioritarie esigenze di tutela della salute e, dunque, conformemente alle norme sul distanziamento sociale e divieto di assembramenti.

Fermo quanto quivi specificamente indicato, si rimanda al sito dell’OMS e del Golf & Health, nonché dai provvedimenti emessi in materia dal Ministero della Salute e dalle altre Autorità competenti per ulteriori consigli su come ridurre al minimo il rischio di diffusione del Coronavirus .

Tutte le azioni che erano oggetto e/o destinatarie delle prescrizioni contenute nella precedente versione del Protocollo (22.05.2020) e oggi abrogate e non presenti nell’odierna versione, devono considerarsi di nuovo eseguibili secondo le ordinarie regole del golf e di comportamento, ferma la raccomandazione di disinfettarsi le mani frequentemente e comunque dopo essere entrati in contatto con qualsiasi oggetto trovato sul campo e/o nelle altre aree del Circolo.

Si invita alla massima responsabilità sociale per la salute di tutti.

1. Regole Generali Obbligatorie 

Tutti i soggetti coinvolti nell’esercizio dello sport del golf e della gestione del Circolo di Golf (ivi inclusi collaboratori esterni e addetti/incaricati di terzi soggetti fornitori), saranno tenuti a rispettare le norme generali di contenimento del contagio già emanate dalle Autorità competenti in materia ed in vigore alla data di pubblicazione del Protocollo e successive modifiche che dovessero intervenire, sia a livello nazionale che regionale.

Qualsiasi soggetto coinvolto nell’esercizio dello sport del golf e/o nella gestione del Circolo di Golf, ai fini dell’accesso alla postazione di lavoro ovvero alle aree del Circolo non esplicitamente interdette dovranno:

– essere obbligatoriamente provvisti di mascherine idonee e conformi alle normative vigenti e che coprano naso e bocca, escluso durante la pratica del golf se si rispetta la Distanza e se non vigono provvedimenti locali più restrittivi.

– dichiarare con apposita autodichiarazione:

o di non avere sintomi tali da essere riconducibili ad eventuale contagio da COVID-19
per i quali viene disposto l’obbligo di rimanere al proprio domicilio;

o di essersi sottoposto, prima dell’arrivo al Circolo, alla rilevazione della temperatura
corporea, risultata non superiore a 37,5°;

o di non essere attualmente sottoposto alla misura della quarantena o
dell’isolamento fiduciario con sorveglianza sanitaria ai sensi della normativa in
vigore.

o di non provenire da zone a rischio e di non essere stato in contatto con persone
positive al Covid-19 nei 14 giorni precedenti alla data odierna.

Il Gestore del Circolo, nel rispetto della normativa sul trattamento dei dati personali, potrà far eseguire la misurazione della temperatura in tempo reale.

Tutti i Circoli sono tenuti ad adottare un protocollo di sicurezza anticontagio, da attuare nel rispetto dei principi di precauzione e proporzionalità, finalizzate a incrementare, negli ambienti di lavoro l’efficacia delle misure di contenimento adottate per contrastare l’epidemia di Covid-19 nel rispetto del “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro”, in data 24.04.2020 e con il quale è stato integrato quello pubblicato in data 14.03.2020 e che contiene linee guida condivise tra le Parti per agevolare le imprese nell’adozione di protocolli di sicurezza anti-contagio, ovverosia Protocollo di
regolamentazione per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro.

2. Regole, raccomandazioni e indicazioni generali per i Circoli

I Circoli sono tenuti a:

a. esporre in evidenza le linee guida (FIG fornisce locandine sintetiche standard);

b. adeguare il proprio Documento di Valutazione dei Rischi per la tutela della salute sul
lavoro;


c. sanificare tutti i locali e relativi arredi, corredi, strumentazioni e l’equipaggiamento dei soci giacente presso il Circolo, secondo le indicazioni fornite dalle autorità competenti;

d. disinfettare quotidianamente scrivanie, postazioni, accessori, utensili manuali vari;

e. rendere obbligatorio l’uso dei DPI secondo le prescrizioni emesse dalle Autorità
competenti;

f. ammettere e regolare l’accesso di chiunque alle strutture interne nelle forme consentite dai provvedimenti delle Autorità competenti e, in ogni caso, nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento;

g. creare postazioni operative singole negli uffici distanziate secondo le norme, con uso
esclusivo di telefono, pc ecc.;

h. installare sui banconi delle reception/segreteria non muniti di vetri, appositi pannelli di protezione in plexiglass di dimensioni adeguate a proteggere dal contagio;

i. prevedere l’uso esclusivo del telefono o di walkietalkie per comunicazioni all’interno dello staff e provvedere alla sanificazione degli apparati ogni volta che dovesse cambiare l’utilizzatore;

j. installare dispenser di disinfettante in tutti i luoghi del Circolo ritenuti strategici, al fine di garantire a tutti i frequentatori la possibilità di disinfettarsi le mani frequentemente;

k. differenziare, ove possibile, gli orari di accesso dei dipendenti e degli altri addetti ai lavori;

l. consentire ai tesserati alla FIG l’accesso al Circolo soltanto per il tempo strettamente necessario ad espletare la propria attività motoria e/o sportiva;

m. porre in essere ogni azione per consentire ai Tesserati di prenotare online o
telefonicamente i tee time ed altri servizi e pagare i corrispettivi dovuti con metodi
elettronici.

Regole, raccomandazioni e indicazioni per i Circoli con riferimento al campo e al campo pratica

I Circoli sono altresì tenuti a:

a. consentire l’utilizzo dei servizi igienici nel campo solo se è garantita l’adeguata pulizia degli ambienti in conformità alle normative vigenti;

b. interdire, ove possibile, l’utilizzo delle palline comuni nei putting e pitching green, nei quali è esclusivamente ammesso l’utilizzo delle proprie;

c. predisporre piani di evacuazione che evitino aggregazione in caso di interruzione del gioco per maltempo;

d. predisporre, in caso di gara, una recording area o un’urna chiusa per l’inserimento dello score in conformità ai provvedimenti emanati dalle Autorità competenti;

e. predisporre le postazioni di pratica a non meno di 3 metri di distanza l’una dall’altra;

f. predisporre procedure per il lavaggio delle palline di pratica con integrazione di prodotto disinfettante;

g. predisporre procedure per la movimentazione delle palline di pratica, dei relativi cestini e gestione della macchina distributrice in sicurezza;

h. i Circoli, al di fuori di quanto prescritto nel Protocollo, per lo svolgimento in sicurezza del gioco e dell’uso dei servizi, potranno disciplinare ulteriormente ed in modo più restrittivo e sotto la propria responsabilità, il comportamento dei Tesserati in relazione alle specificità locali, in ottemperanza a quanto previsto nei rispettivi DRV e in conformità a quanto previsto dai provvedimenti emanati dalle Autorità competenti.

4. Regole, raccomandazioni e indicazioni per i tesserati

I Tesserati dovranno svolgere l’attività motoria e/o sportiva consentita tenendo un atteggiamento socialmente responsabile, atteso che ognuno potrebbe inconsapevolmente trasmettere il virus o , essere contagiato.

In particolare sono tenuti a:

a. portare con sé e utilizzare il proprio disinfettante frequentemente e almeno una volta al termine di ogni buca,;

b. organizzare la propria permanenza al Circolo, sia nelle giornate di pratica dell’attività
sportiva, che in quelle di allenamento che in quelle di gara, in modo da restare presso
l’impianto il tempo strettamente necessario;

c. prenotare online o telefonicamente i tee time e pagare i corrispettivi dovuti per i servizi richiesti con metodi elettronici, preliminarmente all’accesso al Circolo;

d. accedere alla Club House e alle altre strutture del Circolo (pro-shop, ristorante, sale
comuni, ecc.) nel rispetto delle prescrizioni che ciascun Circolo ha statuito, fin quando
non terminerà l’emergenza sanitaria;

e. evitare assembramenti in qualsiasi zona del campo e in qualsiasi area del Circolo;

f. mantenere sempre il rispetto della distanza interpersonale di 2 metri durante l’attività
sportiva o motoria (di seguito soltanto Distanza) e di 1 metro in tutti gli altri casi;

g. disinfettare le mani (guanto da gioco incluso) e la pallina in gioco su ogni tee di partenza e al termine del gioco;

h. provvedere alla disinfezione delle mani alla fine dell’utilizzo del distributore delle palline del campo di pratica, in particolare dopo aver maneggiato soldi, gettoni, cestini e palline.

5. Regole, raccomandazioni e indicazioni tecniche per il gioco del golf in gara di circolo, nelle giornate di allenamento e nelle partite amichevoli a cura del Comitato Regole e Campionati e il Comitato Handicap e Course Rating della Federazione Italiana Golf

a. adeguare il numero di partecipanti alle gare e nelle giornate di allenamento, al fine di
garantire la sicurezza tra le persone;

b. evitare assembramenti sui tee di partenza e sul campo e pianificare partenze ogni 12 minuti per 4 giocatori e ogni 10 minuti per 3 giocatori. Un maggior numero di giocatori è consentito a condizione che sia garantita la sicurezza tra i giocatori

c. evitare di organizzare e gestire gare con partenza simultanea;

d. evitare di organizzare e gestire gare nel quali si gioca con colpo alternato con la pallina del partner;

e. consegnare lo score ai giocatori prima della gara in aree adeguate (segreteria o area di partenza) per garantire la sicurezza tra le persone;

f. consentire l’utilizzo del golf car e di ogni altro mezzo di trasporto, fermo l’obbligo di
indossare sul golf car la mascherina se utilizzato in coppia, a meno che la coppia
utilizzatrice sia composta da soggetti conviventi;

g. disinfettarsi le mani dopo aver toccato gli indicatori di partenza, i segnali di cortesia, tutti gli arredi fissi (panchine, lava palle, fontane, ecc.) e tutti i paletti del campo;

h. evitare la condivisione dei bastoni, delle palline e dei tee e il contatto con
l’equipaggiamento altrui;

i. giocare esclusivamente la propria pallina (si consiglia di mettere sempre un segno di
identificazione);

j. sostare in aree adeguate al fine di garantire la sicurezza tra le persone in caso di
sospensione di gioco e di evacuazione del campo;

k. ritirare al termine della gara lo score dei giocatori in aree adeguate, per garantire la
sicurezza tra le persone;

Le prescrizioni e le raccomandazioni di cui sopra saranno oggetto di Regole Locali e Condizioni di Gara specifiche che dovranno essere redatte da ogni Circolo.

Tutte le attività relative alle gare potranno essere effettuate nel rispetto del Protocollo, delle Linee guida e dei provvedimenti emessi dalle autorità competenti.

6. Regole, raccomandazioni e indicazioni per i professionisti insegnanti di golf

(…)   

La presente versione del Protocollo è in vigore dalla data odierna, secondo i provvedimenti delle Autorità competenti, e fino a nuova comunicazione da parte della FIG.

Golf news 2020, tutto quello che accade sui campi italiani

Golfando sui social:
La pagina Facebook
– La community (iscriviti al gruppo)

Qui Golf, l’app riparte con il gruppo Wegolfers

4 risposte a “Nuovo protocollo di Federgolf: si torna alle regole pre-coronavirus

  1. Alle 23:00 di venerdì 19/06 si diramano le regole per le gare del giorno dopo.
    C’è qualcuno che continua a spostare la soglia del ridicolo!

    • Buongiorno Andrea, alle 23 è il mio aggiornamento al post relativo al protocollo. Il testo del protocollo era sul sito della Federazione dal primo pomeriggio di venerdì 19 giugno.

  2. Buongiorno.
    Perbacco, se era dal primo pomeriggio del giorno prima, l’anticipo era largamente congruo ….
    Nei campi infatti non c’erano:
    panchine
    rastrelli
    lavapalle
    e le bandiere avevano ancora i loro bravi marchingegni ….
    Insisto quindi sulla soglia!

    • Andrea, capisco e apprezzo la sua ironia. Lei invece credo non abbia compreso il concetto giornalistico dell’ “aggiornamento” ma lungi da me erudirla in merito. Buone cose

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *