Lorenzo Gagli vince il Barclays Kenya Open

Risuona l’inno italiano in Kenya undici anni dopo l’affermazione di Dodo Molinari: Lorenzo Gagli ha vinto il Barclays Kenya Open al playoff. Per l’italiano si tratta della prima affermazione sul Challenge Tour. A lui l’onore di indossare la “red jacket”. “Il playoff è stato davvero difficile – ha detto –  Non è il massimo vincere su un errore dell’avversario, ma il golf è anche questo.  La vittoria mi dà molta fiducia per affrontare la stagione”.

Lorenzo Gagli

NAIROBI Lorenzo Gagli durante la premiazione

Gagli, classe 1985, ha avuto la meglio sullo svedese Jens Fahrbring che, dopo due buche di playoff chiuse in par, ha marcato un bogie alla terza lasciando il via libera al toscano. Si trattava della prima gara stagionale del Challenge Tour e si giocava sul percorso del Muthaiga GC (par 71), a Nairobi.

Il toscano ha vinto con 273 colpi (68 68 69 68, -11) con un birdie all’ultima buca, colpo che gli è valso il playoff con lo svedese e la contemporanea “eliminazione”  dal playoff del finlandese Kalle Samooja, del cileno Nico Geyger e del tedesco Philipp Mejow.

La gara di Lorenzo Gagli

L’azzurro ha iniziato la gara al 15esimo posto, poi è salito al quinto. Quindi al quarto e da lì è partita la rimonta decisiva. Nell’ultimo giro Gagli ha realizzato due birdie in uscita, poi nel rientro (dopo un terzo birdie) ha frenato con un bogey, ma ha rimesso le cose a posto con il birdie a chiudere (68, -3). Nel playoff, giocato su un par 3 (buca 13, metri 175), Gagli ha stampato la palla a mezzo metro dalla buca con il primo putt e poi ha imbucato per il birdie.

Sesta vittoria in carriera per Gagli

Il 32enne di Bagno a Ripoli ha ottenuto così il primo successo nel Challenge Tour e il sesto in carriera, dopo tre titoli nell’Alps (2007), uno nel Campionato PGAI e uno nel Campionato Nazionale Open, entrambi nel 2010. Ha siglato la quarta vittoria stagionale all’estero dei professionisti italiani dopo quelle di Philip Geerts (RTQS #16 Killarney in Sudafrica), di Michele Cea (Ein Bay Open, Egitto, Alps Tour) e di Filippo Bergamaschi (French Tour).

Per l’italiano quella in terra africana è stata la settima gara del 2018 dopo le prime sei disputate sull’European Tour (per il quale ha la carta). Sul Tour ha passato due tagli nelle ultime due apparizioni (29esimo al Tshwane Open, 34esimo al Qatar Masters).

La prima moneta è di 80mila euro su un montepremi di 500mila euro.


SEGUI LA PAGINA FACEBOOK DI GOLFANDO... E ISCRIVITI AL GRUPPO


Pillole dai campi: appuntamenti e golf news dai green italiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *